Utente 372XXX
Salve,

Sono un ragazzo di 33 anni e circa 2 anni fa mi rivolsi a voi per un parere medico.

Sono diverse settimane ormai che soffro di disturbi allo stomaco quali: digestione faticosa, leggero bruciore alla gola dopo i pasti e nausea (soprattutto alla sera).

Sono stato da un gastroenterologo ed ho mostrato la gastroscopia fatta nel 2016 dove si riscontrava un problema funzionale dello stomaco. Il medico mi ha dato da prendere il perido forte natural e, nel caso di fastidio insopportabile, il levopraid 25mg.

Io, come 2 anni fa, ho paura possa essere qualcosa di brutto...il medico di base ed il gastroenterologo mi hanno detto di stare sereno perché sono troppo giovane... Però ho preso di recente un amico di 36 per un tumore allo stomaco...

La mia domanda è: secondo voi è il caso di fare una gastroscopia? (Il gastroenterologo non l'ha ritenuta necessaria)

Poi il mio cruccio principale...se ci fosse stato un tumore, sarebbe stato visibile già nel 2016? Comunque vada, ci sono parametri che possono tranquillizzarmi sul fatto che non possa essere quello? (per esempio 2 anni sono sufficienti per la formazione di un tumore?)

Io sono terrorizzato perché vedo che le cose non migliorano ed ora sono 2 settimane abbondanti che ho questi sintomi.

Grazie in anticipo,
Fabrizio

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo, purtroppo lei è attanagliato dalla paura del tumore. Non ci sono motivi per pensare a tale malattia ma se la gastroscopia (oggi per via nasale è del tutto innocua) le può essere utile dal punto di vista psicologico allora la esegua.

Cordialmente
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 372XXX

Gentilissimo Dottor Cosentino,

Mi risponde sempre lei e la cosa mi ha molto piacere.

Lei dice che non ci sono motivi per pensare a quella malattia, io sono una persona piuttosto metodica (sono in psicoterapia) e ad azione faccio sempre corrispondere una reazione.

Quali dati le fanno supporre che non sia quella malattia?
Sintomi o semplicemente l'età o il positivismo che bisogna assumere nella vita?

Il mio medico curante pensa che il mio amico sia stato "sfigato" (cit.) Il che mi lascia molto perplesso.

Se si potesse evitare la gastroscopia, preferirei, non sono il fan numero 1 di questo esame.

Però vorrei capire quando è il caso di iniziare a preoccuparsi piuttosto che no... Ecco.

Grazie della sua risposta,
Fabrizio

[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissimo, le ho dato una risposta da medico e da gastroenterologo e non vedo motivi per pensare al tumore gastrico alla sua età e per i suoi sintomi. Nessuno però può darle la certezza assoluta ed anche senza sintomi potrebbe avere un tumore. Sta a lei se fidarsi o meno dei pareri dei medici.
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 372XXX

La ringrazio per la sua risposta.

Ho avuto gli stessi sintomi nel 2016... Ho riletto tutti i messaggi che mi scambiavo con mia madre e mi sono reso conto che l'ultima volta, questi sintomi, sono durati quasi 3 mesi... Sto lavorando più sodo con lo psicologo.

Le ho dato retta... Mi fido e fiderò in futuro di quel che mi diranno i medici.

Grazie ancora della conversazione.

In questi ultimi 3 giorni va molto meglio, lo stomaco. Ancora disturbi e rumori all'intestino... Ma molto meglio.

Grazie infinite.
Fabrizio

[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Molto bene, auguroni
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 372XXX

Salve dottore,

le scrivo per dirle che è arrivato il risultato dell'Helicobacter nelle fecie, risulta negativo con 0.5 come valore identificativo.

Io ho iniziato ad accusare dolori vicino all'ombelico e a volte delle fitte leggermente sopra l'ombelico.
In 1 mese ho perso circa 5 kg (4.6 ma non è importante) e sto ricominciando ad avere dei dubbi.

La mia domanda è la seguente: problemi di questo tipo, per quanto tempo posso progredire prima di fare una gastroscopia? (Se necessaria...perché la eviterei e so già che il medico non mi proporrebbe una gastroscopia transnasale)

Cordialmente,
Fabrizio

[#7] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
È difficile rispondere
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it