Utente
Buonasera,
Sono un uomo di 57 anni e nel febbraio di quest'anno sono stato ricoverato per la prima volta per un'infiammazione dei diverticoli del colon, sono stato sottoposto alle cure da protocollo e dopo 10 gg sono stato dimesso, nei mesi successivi ho seguito le cure prescrittomi con cicli di antibiotici (flagil)mensili .il 3 luglio ho fatto colonscopia con esito positivo ( non presenti infiammazioni e altre patologie se non la presenza di diverticoli con colletto stretto più in evidenza nel sigma).
Desidererei sapere se nonostante seguo costantemente oltre ai cicli di antibiotici una alimentazione sana continuo ad avere dolori addominali nel basso ventre, gonfiore dopo i pasti, intestino irregolare con feci frastagliate e continui movimenti intestinali.
possono essere gli antibiotici a dare i disturbi? si possono prendere continuamente senza effetti collaterali? e che cure si possono fare in alternativa?
un professore in un primo momento mi aveva consigliato l'intervento chirurgico e nella visita successiva ha valutato di aspettare ,
Non nascondo che sono molto confuso e non so a chi rivolgermi per ulteriori consigli in merito.
Fiducioso di ricevere una vostra risposta in merito ringrazio in anticipo per la vostra disponibilità.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo, non c'è indicazione alla chirurgia. È corretta una terapia mensile di prevenzione come nell'articolo al link indicato.

https://www.medicitalia.it/news/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/3977-diverticoli-del-colon-mesalazina-e-probiotici-efficaci-nel-controllo-della-malattia.html

Da valutare se i disturbi siano associati anche ad una eventuale intolleranza alimentare.

Per quanto riguarda l'alimentazione le allego un altro articolo di utilità:

https://www.medicitalia.it/news/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/5157-diverticoli-noci-semi-e-semini-fanno-solo-bene-al-colon.html



Cordialmente

Felice cosentino


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo Dottore,
innanzitutto La ringrazio per la sua celere risposta e faccio presente che navigando in rete avevo già avuto modo di leggere i link che mi ha inviato, sono un Po demoralizzato per il semplice fatto che ho provato in questi 6 mesi dopo l'episodio di diverticolite acuta a rispettare scrupolosamente i consigli ricevuti dalla lettura degli allegati e nonostante ciò ho vissuto sporadicamente giornate senza avvertire disturbi anzi in alcuni casi quando ho aumentato l'apporto di fibre ho avuto l'impressione che la situazione peggiorasse ,esempio dolori più accentuati, stitichezza e gonfiori addominali pur bevendo minimo 2 lt di acqua al di, niente bevande gassate niente caffè, insaccati , dolciumi tutti alimenti che tra l'altro per mia abitudine non consumano neanche in condizioni normali
non riesco a capire come mai la situazione non tende a normalizzarsi.
voglio comunque ringraziarlo per l'indicazione su assumere mesalazina e probiotici ne parlerò con il mio medico di base e le farò sapere.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Provi anche ad assumere una bustina di psyllium e di polietilenglicole al giorno, e meno utilizzo di verdura (che può dare meteorismo).


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Gentilissimo Dott.
rinnovo i miei ringraziamenti per la sua cordiale e celere risposta, volevo farle presente che ho provato ad assumere psyllium ma ho riscontrato un peggioramento con parecchi disturbi intestinali , proverò ad associarlo al polientienglicole ( anche se non so che sia) e le farò sapere se avrò de benefici.
Grazie

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Molto bene e a risentirci.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
buonasera dottore,
in merito ai post precedenti ho delle domande alle quali desidererei una sua risposta.
Perché non c'è indicazazione alla chirurgia quando può essere una soluzione al problema?
perché sottoporre un paziente con cure cicliche mensili con farmaci.
Assumere continuamente dei farmaci non procurano degli effetti collaterali che potrebbero nuocere seriamente alla salute.
la chirurgia generalmente non si antepone per migliorare la qualità della vita di un paziente?
Certo di una sua risposta aggiungo cordiali saluti.

[#7] dopo  
Utente
buonasera dottore,
in merito ai post precedenti ho delle domande alle quali desidererei una sua risposta.
Perché non c'è indicazazione alla chirurgia quando può essere una soluzione al problema?
perché sottoporre un paziente con cure cicliche mensili con farmaci?
Assumere continuamente dei farmaci non procurano degli effetti collaterali che potrebbero nuocere seriamente alla salute?
la chirurgia generalmente non si antepone per migliorare la qualità della vita di un paziente?
Certo di una sua risposta aggiungo cordiali saluti.

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Una risposta semplice. La chirurgia può avere delle complicanze, e a volte gravi. Quindi, si pone indicazione alla chirurgia solo quando la terapia medica conservativa ha fallito. Ovviamente è anche una sua scelta è certamente troverà un chirurgo disposto ad operarla.



Cordialità
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#9] dopo  
Utente
Grazie per la sua risposta,personalmente credevo che un intervento eseguito in laparoscopia in maniera programmata non comportasse un rischio e a volte anche grave, alcuni me lo prospettavano come un'appendicide maggiore.
Terrò senz'altro conto di quanto mi ha scritto.
La terrò aggiornato sul mio percorso e Le chiederò consigli in merito.
Cordiali saluti

[#10]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Lavoro in ambiente chirurgico e sono di provenienza chirurgica e se qualche chirurgo dice che la resezione del colon sx equivale ad un'appedicite maggiore dice il falso. Per cui non si fidi di tale chirurgo.....


Mi aggiorni.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it