x

x

Colite ulcerosa

Salve, vi scrivo per avere un consulto riguardante la mia situazione. Da metà aprile ho avuto l'insorgenza di una diarrea cronica, accompagnata nei primi tre giorni da febbre bassa (37,5). Inizialmente diagnosticatomi un classico virus intestinale, mi son stati prescritti dei fermenti lattici ed una dieta in bianco. La situazione non è migliorata e la diarrea si è protratta per 65 giorni consecutivi, accompagnata da forti mal di testa dopo i pasti (talvolta presenti sin dal risveglio), e da dolori di bassa intensità nella parte sinistra dell'addome e centrale del basso ventre. In seguito ad analisi di feci (assenza di sangue occulto), sangue e urine è risultato essere tutto nella norma, esclusi i leucociti leggermente alti ( 11,3). Mi son stste quindi segnate delle analisi per intolleranza al lattosio e celiachia, che non ho purtroppo potuto svolgere. Ho peró eliminato il glutine dalla mia dieta e la situazione è subito migliorata a tal punto che nel giro di una settimana son passato da 6 defecazioni giornaliere (diarrea) ad 1 max. 2 con feci composte. La situazione è stata stabile per due settimane circa salvo poi il ripresentarsi di diarrea e mal di testa per periodi di 2/3 giorni circa. Ció mi ha portato ad un consulto dal gastroenterologo, il quale solo toccandomi l'addome in più punti ha presunto una RCU dandomi una dieta da seguire, delle analisi di feci e sangue ed una cura farmacologica da iniziare subito che comprende Mesavancol, Sucralfato, VSL e Normix. Quando son tornato dal mio medico di famiglia si è leggermente alterato per via della diagnosi secondo lui estremamente precoce e complandomi l'impegnativa per le analisi, si è invece rifiutato di prescrivermi i predetti farmaci, invitandomi anzi ad eseguire una colonscopia e dicendomi che secondo lui è altamente difficile si tratti di RCU. Vi faccio presente che nelle feci non ho mai riscontrato tracce di sangue, ma vi è un alta presenza di muco e di alimenti non digeriti ( buccia zucchine,patate ecc.). L'unica traccia di sangue è presente sulla carta igienica dopo essermi pulito, ma non legata alle feci ed in minima quantità (quasi nulla e non costante) che ho sempre associato alle emorroidi. Nel frattempo sto continuando una dieta gluten free. Vi ringrazio in anticipo per la risposta, gradirei un vostro parere riguardo questa situazione.
Cordiali saluti.
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 25,7k 986 12
Evacua mai di notte?
Ha fatto coprocolture?
Ha fatto dosaggio calprotectina fecale?
Mi aggiorni.
Cordialmente.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
dopo
Utente
Utente
Innanzitutto la ringrazio per l'immediatezza della risposta, dall'ultimo esame delle feci avvenuto il 31.05.2017, risultano assenti sangue e muco, presenti alcuni leucociti ed alcuni granuli di amido, coprocultura negativa, mentre riguardo la calprotectina fecale, non ho svolto l'esame, che è peró presente tra le analisi che svolgeró domani mattina. Se per evacua mai di notte, intende proprio venir svegliato nel sonno dal bisogno di andare in bagno, no, non mi è mai accaduto. Mi capita di andarci peró di rado in casi in cui magari rimango sveglio per studiare fino a tarda notte.
[#3]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 25,7k 986 12
A distanza e senza visita dubiterei della diagnosi di rettocolite.
Mi aggiorni dopo la calprotectina.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore, ho svolto un esame per la ricerca del sangue occulto nelle feci su tre campioni, risultati tutti negativi. Domani avró i risultati dei test ematici e in settimana anche quelli riguardanti calprotectina e clostridium difficile.
Cordiali saluti.

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio