Utente
Salve sono una ragazza di 22anni. Da un anno soffro di disfagia ai solidi, bruciore di stomaco e male alla bocca dello stomaco, E sensazione che il cibo restj incastrato in gola, soffro d'asma allergica agli acari. A luglio 2016 ho fatto una prima gastro in cui é emersa una gastropatia cronica eritematosa, trattata con esomeprazolo 40 1 c/di per tre settimane le biopsie di questa gastro indicava mucosa gastrica di tipo antrale e corpo-fundico con infiltrato infiammatorio cronico di grado lieve.attività assente.Metaplasia intestinale assente.Helicobater Neg.
Non subito dopo la terapia con IPP ma verso settembre ho ripreso a mangiare quasi normale ad eccezione della carne che facevo difficoltà a deglutire. Da due mesi ho nuovamente una forte disfagia inizialmente ho ripetuto l'esomeprazolo su consiglio del medico di base, poi ho fatto una visita gastroenterologica dove sospettavano la malattia da reflusso gastroesofageo poi mi hanno abbinato al lucen 40 anche il faringel dopo i pasti e prima di dormire ma senza beneficio allora la gastroenterologa ha voluto che ripetessi la gastroscopia con biopsie anche in esofago per escludere un'esofagite eosinofila.
Dall'esame hanno riscontrato esofagite di grado B (Los Angeles) esofago a livello della linea Z e mi hanno variato la terapia con lansoprazolo 40 mg e aroé dopo pranzo e cena, le biopsie hanno riscontrato Mucosa gastrica di tipo antrale con infiltrato infiammatorio linfomonocitario di grado lieve.attività assente.atrofia assente.metaplasia assente helicobacter.neg
Mucosa gastrica di tipo transizionale antro-corpale com infiltrato linfomonocitario di grado lieve. Attività atrofia e metaplasia assenti. Helicob. neg.
Mucosa gastrica di tipo corpo-fundico con infiltrato infiammatorio linfomonocitario di grado lieve.assenti attività atrofia metaplasia. helicob. NEG.
Conclusioni: Gastrite non atrofica stadio Olga:0 inoltre é scritto lembi di epitelio pavimentoso composto di lieve acanatosi. Non si reperta chorion supepiteliale. Mi hanno detto di continuare terapia per due mesi. Per l'asma prendevo il robilas 1 cpr e relvar 1 puff al mattino questa era una terapia che avevo da un anno circa dall'inizio del problema. Ora sono tornata alla cura vecchia singulair da 10 1 cpr e foster 2puff mattino e 2puff sera. Ho da una settimana fatto una gastroenterite forse perché mangiavo solo pappette e latte... Vorrei chiederle ora se secondo voi la terapia é adatta?
Se la disfagia e il calo di peso sono dovuti alla gastrite/esofagite? Ora peso 51 e sono alta 1,70 ma un anno fa pesavo 65.
Se a suo parere possono esserci intolleranza alimentari che mi causano questo?
In quanto tempo riuscirò a mangiare normale o comunque più veloce? Io ora mi sforno a mangiare solidi ma ci sto tanto tempo... Grazie in anticipo per la risposta e per la vostra cortesia.

I migliori saluti
Buona giornata

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Ci possono essere intolleranze alimentari, ma di più sospetto un'esofagite eosinofila. Le biopsie in esofago sono state eseguite ? Quante e a che livello ? Potrebbe riportare la descrizione della gastroscopia ?

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore,
Le scrivo l'esito della gastroscopia
Facile introduzione della sonda endoscopica.
ESOFAGO
regolare per calibro, rilievo mucoso e peristalsi. Linea Z a 39 cm dall'arcata superiore, coincidente con il giunto esofago-gastrico e con lo haitus esogafeo. Linea Z edematosa, con un paio di erosioni di 4-5mm.
STOMACO
Cavità gastrica con discreta quantità di liquido aublimpiaso chiaro. Mucosa gastrica lucente, di colore arancio. Pliche gastriche distendibili. Piloro pervio.
DUODENO
Bulbo e seconda porzione duodenale normali.
Sono state eseguite:
A. nr. 4 biopsie duodeno seconda porzione
B. Nr. 2 biopsie duodeno bulbo
C. Nr.2 biopsie stomaco antro
D. Nr. 2 biopsie stomaco angulus
E. Nr.2 biopsie stomaco corpo
F. Nr. 4 biopsie esofago inferiore
G. Nr. 4 biopsie esofago terzo medio
H. Nr. 4 biopsie esofago terzo superiore
Diagnosi
Esofagite di grado B classificazione Los Angeles, esofago a livello della linea Z.

Esame istologico
A. Frammenti di mucosa del duodeno senza significative alterazioni morfologiche
B. Frammenti di mucosa del duodeno prossimale senza significative alterazioni morfologiche
C. Mucosa gastrica di tipo antrale con infiltrato infiammatorio linfomonocitario di grado lieve. Attività assente. Atrofia assente (score 0 sec.Olga) Assente metaplasia. Helicobacter pylorii:Neg.
D. Mucosa gastrica di tipo trasizionale antro-corpale con infiltrato infiammatorio linfomonocitario di grado lieve. Attività assente. Atrofia assente (score 0 sec. Olga) Metaplasia assente. Helictobacter pylorii: Neg.
E. Mucosa gastrica di tipo corpo- fundico con infiltrato infiammatorio linfomonocitario di grado lieve. Attività assente. Atrofia assente ( score 0 sec.Olga) metaplasia assente. Helictobacter pylorii:Neg.

Conclusioni: Gastrite non atrofica
Stadio OLGA:0

F.G.H. LEMBI DI EPITELIO PAVIMENTOSO COMPOSTO CON LIEVE ACANTOSI. NON SI REPERTA CHORION SUPEPITELIALE.

Le ho scritto nel dettagio sia la gastroscopia sia l'esame istologico.
Le chiedo inoltre se nel frattempo devo seguire qualche dieta o fare qualche esame...

Grazie anticipatamente
Buon pomeriggio

[#3] dopo  
Utente
Salve dottore,

Ho fatto anche i test allergici ed inalanti,
Risulto sensibile al latte ed allergia bassa agli acari...
Inoltre da alcuni giorni sto meglio ho iniziato a mangiare pasta in bianco.
Mi hanno assegnato anche una terapia naturale per aiutare oltre alla terapia medica, infatti mi hanno dato gocce di rosmarino 30 prima dei tre pasti principali e 60 gocce di fico prima di dormire. Non so se possono essere anche queste ad avermi aiutata oppure la terapia con ipp e aroé/faringel stanno pian piano facendo effetto.

In attesa di risposta
I più cordiali saluti

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'istologia della gastroscopia è normale e la riduzione dei sintomi può essere dovuta sia alla terapia antiacidi che a quella per l'intolleranza.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente
Salve dottore,

Grazie per la Sua risposta.
Quindi lei pensa che la terapia attuale sia corretta e mi porti a guarigione?
Anche se ci sono giornate in cui mangio bene e altre che fatico... Ci vorrà solo molto tempo?

Nell'attesa di risposta

I migliori saluti

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La terapia è corretta, ma non è possibile definire i tempi di guarigione....
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente
Grazie dottore per la Sua cortese risposta.
Allora resto nella speranza che mi possa guarire definitivamente e mangiare normale! Le farò sapere...

Grazie di cuore
Buona giornata

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Auguroni. A risentirci.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it