Utente
Buonasera, mi chiamo Giuseppe, ho 25 anni e sono in grossa difficoltà per un problema che non mi lascia stare e a cui non so dare risposta.

Circa 8 mesi fa è comparso un fastidio alla parte destra dell'addome. Non si tratta di dolore, ma di fastidio localizzato a volte nella fossa iliaca, a volte appena a destra dell'ombelico e a volte poco sotto lo sterno (sempre lato destro).

Sono stato due volte al pronto soccorso. La prima volta (dicembre 2014) mi hanno tastato l'addome non riscontrando alcuna anomalia, facendomi analisi del sangue e analisi delle urine (tutto ok).
La seconda volta (giugno 2015) ci sono andato dopo aver notato dei piccoli rigonfiamenti di alcuni linfonodi sotto l'ascella sinistra e sul collo, sempre a sinistra. Mi hanno di nuovo tastato l'addome e fatto di nuovo le analisi del sangue: tutto ok, anche le analisi del sangue. Hanno poi fatto un rx addome riscontrando "segni di coprostasi senza evidenza di significativi livelli idroaerei né di aria libera sottodiaframmatica".

Mi ha visto il mio medico: ha esaminato i linfonodi dicendo che erano davvero piccoli e mi ha di nuovo toccato l'addome non riscontrando niente di particolare.

Ho eseguito un'ecografia ai linfonodi superficiali sempre a giugno 2015:
"L'esame condotto a livello delle stazioni linfonodali superficiali del collo, delle ascelle e delle regioni inguinali non ha evidenziato linfoadenomegalie sospette. Sono presenti linfoadenomegalie centimetriche, fusiformi, con normale ecostruttura in sede laterocervicale bilaterale e, sclero-lipo-atrofiche pericentimetriche in sede ascellare ed inguinale bilaterale. Tiroide in sede normale per dimensioni ed ecostruttura".

In ospedale, dopo avermi chiesto se mi avrebbe fatto stare più tranquillo, mi hanno prescritto un'ecografia addome completo, che dovrei fare a breve. Poco dopo la comparsa dei linfonodi (che dopo due settimane ancora posso sentire toccandoli) sono comparsi tosse e raffreddore (in diminuzione).

Descrivo brevemente il mio fastidio all'addome: non è un dolore a volte è come sentire un ingombro, lo sento soprattutto dopo essermi rialzato da posizione stesa o seduta oppure da seduto dopo aver mangiato molto. Lo sento anche quando respiro e aumento il volume della pancia. Non so davvero cosa pensare. Possibile si tratti di stress o di qualcosa di muscolare?

Aggiungo altri dettagli forse utili: negli ultimi mesi ho affrontato momenti di enorme stress, dovuti al lavoro; faccio sport regolarmente, bevo saltuariamente e fumo un max di 7-8 sigarette al giorno da meno di un anno; da un anno ho perso circa 5 chili (da 84 a 79 per 184 cm), soprattutto grazie all'attività sportiva e a una maggiore attenzione all'alimentazione; negli ultimi tempi si è anche regolarizzata molto l'attività intestinale, vado al bagno regolarmente almeno una volta al giorno (con diversa struttura delle feci).

Cosa dobbiamo cercare? Dove? Grazie mille.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Da come descrive si tratta di un colon irritabile ed i l'infondi non hanno aspetto patologico, come le é stato già detto in corso di visita.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie della risposta dott. Cosentino.

Oltre l'ecografia già fissata, quali esami potrebbe consigliarmi per chiarire la situazione? Ammetto di essermi spaventato molto alla comparsa dei linfonodi e vorrei stare tranquillo su tutta la linea.

[#3] dopo  
Utente
Gentile dott. Cosentino, l'ecografia non ha rilevato alcun problema in sede addominale (addome completo).

Se possibile, avrei altre domande da porLe:

- l'ecografia mette in evidenza anche i linfonodi nella zona addominale?
- ci sono altri esami che sarebbe utile fare nella mia condizione?

Aggiungo un dettaglio: in prossimità dell'ecografia, con un normale stato di apprensione, il fastidio si è acutizzato parecchio e questo potrebbe farmi pensare a qualcosa di legato allo stress e al fatto che non riesco a dare una risposta a questo benedetto senso di gonfiore/ingombro.

Grazie delle sue eventuali risposte

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'ecografia comprende tutto l'addome per cui non mi preoccupare e non farei altri accertamenti.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it