x

x

Acidità, diarrea e calo ponderale

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Buonasera gentilissimi Dottori. Da circa un anno e mezzo soffro di alcuni problemi intestinali. I principali sono la diarrea e l'acidità gastrica. Cercherò di raccontarvi nei particolari ciò che e stata l'evoluzione di questi sintomi, nella speranza che qualcuno di voi possa aiutarmi a capire qual è il problema e possa indicarmi gli esami clinici più adatti per arrivare a una diagnosi.

Premetto che non ho mai avuto un'attività intestinale regolare. Ho sempre avuto un po di stitichezza da quando ero bambino. Circa 10 anni fa il mio medico di famiglia mi aveva detto, controllandomi l'addome, che avevo il colon irritabile. Detto questo, a parte la solita stitichezza, non ho avuto particolari problemi, fino a circa due anni fa. Io sono un tipo sedentario, che ha sempre avuto la tendenza ingrassare. Due anni fa tuttavia gli amici mi hanno fatto notare che stavo dimagrendo, senza che io avessi modificato le mie abitudini alimentari e senza iniziare un attività fisica costante. All'inizio non ho dato molto importanza alla cosa, fino a che mi sono pesato e mi sono accorto che avevo perso almeno 3-4 kg, da 80 a circa 76. Contestualmente ho cominciato a notare dei disturbi particolari che prima non avevo mai avuto. Mangiavo molta lenticchia, almeno due-tre volte a settimana, ma quando andavo di corpo avevo sempre diarrea e c'erano i chicchi di lenticchia interi, come se il mio intestino non fosse in grado di digerirli. Ho notato che la stessa cosa avveniva anche con il fagiolino (pezzi interi indigeriti) e con altri cibi, che ho quindi eliminato del tutto dalla dieta. Ho anche eliminato la salsa e altri sughi che ritenevo potessero irritarmi l'intestino, col risultato che quando andavo di corpo ero un po' più solido, nonostante avessi sempre diarrea. Dopo un po di tempo ho notato che la diarrea non era di colore marroncino, ma era di un colore giallo chiaro. Questo avveniva in particolare quando mangiavo cibi con grassi, tipo olio d'oliva crudo. Insomma grassi sani, non schifezze. Limitando l'uso di olio e di altri grassi il colore tende a tornare normale, ma quando occasionalmente uso olio d'oliva ritornano di colore giallo.

Qualche mese fa mi sono fatto controllare da un otorino perché presentavo del sangue dalla gola, e lui mi ha detto che avevo la faringe piena di varici, probabilmente dovute a un eccesso di acidità gastrica. Ho quindi preso una serie di accorgimenti per ridurre l'acidita e per un po' ci sono riuscito. Il problema tuttavia e che nonostante abbia tolto i cibi che non andavano e abbia cambiato abitudini alimentari ho continuato a perdere peso. In questo momento peso 67-68 chili (ho perso circa 12 kg) e nonostante mangio parecchio (anche 400-500 grammi di pane al giorno) la perdita di peso non si arresta. E la cosa mi sta facendo preoccupare perché non ho mai pesato meno di 70 kg. Non so come risolvere questa diarrea e acidità, ma è la perdita di peso a preoccuparmi di più.

Spero possiate darmi qualche consiglio. Grazie a tutti
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 25,7k 986 12
Una perdita di tanti Kg merita una visita gastroenterologica.
Sono molte le patologie dell'apparato digerente che causano dimagrimento.
Non le consiglio esami perchè questi possono essere programmati solo DOPO una visita accurata!
Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio