x

x

Problemi a deglutire

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

buona sera, sono una ragazza di 37 anni, a volte mi capita di avere difficoltà a deglutire, mi può capitare sia per deglutire cibo che liquido ma anche solo per deglutire la saliva. cosa puó essere? quando mi capita per deglutire il cibo occorre che tossisco per buttarlo fuori mentre per la saliva devo bere! è come se avvessi un blocco..che cosa devo fare? Poi quando sono riuscita a deglutire mi rimane in gola la sensazione di oppressione! Non so se significa qualcosa ma ultimamente soffro molto di salivazione eccessiva!
grazie mille
[#1]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4.6k 139 98
Gentile signora,
in considerazione della episodicità del fenomeno e della sua età è verosimile che sia necessario un approfondimento sul piano psicologico per valutare la possibile natura funzionale del fenomeno.
Cordiali saluti.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2]
Dr. Roberto Mangiarotti Gastroenterologo, Medico internista 898 15
Gentile Utente, il sintomo che riferisce potrebbe essere solo espressione di uno stato ansioso. Tuttavia una attenta visita specialistica gastroenterologica potrebbe evidenziare la possibilità di altre cause organiche (ad esempio una esofagite eosinofila) e quindi indicare l'opportunità di ulteriori accertamenti quali la gastroscopia e lo studio radiologico della deglutizione. Cordiali saluti

Dott. Roberto Mangiarotti

[#3]
dopo
Utente
Utente
innanzitutto grazie mille per le risposte. Leggendo in internet i miei sontomi sono associati a tumori, le cause organiche che mi indica sono anche tumori? questi episodi sono capitati raramente peró questa sera ho avuto paura.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Mi devo preoccupare?
[#5]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4.6k 139 98
Proprio perché smetta di "preoccuparsi", ma se ne "occupi" in maniera concreta e risolutiva, è importante avvalersi di una consulenza psicologica.
Cordiali saluti.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Secondo Lei Dottori sono legati a stati ansiosi?
[#7]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4.6k 139 98
Gentile signora,
comprenderà che è impossibile azzardare una opinione concreta in un consulto a distanza, questo è il motivo fondamentale per il quale non si possono formulare diagnosi sul web: è necessario superare il confine del virtuale ed effettuare la visita medica.
Il ruolo che noi medici ci assumiamo nella consulenza online è quello di orientamento verso le procedure più idonee per ottenere il risultato e di chiarire eventuali dubbi su termini e definizioni non immediatamente comprensibili.

Ciò premesso nel suo caso è necessario procedere con la visita medica specialistica gastroenterologica; da questa potrà emergere la necessità di effettuare un esame strumentale oppure la sua inutilità; se dovrà sottoporsi a indagine strumentale (verosimilmente gastroscopia + alcune analisi di laboratorio), da queste si desumerà una diagnosi e la conseguente terapia. Se il medico che potrà visitarla, in base alla visita riterrà che l'intera sintomatologia sia di natura funzionale, è molto probabile che la indirizzerà in ambito psicologico.

Da quel che ha scritto fino ad ora, io ritengo che la consulenza psicologica può esserle di grande utilità sia che debba effettuare altre indagini, sia nel caso che queste risultino superflue.
Ci aggiorni, se lo desidera, dopo aver effettuato quanto indicato.
Cordiali saluti.
[#8]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la risposta..
Cordiali saluti