Utente 381XXX
Carissimi Dottori,
mi rivolgo a voi per un parere su una serie di disturbi che non passano nonostante esami, visite e cure (le più disparate). Veniamo al punto: soffro da qualche anno di colon irritabile, da premettere che sono un soggetto abbastanza ansioso e da circa 1 anno ho molti dei sintomi che hanno portato ben tre diversi gastroenterologi a diagnosticarmi anche il reflusso gastroesofageo. Due anni fa ho eseguito Colonscopia (nella norma), ecografia addominale (nella norma) esame delle feci (negativo) coprocoltura (negativo), esami del sangue (perfetti). In seguito alla pulizia del colon per la preparazione alla colonscopia, sono stato bene per circa 1 anno. Poi, i sintomi della colite sono ricominciati accompagnati da quelli del reflusso (bocca mara, lingua urente, salivazione inyensa, eruttazione, bruciori di stomaco e difficoltà digestive). Ho preso di tutto: inibitori della pompa protonica, gaviscon, ecc., ma i risultati sono stati che la colite non mi è passata nè tanto meno il reflusso. Da poco sto prendendo anche degli integratori naturali per eliminare eventuali parassiti e per riformare la flora intestinale (probiotici+lieviti), ma ci sono giorni in cui la colite proprio non molla (scariche di diarrea o feci non formate, filamentose e giallognole, alternate a feci più consistenti, formate e più dure di colre più scuro). Quando i sintomi del colon peggiorano, peggiorano anche quelli del reflusso. Gli ultimi esami del sangue mostrano una iperbiliribinemia (mi è stata diagnosticata una sindrome di Gilbert circa 20 anni fa) e valori un pò alti di colesterolo, anche se il rapporto tra buono e cattivo è di 4,5. Credo che i miei problemi siano riconducibili soprattutto all'alimentazione, allo stress e all'ansia, ma volevo chiedervi: 1) secondo voi il reflusso può essere una causa del colon irritabile? è comparso in un periodo in cui il colon è in forte disordine e si acuisce nei giorni in cui sto male con l'intestino; 2) è consigliabile effettuare una pulizia del colon come quella fatta in occasione della colonscopia? Grazie in anticipo per le eventuali risposte.

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Reflusso e colon irritabile sono due condizioni diverse e non si influenzano. Ha escluso eventuali intolleranze, come lattosio e glutine ?

Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 381XXX

Gentile Dr. Cosentino, la ringrazio per la risposta. Per quanto riguarda lattosio e glutine ho provato ad eliminarli dalla dieta per alcune settimane, ma la situazione è rimasta sostanzialmente la stessa.
Il reflusso é cominciato l'anno scorso a giugno, dapprima con la punta della lingua che mi bruciava e dopo qualche mese con intensa salivazione, eruttazione e bruciori di stomaco. Dopo diverse visite gastroenterologiche la cui diagnosi é sempre stata "reflusso gastroesofageo", ho iniziato una cura con Nexium prima e Pariet dopo. I risultati sono stati poco soddisfacenti, con effetti collaterali come meteorismo e flatulenza. Allorché ho deciso di testa mia di smettere, tanto era uguale. Un amico gastroenterologo mi ha detto che secondo lui colite e reflusso sono collegati, in quanto la pressione addominale che si forma nell'intestino per effetto dei gas, va a premere sullo stomaco originando fenomeni di reflusso. In effetti ho notato che al migliorare dei sintomi del colon, migliorano anche quelli del reflusso. Quest'ultimo, tuttavia ha avuto inizio dopo un forte periodo di stress lavorativo e familiare in cui fumavo molti sigari e bevevo qualche bicchiere di vino più del solito. Inoltre, dopo cena, ero solito sdraiarmi sul divano. La sera, inoltre, avevo ripreso l'abitudine di andare a correre prima di cena e al mattino bevevo diverse tazze di the concentrato con mezzo limone spremuto dentro. Domanda: ritiene necessario dover effettuare una phmetria esofagea ed eventualmente una gastroscopia? Potrebbe trattarsi di ernia iatale? Come mai, secondo lei, gli ipp non hanno prodotto effetti? La corsa è il the al limone sono controindicati? La ringrazio e le auguro buona serata.

[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La gastroscopia andrebbe fatta. L'ernia iatale ci può essere. Gli IPP possono avere effetti collaterali. La corsa non é controindicata, mentre the e limone accentuano il reflusso.


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 381XXX

La Ringrazio per le risposte. Cordiali saluti.

[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Di nulla ed auguroni.

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 381XXX

Mi scusi dottore, ancora un piccolo consiglio: relativamente al colon irritabile persistente, è consigliabile (in caso di diarrea prevalente) una pulizia del colon con la idrocolon terapia o è meglio una purga come il macrogol/Selg Esse? Grazie

[#7] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
In caso di diarrea nulla di ciò che ha richiesto è indicato.....


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente 381XXX

In realtà non si tratta di vera e propria diarrea, ma di feci malformate e filamentose alternate a feci più consistenti di colore chiaro. Cosa è preferibile utilizzare per la pulizia del colon. I fermenti lattici non sono sufficienti. Un'ultima cosa: nel caso gli IPP non fossero efficaci, ci sono cure alternative per il reflusso? Grazie è mi scusi per l'ennesimo quesito.

[#9] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non c'è necessità di "pulire" il colon ed al posto degli IPP potrebbe assumente della ranitidina.

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente 381XXX

Grazie mille dottore.