Utente 456XXX
Salve a tutti, sono Antonio e ho 18 anni. Da ormai gennaio di quest'anno non evacuo con regolarità, ma quando succede le feci si presentano molli, simili a diarrea, e il flusso può continuare ininterrottamente anche per un'ora/ un'ora e mezza, tanto da vedermi costretto a prendere sempre Imodium. Inoltre, durante e dopo l'evacuazione presento dolori nella parte bassa dell'addome(nelle zone a destra, a sinistra e sotto l'ombelico). Questi sintomi si manifestano al mattino accompagnati spesso da nausea e un' eccessiva pienezza dopo i pasti. Ho effettuato diversi esami, quali Gastropanel, Anti-Transglutaminasi, Anti-endomisio, Assetto Immunoglobulinico, Esami feci per parassiti, Calprotectina fecale, SOFT, ecografia all'addome completo, colonscopia, esami del sangue e delle urine. Sono risultati tutti negativi. I diversi gastroenterologi consultati mi hanno diagnosticato la sindrome del colon irritabile, sostenendo che tutti i sintomi sarebbero svaniti una volta terminati gli esami di maturità, nel mentre mi hanno prescritto cure diverse: inizialmente una terapia con Yovis , poi Duspatal accompagnato dal probiotico Enterolactis plus, successivamente una cura che comprendeva i farmaci Pariet, Debridat e Lexil, poi nuovamente Debridat accompagnato da Diosmectal e Feedcolon e infine Spasmomen somatico e Feedcolon (cura che sto portando avanti ancora oggi). Nessuna di queste cure, tuttavia, ha funzionato e gli esami di maturità sono terminati da un pezzo, ma la situazione rimane invariata. Non nascondo di essere abbastanza disperato, poiché tutti questi sintomi non mi fanno star male solo dal punto di vista fisico, ma anche la mia sfera sociale ne risente molto.
In sostanza scrivo qui per sentire un nuovo parere nella speranza di poter risolvere questo problema.

P.S. nessuno dei gastroenterologi consultati ha fatto riferimento all'alimentazione come causa dei sintomi. Potrebbe essere questa una delle cause? Dovrei rivolgermi ad una dietista?

Vi ringrazio per l'attenzione, nella speranza di una risposta
Distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
A distanza, e senza visita, non posso che confermare l'ipotesi di intestino irritabile.
Evacua mai di notte?
La dieta deve essere costruita sulla persona quindi mi sembra una buona idea consultare un nutrizionista!
Cordialmente!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 456XXX

L'evacuazione avviene la maggior parte delle volte al mattino dopo colazione, raramente dopo pranzo e mai di notte.

Per quanto riguarda la dieta, c'è differenza nel consultare un nutrizionista oppure un dietista?

La ringrazio per l'attenzione,
Distinti saluti

[#3] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il nutrizionista dovrebbe essere un medico.....
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 456XXX

Ok, la ringrazio. Seguirò il suo consiglio.
Cordiali saluti