Attivo dal 2016 al 2018
Gentili dottori, da medi ho forte diarrea e febbricola con stipsi alternata alla stessa. Ho avuto febbricola per 8 mesi abbattuta con bentelan IM e antibiotici. Purtroppo e tornata ma ripetendo la cura pare che il bentelan, che uso per lo stato infiammatorio ztia perdendo di efficacia nonostante la dose di 4mg al di. Premetto che.fans.non riesco ad assumerne. Mi chiedevo se posso chiedere al medico se è possibile cambiare il bentelan con n altro farmaco simile che magari non ha perso di efficacia. Inoltre segnalo che dopo clisma la febbre era risalita un po fino a 37.5 e che ho sempre pcr alta e carprolectina alta

[#1]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
12% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Caro Signore,
lei per 8 mesi riferisce di aver sofferto di febbricola "abbattuta" con la associazione di Bentelan 4 mg IM e antibiotici.
Spero si renda conto che, se non ha fatto una colonscopia, chi le ha dato questa terapia empirica non merita neppure un commento: mi pare normale che con il cortisone la febbre venga abbattuta nè conosco quale antibiotico abbia assunto e per quanto tempo.
Il problema è questo: per quale diagnosi si è instaurata questa terapia?
Pare di capire per una flogosi intestinale.
Ma la infiammazione intestinale non si cura a tentoni o ex iuvantibus: si documenta visivamente con una colonscopia e istologicamente con biopsie random o in zone specifiche.
Sulla base di questi elementi il Gastroenterologo stabilisce la terapia, che può prevedere anche cortisonici topici e altri farmaci antiinfiammatori intestinali non steroidei.
Fare 4 mg di Bentelan/die im è senza senso se non si è posta una diagnosi e può procurare anche danni più che benefici: idem per l'antibiotico che distrugge il microbiota intestinale.
Sempre che la febbre sia con certezza di origine da una malattia infiammatoria intestinale.
Perciò si faccia valutare da un ottimo gastroenterologo (al Miulli c'è una eccellente gastroenterologia) e sarà lui a indirizzarla in un percorso diagnostico razionale e a darle la giusta terapia.
Di più, oltre ad allertarla come è stato fatto, da qui non possiamo fare.
Buona domenica,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#2] dopo  
Attivo dal 2016 al 2018
Ho assunto il Bentelan per un altro problema ho una neuropatia e inizialmente mi è stata curata così in più in quanto allergico a paracetamolo e al 99% dei FANS sono vincolato ad assumere steroidi in moltissimi casi. Antibiotico ho preso inizialmente Rocefin, poi Levoxacin e ad oggi Cefixoral tutti farmaci che non mi aiutano a livello intestinale ma che risolvono un po anche la mia BPCO.........

[#3] dopo  
Attivo dal 2016 al 2018
Continuo a scrivere nonostante il secondo non sia stato inserito, dicevo che dopo vari controlli andrò a valutare con colon virtuale, non faccio la normale perchè non voglio la sedazione e o tropi dolori per farla senza Ad oggi faccio terapia reidratante a causa dei problemi di diarrea e dal fatto che mangio poche cose ad alimentazione non tollero quasi più nulla visita allergologica il 18......

[#4]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
12% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
quando si chiede un consulto è buona norma fornire al medico tutti i dati che possano orientarlo in una risposta utile per l'utente.
Lei ha qualche sindrome particolare che ha omesso di specificare?
Perchè lei parla di una allergia al Paracetamolo e a tutte le classi di FANS che è veramente poco credibile ed inoltre dice di avere una BPCO a <30 anni che, se non ha qualche patologia congenita o non fuma dall'età di 15 anni 3 pacchetti al giorno di sigarette, è una affermazione non credibile.
Nel suo caso, ma poi faccia come ritenga, la colon virtuale non le serve a nulla, ma assolutamente a nulla: occorre che il Medico veda la mucosa e la bioptizzi e questo con la colon virtuale non si può fare.
Riepilogando: lei ha una diarrea cronica che la costringe ad una terapia reidratante presumo parenterale, dai suoi dati appare sovrappeso, ha la BPCO a meno di 30 anni, è allergico a suo dire all'Acetaminofene e a tutti le classi di FANS, assume antibiotici senza la guida di una coprocultura e ne trae giovamento: credo che ci siano tutti gli elementi per ricoverarsi con solerzia in una struttura di eccellenza e non perdere ulteriore tempo.
Auguri,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#5] dopo  
Attivo dal 2016 al 2018
Gntile dr. Fumo da.quando avevo 13anni 2 pacchetti al di ridotti a 1 solo di recente sopo forte bronchite. Riguardo ai fans ebbi un odice rosso 2007 con ricovero x paracetamolo e il secondo idem nel 2011 con reazione minore anche oky e leggera tolleranza voltaren. Allergologo mi ha detto di star lontano da fans in generale anche per la gastrite e per intestino.

[#6] dopo  
Attivo dal 2016 al 2018
In ospedale non hanno vuluto ricoverarmi nonostante ci sia stata più volte occasione perche tutti gli esami tranne pcr e qualcosa in emoromo sono negativi per tutto. Il mio problema principale per la colonscopia è il dolore, soffro tremendamente anche per una semplice peretta e ho problemi con i sedanti che di norma o non tollero o sono inefficaci. Come idratazione faccio elettrolitica.

[#7] dopo  
Attivo dal 2016 al 2018
Il gastro enterologo con colon vuole anche capire se è l'intestino ad aver attaccato i nervi o intestino che è stato attaccato dalla neuropatia delle piccole fibre che ho. So che dovrei farla normale ma non esiste un modo per il dolore? Sapevo che è stato approvato il metadone per il dolore severo ma ne avrei diritto? Mi contenterei della morfina visto che tollero bene gli oppioidi.

[#8]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
12% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Intanto smetta di fumare, perchè non ha senso che lei si preoccupi della sua salute e poi se la rovini sciententemente dall'età di 14 anni.
Quando ne avrà 40 se continua così dovrà ricorrere all'ossigenoterapia doliciliare.
Ma queste sono scelte sue delle quali risponde a se stesso.
La colonscopia per lei è indispensabile: può chiedere di farla in sedazione profonda nel qual caso non sentirebbe nessun dolore.
Come vede quasi nulla è impossibile se c'è la volontà di fare le cose.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#9] dopo  
Attivo dal 2016 al 2018
Grazie dottore per i suoi consigli, so bene di dover smettere chiederò al mio neurologo se può aiutarmi con la nicotina.
La terrò aggiornato eventualmente.
Buona giornata.