Utente
Buongiorno,
io purtroppo ho avuto una diagnosi di rettocolite ulcerosa nel 2004 quando, ricoverata in condizioni pessime per 20 giorni, per poco non mi dovettero sottoporre ad intervento chirurgico. Poi da quando guarii fino al 2014 riuscii a mantenere in fase di remissione la malattia semplicemente con supposte e clisteri.
Ebbi una severa recidiva nel 2014 che mi durò 7/8 mesi e che riuscii a debellare con inizialmente (x un mese) 4 pastiglie di mesavancol al giorno (clisteri e supposte sempre ogni giorno) e successivamente per gli altri mesi fino a completa remissione 2 pastiglie al giorno.
Poi per tre anni riuscii a vivere abb tranquilla tenendo comunque conto che il mio intestino è molto delicato perchè sia per il cibo assunto sia per eventuali stati d'animo come ansia e stress come minimo si ribella dandomi problemi di meteorismo, aerofagia e dolori addominali ma comunque finchè si vede sangue e muco nelle feci ed i valori della calprotectina fecale sono nella norma vivo tranquilla.
A gennaio 2017 ho fatto una colonscopia che mi ha confermato la fase di remissione.
Purtroppo però ad agosto è tornata la malattia manifestandosi questa volta con una sola scarica al giorno con sangue e dolori più che addominali un po' più su tra stomaco e intestino.
Ho ripreso le 4 mesavancol al giorno sperando di risolvere la situazione velocemente ma poichè non guarivo ho aggiunto anche una pastiglia di cortisone clipper per 15 gg ad agosto e a ottobre l'ho ripresa sempre mantenendo le mesavancol. Praticamente a differenza di 3 anni fa mentre allora avevo 6/7 scariche al giorno e risolvetti il grosso del problema già nel primo mese, questa volta sembra che - pur essendo in forma lieve - la malattia rimanga costantemente viva...al massimo mi illude per qualche giorno perchè le feci sembrano formate e senza sangue e poi dinuovo diarrea con sangue.
Tra l'altro la calprotectina fecale ad agosto era a 900 e a settembre a 300 e tra l'altro il valore della gamma glutamil transferasi che deve essere massimo di 50 sempre con gli esami del sangue di settembre è di 268.
Sono preoccupata. Cosa mi consigliate di fare?
Grazie. Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
una ecografia addominale l'ha fatta?
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#2] dopo  
Utente
Buingiorno Dottore, no in realtà nessuno me l'ha prescritta ed effettivamente non ci avevo pensato. Lunedi la prenoto immediatamente e poi le farò sapere. Secondo Lei tra l'altro quel valore cosi sballato non può essere dovuto ai medicinali che sto assumendo? O potrebbe essere qualcosa di sospetto?
La ringrazio. A presto!
Buona giornata.

[#3]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
si potrebbe essere dovuto ai farmaci ma meglio controllare....
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#4] dopo  
Utente
Dottore buonasera! Ecografia fatta oggi: tutto nella norma e quindi anche il fegato. Meno male.
Resta il fatto che non so come riportare in remissione la rettocolite ulcerosa! X quanto tempo posso o devo assumere il cortisone Clipper? Io un mese fa l'ho assunto per 15 gg, poi sospeso ed ora ho ricominciato...ovviamnete sempre assumendo 4 mesavancol al giorno oltre ai clisteri ogni sera...ma come dicevo continuo a vedere un po di sangue al mattino nell'unica scarica che ho.
Grazie.

[#5]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
buongiorno la terapia la deve gestire il suo medico...
cari saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#6] dopo  
Utente
Immagino che Lei non si voglia nè possa sostituirsi ai Suoi colleghi, xò provo a disturbarLa ancora facendole un'altra domanda: da qualche gg non vedo più il sangue nelle feci e quindi sono già molto contenta senonchè almeno da tre gg è ripreso il gas intestinale subito dopo i pasti che non riesco ad espellere in alcun modo e che ovviamente mi provoca dolore e impossibilità di contatti sociali xchè nemmeno distesa massaggiando l'addome non accenna a diminuire. Oltre a pastiglie di finocchio e carbone dopo ogni pasto prendo anche su consiglio dei gastroent che mi seguono il Colinox ( in sostituzione del vecchio SInaire) ma in questi ultimi 3 gg niente... nessun sollievo. Lei mi può suggerire qualche altro medicinale o rimedio per eliminare questo gas che mi provoca tutto questo dolore addominale?
La ringrazio tantissimo e chiedo scusa per il disturbo.
Cordialmente.
Mira

[#7]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
... non è per scortesia ma la terapia deve gestirla il suo medico curante...
ps : di terapie per l'aria ce ne sono tante, a volte però associare ai fermenti lattici anche degli spasmolitici aiuta....
cari saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#8] dopo  
Utente
Dottore capisco benissimo e comunque La ringrazio tantissimo per tutto ed anche del ps......
Cordiali saluti a Lei!!!!
Mira