Disturbi digestivi ed esclusione diagnosi celiachia

Salve,
sono stato di recente dal mio gastroenterologo, molto competente, ma sono tornato a casa con qualche perplessità. Cercherò di essere sintetico. Ho 29 anni, altezza 1,89 m, peso attuale 72 kg. Fino a 5 anni fa pesavo 78kg, poi avendo problemi di dermatite seborroica diffusa a petto e barba, e di digestione (tensione addominale, dolori addominali) cominciai a fare una dieta basata principalmente su legumi, pasta, pane, uova, latticini, eliminando il latte, arrivai a pesare 71 kg in un mese, ma stavo generalmente peggio. Ho ripreso una dieta più varia (sempre senza latte) tornando a pesare 74kg, ultimamente ho perso 2 kg non cambiando niente.
Soffro ancora di tensione e dolore addominale, che va e viene a periodi, ed inoltre di: dermatite seborroica, a volte lieve mal di testa di fondo, lieve senso di non equilibrio, vertigini episodiche, periodi di stanchezza accentuata anche con tachicardia, sensazione di mancamento, preoccupazione e debolezza muscolare.
Visite effettuate: cardiologica, tutto negativo, neurologica, distonia focale mano dx (ho da due anni problemi di scrittura con la penna) e lieve tremore arti superiori.
Dalle analisi e visite effettuate le uniche cose uscite sono: livello di vitamina D 28.29 ng/ml (sufficiente da 30 in su) dopo un'estate passata al sole (a volte mi sentivo mancare quest'estate e ho avuto grossi problemi di stomaco), a volte risulta la bilirubina diretta e indiretta aumentate (nelle ultime analisi diretta 1.70 mg/dl, normale fino a 1.0, indiretta 0.3, normale fino a 0.2, sindrome di Gilbert mi dicono), proteina alfa 2 6.9 (normale superiore a 7.0), ves e altri parametri importanti inalterati.
Il mio gastroenterologo mi dice di fare gli esami per intolleranza al lattosio e l'helicobacter. Il glutine lo esclude tassativamente perché le antitransglutaminasi sono negative 1.4 < 9.0 U/A. Io ho dei dubbi sul fatto che il mio malessere generalizzato e la mia tendenza a perdere piuttosto che a mettere peso possano essere dovuti al glutine, ma il dottore non intende farmi fare ulteriori accertamenti in questo senso. Altri episodi importanti: se bevo birra normale mi si chiude letteralmente la gola e non riesco più a berla, ho dolore alla parte alta dello stomaco e all'esofago. Ho provato a bere una birra al pub, vegana e senza glutine e non ho avuto nessun tipo di problemi.
Ho letto che le analisi sierologiche sarebbero più ampie e che si potrebbe anche fare una gastroscopia con esami negativi se i sintomi persistono, ma per adesso il dottore non è di questo parere. E' vero, non ho anemia o altre cose importanti. Ma basta questo ad escludere la diagnosi di celiachia? A me pare che riducendo il glutine mi sento meglio e sono preoccupato in questo senso. Grazie mille per la vostra disponibilità.
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 29.2k 1.1k 12
Potrebbe avere una Gluten Sensitivity: sintomi uguali alla celiachia ma esami negativi.
Ne parli con il suo gastroenterologo.
Cordiali saluti!

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
Utente
Utente
Grazie mille per la sua risposta. Cordiali saluti!
Celiachia

Cos'è la celiachia e come si manifesta? Caratteristiche della malattia celiaca in adulti e bambini, esami da fare e consigli di alimentazione senza glutine.

Leggi tutto