x

x

Ernia iatale ed extrasistoli

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Buongiorno! Io Le scrivo perchè è da 3/4 anni che soffro di disturbi gastro intestinali.Ho avuto l'ulcera duodenale, ho una piccola ernia iatale e probabilmente anche reflusso gastroesofageo anche se nell'ultima gastroscopia che ho fatto 2 anni fa' non me l'hanno riscontrata però ultimamente sento sempre fastidio sotto le costole a sinistra soprattutto quando sto seduta, fitte al braccio sinistro, collo e mandibola sempre parte sinistra, eruttazioni molto frequenti e anche extrasistoli molto frequenti da circa un mese, soprattutto dopo mangiato.Ho effettuato degli esami per il cuore ed è risultato tutto nella norma.Da un mese sto assumendo Pantoprazolo da 40 alla mattina a stomaco vuoto e delle bustine di Gaviscon 3 volte al giorno dopo i pasti.Mi è capitato ancora di sentire tutti questi sintomi in passato tranne le extrasistoli e so che la cura e lunga e i miglioramenti arrivano dopo un bel po' di tempo però la cosa che mi preoccupa di più sono le extrasistoli che si presentano sempre indipendentemente da quello che mangio.Sto molto attenta al mangiare e cerco sempre di non appesantire lo stomaco.Possono essere provocate da questa piccola ernia iatale e dal reflusso visto che il cuore sembra sia sano? Ho effettuato anche un'ecografia addominale completa e andava tutto bene.Devo ripetere la gastroscopia secondo Lei? Delle volte quanto mi piego sento il mangiare che mi risale in bocca, ho l'alitosi e anche una leggera tosse secca.Grazie mille per la disponibilità.
[#1]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25,5k 633 347
Si, certo puo' essere.
Si, puo' essere indicata una nuova gastroscopia. Prego.

Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, dottore! Ho prenotato la gastroscopia per Lunedì, 7 dicembre.Le volevo chiedere però un'altra cosa.Mi è capitato ancora di avere questi disturbi che arrivano dallo stomaco però è la prima volta che mi vengono le extrasistoli.E nonostante abbia cominciato la cura con Pantoprazolo e Gaviscon da un mese non ho notato ancora grandi miglioramenti..è normale secondo Lei? Poi le extrasistoli potrebbero aumentare durante la gastroscopia che già mi fa una paura tremenda visto che l'ho gia fatta altre 2 volte ed è molto fastidiosa? Posso prendere un calmante prima di presentarmi all'esame o e meglio che mi facciano qualcosa loro quando arrivo li? La ringrazio di nuovo.
Cordiali saluti!
[#3]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25,5k 633 347
Bene.
Si, puo' essere.
Puo' prenderlo ma informi chi eseguira' l' esame. Prego.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dottore! Ho eseguito la gastroscopia e il risultato è il seguente:

Esofago ben canalizzato mucosa nella norma.
Stomaco iperemia astrale ,piloro transitabile bulbo cicatriziale con mucosa iperemica.D2 nella norma.

Gastrite e bulbite cicatriziale.

Praticamente mi hanno detto che ho solo una gastrite abbastanza infiammata però niente ernia iatale o reflusso gastroesofageo.Quindi immagino che è poco probabile che una gastrite provochi delle extrasistoli.Mi dicono sempre che è l'ansia ma anche prendendo degli ansiolitici e anche nei momenti in cui non ci penso, queste palpitazioni si fanno sentire soprattutto la sera e dopo mangiato.
Lei pensa che la gastrite può comunque influire sulle extrasistoli o non c'entra niente?
Grazie mille di nuovo e buona serata!
[#5]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25,5k 633 347
Puo' essere l'ansia ma puo' essere anche il reflusso, senza esofagite.Prego
[#6]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, dottore! Le scrivo di nuovo perchè dopo due mesi di terapia con Pantoprazolo e Gaviscon i disturbi continuano a farsi sentire ogni giorno.Soprattutto le extrasistoli.Non c'è giorno in cui non ne abbia almeno 10-15 extrasistoli, delle volte anche di più.E so che arriva tutto dall'apparato digerente perchè lo sento.Però anche se sto attenta all'alimentazione, non fumo, non bevo caffè, seguo la terapia da più di due mesi, faccio attività sportiva non ho visto nessun miglioramento.Ormai mi sto anche abituando con le extrasistoli, nel senso che non mi spaventano più come prima però non voglio neanche vivere così.Ho provato anche con Biancospino, Omega 3, Ansiolin ma niente ha funzionato.Non so più cosa fare,è solo questione di tempo o mi devo rassegnare e imparare a convivere con questi fastidi?Ci sono altri esami che posso fare per riuscire a capire cosa c'è che non va?
Grazie tante e buona giornata!
[#7]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25,5k 633 347
Potrebbe essere indicata una phmetria,ne parli con il gastroenterologo. Prego.

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio