x

x

Reflusso?

Buon giorno, sono un ragazzo di 26 anni che ha da 4 anni il reflusso. Il sintomo di esordio è stato gola arrossata e tosse. Dopo tamponi e visita ORL mi è stato diagnosticato un reflusso (rispondente a terapia con ipp ad alto dosaggio). A fine terapia per un po' di tempo non ho più sintomi se non un po' di voce rauca dopo i pasti ed eruttazioni frequenti, anche a stomaco vuoto.

Ad inizio 2014 ho iniziato ad avvertire un fastidio mentre bevo acqua... In pratica mi andava di traverso durante i pasti, attualmente se sono a stomaco vuoto (per esempio la mattina) riesco a bere un bicchiere senza problemi. Durante i pasti invece riesco a berne solo a piccoli sorsi perché ho la sensazione che mi risale in gola. La cosa strana è che se bevo tutto di un sorso riesco a berne (nei limiti) quanta ne voglio, al secondo sorso però non riesco più a bere perché ho la sensazione che quella ingoiata mi risale in gola.

Questa storia va avanti da 1 annetto e mezzo ma ho risolto semplicemente bevendo lentamente o lontano dai pasti. Il problema è che in questo periodo la situazione si sta presentando anche con il cibo. Premetto che sto passando un momento davvero stressante a causa di un trasferimento per lavoro.

Da inizio ottobre avverto forti fitte alla bocca dello stomaco e senso di vomito. Da qualche settimana sto avendo problemi a mangiare. Dico subito che non ne ho mai avuti (mangiavo primo, secondo, contorno con una rosetta e frutta senza avvertire nulla) invece ora a metà piatto di pasta sento che sono sazio. A volte invece mangio e mi sembra che il cibo mi rimane bloccato in gola. A volte avverto delle fitte allo stomaco (mai avvertite durante i pasti).

Concludo dicendo che soffro di stitichezza da più di 6 mesi (evacuazioni quotidiane ma feci dure a volte anche a palline). Mai avuta, anzi solitamente soffrivo di diarrea nei momenti di stress. Ora solo stitichezza ed a volte feci normali. Sono dimagrito di 4-5 kg. Ora che ho questi problemi a mangiare ho il terrore di dimagrire ancora di più. Il gastroenterologo dice che i miei sintomi sono riconducibili a stress (intestino irritabile e reflusso e mi ha dato un ansiolitico). Posso essere d'accordo perché sono iniziati proprio in questo brutto periodo però vorrei fare lo stesso qualche esame per tranquillizzarmi. Il pensiero di non riuscire a mangiare mi sta devastando psicologicamente. Secondo voi che cosa devo fare? Tutto questo è solo reflusso? A quale malattia sono riconducibili i sintomi?
Grazie mille
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,9k 2,2k 88
Per questi disturbi di difficoltà mangiare ha eseguito una gastroscopia ?


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore la ringrazio della risposta,

mai fatta una gastroscopia. Per quanto riguarda il fastidio per il bere no, non mi è stata prescritta in quanto i miei disturbi sono stati ricondotti a stress.

Per quanto riguarda la difficoltà a mangiare da poco insorta neanche. Anche qui mi hanno detto che a causa del brutto periodo che sto passando sono un po' ansioso e questo mi da l'impressione che il cibo si blocca in gola e fa peggiore il reflusso causando bruciore.

Sarebbe il caso di farla?

Questo esame permetterebbe di capire se queste difficoltà sono dovute a cause reali o a cause psicologiche?

Può essere che il reflusso peggiorando mi sta causando questa difficoltà a mangiare?

Grazie mille
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,9k 2,2k 88
Se con in farmaco opportuni i disturbi non si risolvo allora farei la gastroscopia, con biopsie in esofago, per escludere una esofagite eosinofila.


Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio