Utente 422XXX
Salve, vi scrivo perchè dopo vari esami e varie terapie farmacologiche non ho trovato ancora la soluzione.
Da fine luglio inizio ad avvertire un nodo in gola, a momenti alterni durante la giornata (mattina, pomeriggio, sera). Ignoro questo sintomo. A fine agosto questo nodo in gola diventa permanente e gli unici momenti in cui non lo avverto è mentre mangio (non avverto nessun dolore durante la deglutizione), a questo sintomo si aggiunge una strana sensazione di pesantezza al petto. Mi reco della mia dottoressa che mi dice che potrebbe trattarsi di reflusso e mi prescrive Pantoprazolo 20 (1 cp a diugno, 20 minuti prima di colazione) e Riopan 80 (una bs 1 h dopo pranzo e 1 prima di andare a dormire). Inizio questa cura insieme ad un'alimentazione che escludeva cibi come pomodori, cioccolata, alchool,caffe... Passano 10 giorni e non avverto alcun tipo di miglioramento, tanto che un pomeriggio vista la forte pressione che sentivo al petto mi rivolgo al Pronto soccorso dove dopo una visita mi dicono che forse è il caso di fare una gastroscopia con ricerca di helicobacter pylori, che faccio a fine Settembre. Risultato della gastroscopia: esame endoscopico condotto per via transorale sotto visione diretta. Esofago regolare per calibro decorso e mucosa. Linea Z in sede di aspetto frastagliato. Stomaco normoconformato, con pareti elastiche e bel distensibili, ricoperto da mucosa normale nel corpo e nel fondo, iperemica in antro. Presenza di modica quantità di materiale biliare nello stomaco. Piloro regolare nulla a carico di bulbo e II porzione duonedale. Nell'attesa di ritiro dell'esame istologico, utile proseguire terapia con : pantorc 20 mg 1 cp 30 minuti prima di colazione, gaviscon advance 1 bs prima di dormire e al bisogno, perido natural forte 1 cp prima dei pasti principali per 3 settimane.
Risultato dell'esame istologico (fatto insieme a gastroscopia): Materiale inviato: 1 bio corpo gastrico, 2 nio corpo. Notizie cliniche: pirosi, egastralgia ricerca hr, metaplasia? Reperto macroscopico: 1 tre frammenti 2 due frammenti. Cestelli 2.
Diagnosi: 1. muscosa gastrica di tipo pilorico sede di lieve e focale infiltrati infiammatorio a carattere non specifico della lamina propria. Negativa la ricerca per Helicobacter Pylori.
2. Mucosa gastrica di tipo oxintico sede di lievi congestione ematica della lamina propria. Negativa per la ricerca per Helicobacter Pylori.

Da questa diagnosi capisco che non ho l'helicobacter, ma non mi viene detto nulla sul resto, ho una gastrite? ho un reflusso? non l'ho ancora capito, nonostante le diverse cure che mi abbiano dato da fare.

Il mio medico di base avuti questi risultati della gastroscopia, mi consiglia di fare una ecografia epatopancreatica, pensando si trattasse di calcoli (vista la presenza di reflusso biliare?? e visto che continuava ad esserci nessun miglioramento) dalla quale risulta tutto normale.

Nel frattempo il mio nodo in gola, è sempre lì.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Buongiorno cara, in effetti dalla gastroscopia risulta una gastrite ( non è detto che sia sempre dovuta alla presenza dell'Helicobacter).
la presenza della bile potrebbe essere un reperto quasi normale essendo a digiuno.
a questo punto ci sono 2 possibilità deduttive: 1) il suo disturbo non dipende dal reflusso
2) il dosaggio della terapia non è sufficiente.
le consiglio di tornare dal suo medico di base per approfondire e risolvere finalmente il problema
saluti e ci tenga aggiornati
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#2] dopo  
Utente 422XXX

Grazie Dottor Di Camillo per avermi risposta. Mi sono resta conto che mancava parte della domanda che ora incollo.

...Mi è stato poi consigliato di fare una laringoscopia con fibre ottiche per capire meglio questa sensazione di nodo in gola a cosa fosse dovuto, ed il responso è stato: Mucosa nasale iperemica, ipertrofia dei turbinati inferiori e medi, secrezioni siero mucose in rinolaringe ed ostio turbinero dx e sx. Ipertrofia della tonsille linguale.Mucosa laringea iperemicca ed ematica, Segni di esama delle core vocali vere. Nella norma la motilità. In seguito a questo controllo (fatto esattamente un mese fa) mi è stata data la seguente terapia: Pantorc 20, 1 cp mezzora prima di colazione. Deflux 1 bustina 30 minuti dopo cena. Aerius 5 cp 1 ogni sera. Fluimuvil 600 1 ogni sera. Bentelan 1mg cp 1 dopo colazione per 5 giorni, mezza cp dopo colazione per 3 gg. Multicentrum cp 1 ogni mattina x 30 gg. Ialumar spary 4/5 spurzzi per narice dopo i pasti. Argento proteinato al 2% x 20 gg 1 contagocceper narice mattina e sera. Dopo 1 ora Biorinil 2 spruzzi al gg per 20 gg. Corsodyl 4/5 spurzzi per via orale, dopo i pasti, senza sciacquare per 7 gg. Per sicurezza, e vista la mole di medicine da prendere, dopo 8 gg di questa ultima terapia, chiedo consulto ad un altro medico, che alla lettura delle varie diagnosi mi prescrive una cura ulteriore, dicendomi di sospendere immediatamente il cortisone (che comunque avevo già finito di prendere). Mi dice che dalle precedenti diagnosi è evidente una gastrite "biliare" e la sensazione del nod in gola dipende da questo. Prescrivendomi, 18 gg fa: Lansoprazolo 30 mg cp a digiuno per 30 gg (1 cp alle 8 e una cp alle 20),poi 30 mg per 30 giorni una volta al giorno alle 8, poi lansoprazolo 15 mg per 30 gg, Gaviscon 1 bs 20 minuti dopo i pasti per 15 gg. Motilium 10 mc 1cp 20 minuti prima dei pasti per 15 gg. Ho appena terminato i 20 gg di questa ultima cura, ma la sensazione di qualcosa in gola è sempre lì, ho cambiato diversi Specialisti, per cercare di avere un quadro completo, eppure ad oggi io non ho avuto nessun miglioramento. Scrivo su questo portale nella speranza che qualche Specialista riesca a dirmi qualcosa di più di quel poco che mi è stato detto fin'ora