Utente
Gentilissimi medici, vi sarei grato se riusciste a fare chiarezza su una situazione che peggiora sempre di più e mi spaventa moltissimo, togliendomi tranquillità.
A fine 2013 ho effettuato una EGDS con il seguente referto :
In senso prossimale alla linea Z (a 37 cm dalla rima orale) è presente una lingula di 7 mm di altezza (bioposie). Sempre in senso prossimale alla linea Z sono presenti erosioni lineari non confluenti sino a 35 della rima orale.
Istologia: Frammenti bioptici mucosi rappresentativi della giunzione esofago-gastrica.

Nel giugno 2016 ho effettuato una nuova EGDS con il seguente referto:
Giunzione esofago- gastrica a 35cm dalla rima orale, malposizionata come da ernia da scivolamento. Stria iperemica sopragiunzionale (biopsie A), controlateralmente stria colora salmone che si estende prossimalmente alla linea Z per circa 6mm (biopsie B)
Istologia : Mucosa caratterizzati da un rivestimento in parte squamoso ed in parte (solo in A) di tipo ghiandolare gastrico, fundico , con atrofia e modica infiltrazione infiammatoria cronica. Non si rileva metaplasia intestinale.

Di seguito a questo referto il medico curante, senza darmi fretta, mi consiglia di rivolgermi ad un centro specializzato e cosi ho fatto.
Ecco la EGDS appena fatta ieri:
Giunzione esofago-gastrica a 35 cm, impronta pilastri a 36 e piccola camera erniale. SES a 16 cm appena al disotto del quale presente isola di mucosa gastrica ectopica (biopsia). Viscere per il resto normale per calibro e aspetto fino a 34 cm ove inizio di lingue di mucosa colonnare fino alla giunzione esofago-gastrica. Non evidenza di franche aree sospette per displasia né in modalità NBI-zoom né dopo colorazione con acido acetico 1%. Sulla lingua a ora 7 (bio) e ore 2 (bio) due minime areole discromiche non francamente sospette (bio). Si eseguono biopsia anche su lingua a ore 11 e ore 4.
Short Barret, ernia iatale ed ectopia cervicale mucosa gastrica.
Nel consegnarmi il referto (senza referto istologico) si è detto sicuro che vi sia “metaplasia intestinale”.

Premetto che assumo da 3 anni regolarmente omeprazolo 20 , controllando il reflusso (mi sembra scomparsa l’esofagite)

ECCO LE MIE DOMANDE:
-Come è possibile che in pochi mesi compare un metaplasia intestinale che prima non c’era. Si sono sbagliati i medici delle prime EGD o si è innescato un discorso evolutivo (esofagite prima, metaplasia fundica dopo e metaplasia intestinale ora) ?
- Adesso sono anche comparse l’isola di mucosa gastrica ectopica a 16cm e due areole discromiche. Cosa sono ? Sono pericolose?
Sono molto spaventato e ho paura, visto il progressivo complicarsi del quadro, che si arrivi ad un tumore .

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica


>> Nel consegnarmi il referto (senza referto istologico) si è detto sicuro che vi sia “metaplasia intestinale”. <<

Non è corretto parlare di Barrett senza esito istologico e qualora ci fosse della metaplasia intestinale (ossia Barrett) non si allarmi in quanto con tali dimensioni (ultra-short barrett) non ci sarebbe alcuna evoluzione e potrà vivere sonni tranquilli.

L'eterotopia di mucosa gastrica all'esofago cervicale è un residuo dello sviluppo embrionale. Non sempre è facilmente individuabile endoscopicamente ( o bisogna andare a cercarla in modo mirato) ma non desta comunque alcuna preoccupazione.

In definitiva: non è cambiato nulla.


Auguroni

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Innanzitutto, le sono grato per la celere e chiara risposta. Appena in mio possesso, integrò il quadro con i risultati istologici.
Nel frattempo, approfitto ancora della sua disponibilità per porle ancora qualche domanda:
-Mi sembra di capire che lei non ritiene il mio quadro clinico, nei 3 anni, sia sostanzialmente cambiato. A parte la scomparsa dell’esofagite , ritiene piuttosto cambiato l’approccio e/o la strumentazione degli operatori ? Ed il fatto che la metaplasia prima non c’era, poi è fundica e adesso (sembrerebbe!?) intestinale, è dovuta alle zone dove si è scelto di fare le biopsie e non ad una evoluzione in senso degenerativo ?
- Lei è molto rassicurante, ma in giro non trovo affatto ottimisti sul Barrett, a cominciare dal mio medico curante. Per ridurre i rischi neoplastici, nel mio caso lei ritiene opportuno effettuare una rimozione della metaplasia (ablazione o mucosectomia ) riducendo cosi anche le ansie da futuro ?
Grazie, per tutte le risposte che vorrà darmi, e spero che siano utili anche agli altri interessati al Barrett , che scopro molto numerosi in rete. Grazie ancora.

[#3] dopo  
Utente
...dimenticavo.

Il medio curante, nello strenuo tentativo di terrorizzarmi, mi ha consigliato "vivamente e velocemente" anche di effettuare una manometria, ph-metria e bilimetria.
Lei concorda ?

Grazie

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
È cambiato l'approccio dell'endoscopista e la modalità delle biopsie. Si tratta di un Barrett di piccole dimensioni che non ha tendenza all'evoluzione. Ogni trattamento è invasivo e non privo di rischi. Non vedo al momento indicazione. Il suo medico è fuori strada.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente
Buongiorno,

quindi mi sembra di capire che, in base al quadro esposto, lei non ritiene necessario/utile effettuare gli esami fisiopatologici.

Dovrò evidentemente assumere gli IPP (Omeprazolo 20 è sufficiente?) e predisporre un programma di sorveglianza (EGDS/Biopsie ogni anno ) ?

Non finirò mai di ringraziarla.

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ok per l'omeprazolo 20 ed un controllo fra 2-3 anni.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente
Non finirò mai di ringraziarla.
Grazie.

[#8] dopo  
Utente
Buonasera, ho appena ricevuto i risultati istologici.

Nei campioni della mucosa antro gastrico e mucosa angolare:
Gastrite non-atrofica di transizione ossintico-antrale (flogosi linfomonocitaria=+--, attività=---)

Nei campioni della mucosa del corpo gastrico:
Mucosa gastrica ossintica con angiectasie della lamina propria.

Nei campioni (4 a 34 cm dall arcata dentaria)della mucosa della mucosa esofagea :
Mucosa della giunzione squamo- colonnare con iperparacheratosi dell epitelio pavimentoso e con minima flogosi linfomonocitaria e angiectasie della lamina propria .

- Nei campioni (2 a 18cm dall arcata dentaria)della mucosa della mucosa esofagea :
Mucosa della giunzione squamo- colonnare con iperparacheratosi dell epitelio pavimentoso e con minima flogosi linfomonocitaria e angiectasie della lamina propria .( reperto compatibile con ectopia di mucosa gastrica in esofago).

Cosa significa? Ho il barrett? Che quadro clinico è?
Grazie infinite

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Nessun Barrett e si conferma l'eterotopia di mucosa gastrica (reperto senza significato clinico) in esofago cervicale.

Assoluta tranquillità.





Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
Caro dott. Cosentino , quindi è un quadro infiammatorio? Cos è la iperparacheratosi e se è una proliferazione displastica? Non c è neanche nessun tipo metaplasia?
Le sono infinitamente grato per le risposte che mi darà.

[#11] dopo  
Utente
Stasera sono stato dal medico curante che si diceva perplesso / preoccupato per la presenza di iperparacheratosi. Non trova il referto confortante. Non so cosa fare. Vi sarei infintamente grato se mi aiutaste. Grazie

[#12]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non corre alcun rischio. Si tratta di una reazione tissutale al reflusso.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#13] dopo  
Utente
Grazie per la risposta come sempre puntuale e chiara.
In conclusione , mi sembra di capire, che il quadro è infiammatorio ( senza segni di esofagite?) e assenza di esofago di Barrett.

In un quadro come questo è indicata l'assunzione continua di prazoli e la sorveglianza endoscopia/biopsia (si/cadenza)?

Grato per quello che fa.

[#14]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Terapia con IPP solo caso di sintomatologia. Controllo a 3-5 anni.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#15] dopo  
Utente
Grazie.
Il servizio che rende, la professionalità e la cortesissima disponibilità ,le rendono onore come medico e come uomo.
Grazie ancora.

[#16]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Grazie per le sue parole ed auguroni.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it