Utente
Salve a tutti gentili dottori,
Ho 22 anni e soffro di IBS. Torno a scrivere qui per questo problema che ancora mi assilla.

Da circa due settimane ho evacuazioni molli/poco formate ogni mattina. L'origine di queste evacuazioni credo sia di tipo psicologico, infatti sono capitate a ridosso di un periodo stressante.

Durante questo periodo ho inoltre avvertito dolori sotto la scapola sx, che mi hanno ingiustificatamente allarmato (anche perché ho effettuato ricerche su internet, cosa che non farò mai più!) e portato a pesarmi con ossessione tutti i giorni, a controllare colore delle feci (passavano dal marrone chiaro a quello scuro) e delle urine. Ciò ha comportato un leggero calo della fame e del peso; alcuni giorni ho mangiato solo riso e té. Conseguentemente il senso di agitazione è andato aumentando, portando bocca secca e talvolta leggera nausea; inoltre, ogni mattina mi sveglio in stato di ansia, con battito accelerato e, appunto, feci molli.

Durante il giorno non avverto particolari dolori addominali, addirittura quasi assenti rispetto ad anni addietro, né vado oltre l'evacuazione mattutina, ma ho sempre questo pensiero fisso che mi assilla, che sia qualcosa di grave.

Io cerco di convincermi che è una cosa che parte dalla mia testa, anche perché ho letto articoli proprio su questo portale i quali affermano che somatizzare l'ansia può portare a disturbi gastrointestinali ed inoltre il continuo cavillare ed agitarsi potrebbero poi in spiacevoli malattie a carico dell'apparato digerente.

Mercoledì scorso ne ho parlato col mio curante, che mi ha rassicurato dicendo che i dolori alla schiena sono di tipo posturale (infatti sto spesso ricurvo sui libri) e mi ha dato dei fermenti lattici per le feci molli. Non ha voluto prescrivermi analisi. La cosa ha funzionato per un giorno, trascorso al mare, ma poi tutto è ricominciato da capo, con feci molli al mattino e fame che va e che viene.

Tutto questo mi getta nello sconforto e non so cosa fare, mercoledì ne riparlerò e mi farò indirizzare da uno psicoterapeuta.

Intanto chiedo a voi, gentili dottori, il fattore emotivo può essere così determinate? Come faccio a tranquillizzarmi?

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si affidi ad un bion psicoterapeuta.
Si sta comportando da malato pur essendo sano.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la celere risposta dottore.
Il fatto è che ogni volta che mi rilasso e che mi dico che va tutto bene, c'è un evento che mi riporta agitazione e comincio a rimuginare... Un dolorino, uno spasmo, qualcosa che percepisco come anomalo mi riporta sempre in allerta

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Un dolorino o uno spasmo lo hanno tutti più volte ogni giorno......
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio per la pronta risposta dottore, mi tranquillizza molto.

[#5] dopo  
Utente
Dottore volevo chiederle se l'alvo alternato è normale.
Ieri lo stimolo di evacuare non l'ho avuto, mentre oggi di nuovo feci molli e poco formate

[#6]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Probabilmente intestino irritabile.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia