Utente
Salve Sono ormai 2 anni o più che accuso problemi di vario genere come vomito, reflusso indigestione e alterazioni evacuative. Ho gia fatto diverse visite anche specialistiche e tentanto diverse medicine e trattamenti ma se funzionavano alleviavano ma tornava ugualmente dopo, ho fatto colonscopia e gastroscopia dicono che è tutto a posto helicobatter niente parssiti nulla, celiachia nulla, diabbete nulla, malattie sessuali nemmeno, diversi eco addomi tra cui 'ultima completa tutte negative e anche eletro cardiogramma nelle norme. Tentai pure cure per le sindromi irritabili anche se non ho mai sofferto di queste cose (se non al massimo momenti sporadici comuni). non ostante ciò non riesco a trovare soluzione nemmeno risposta clinica/dimostrata. Dunque soffro di nausea e di una specie di stimolazione al reflusso/vomito inspiegabile creandomi nausea e urrgenza evacuativa e quindi sono spesso costretto a invertarmi modi per riuscire all'evacuazione come delle tazzone di latte e caffè zuccherate al mattino dovendo spesso stare tutto il mattino al bagno(letteralmente) ma non sempre funziona, provai vari lassativi ma diverse volte mi facevano solo stare male in quanto non riuscivo a espellere mi capita prevalentemente la sera che si tente a "rilassarsi" impendendo il riposo appunto per non stare male. ultimamente mi si aggiunge mal di schiena durante gli sforzi che non aiutano per niente tutta via noto che a volte pasta soprattutto al pomodoro o simili mi danno un po di sollievo ognitanto o solo il pomodoro in sè ma dopo non sto comuque bene. Quando mangio non ho problemi anzi si "ferma temporaneamente" tranne ognitanto che e davvero nausea forte.. tentai anche il lato psicologico ma purtroppo accade anche in completa tranquillità e spesieratezza a sorpresa. attualmente vado avanti di Biochetasi che mi aiutò moltissime volte ma non penso posso andare avanti per sempre con essa, essendo zuccheri ci manca solo il diabbete, ho fatto riferimento di male odoranze e di muco anche abbondante a volte ma il mio medico sostiene che e solo perchè "ristagnava" li, se non evaquo completamente entro i 2 giorni non so perchè incominciano i problemi e via di nausea e tutto il riportato sopra o evaquazioni incomplete visto il fastidio quasi permanete di incompletezza evaquativa eppure vedo gente non andarci occasionalmente anche per 7 giorni e stare benissimo.

Cosa posso fare? cosa potrebbe essere questo problema? che mi ostacola molto la vita quotidiana a quanto pare anche il lavoro oltre alla stanchezza di stare in bagno ore nella speranza di fare presto che non aiuta dopo anni creanto una sorta di piccolo rifiuto se non e assolutamente certo che evacuero.

--Mi scuso se c'è confusione ho veramente tante cartelle cliniche che mi perdo ormai sono disponibile a chiarimenti ovviamente.--

per altri sintomi a me noti ho un ipoacusia dalla nascità o comunque in età infantile (7/10 anni circa), una scoliosi lieve convessa a sinistra.

Grazie in anticipo per il tempo.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Direi intestino irritabile.
Deve risolvere il problema della stipsi che è la causa di molti sintomi.
Faccia una visita gastroenterologica per confermare questa mia ipotesi a distanza.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Ero gia seguito da uno specialista, ritiene un ulteriore visita?

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Se finora non ha risolto........
Io indagherei sulla stipsi e sulle sue cause!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Caro Dottore la informo che effettuero un ulteriore visita, nell'attesa il mio medico di famiglia mi ha dato il casenlax 10g insieme a almeno 1,5L di acqua nel arco del mattino ma riscontro feci morbido/pastose difficili da espellere senza sforzi e anche del bruciore mi consultero col medico in giornata nel suo orario di studio. Dovendomi a brevissimo operare per estrazione di 2 ottavi e non potendo sforzarmi per diversi giorni mi preoccupa in quanto tende a darmi nusea e rischio vomito non è la situazione piu ideale campando di biochetasi nei ultimi mesi vorrei evitare di prendere il diabbete che gia sono costretto a assumere cibi "spazzatura" o soprattuto al mattino con tazze di latte e caffe zuccherate, per provocare almeno una mezza evacuazione ma se mangio mezza mela non la digerisco per tutto il giorno con digestione pesante e faticosa con nausea a volte (letteralmente) insalata compresa, un pò meno coi fagiolini noto e ciò non mi aiuta affatto a mio parere(un "paradosso"),

Grazie la aggiornerò in caso di novità o scarsi successi.

[#5] dopo  
Utente
Salve, ho fatto la visita specialistica portando tutte le analisi già effettuate colocopia gastroscopia ed esami vari in passato, il dottore non mi ha minimamente visitato, ha solo fatto domande e guardato i referti, mi ha detto che secondo lui e una questione di motilità cronica e mi ha dato il pantropazolo, levopride e movicol tutti insieme per un mese buono.
Tutta via sono preoccupato in quanto questo lunedi devo operarmi per 2 denti del giudizio e dovrò prendere anche l'atibiotico 2 volte al giorno e non ho mai preso cosi tanti farmaci in una volta. Già dalle prime assunzioni sembra avere efficacia feci molto morbide ma comunque difficili, non ho lo stimolo di espulsione che mi blocca nel senso sento di dover evacuare ma senza stimolo rendendomi incapace l'evacuazione rapida/normale come se non avessi la "sensibilità" mi domando se il dolore dei denti presistente e acufeni possa innibire/bloccare tutto ciò o se fosse un problema di sesibilità dell'alvo come ho letto in giro.
sono anche pressato dalla fretta e ansia di risolvere la questione siccome sono anni che ne patisco ma non si riesce mai a trovare una soluzione che forse ho una sorta di "fobia/trauma" allo stare male e di stare letteralmente 5ore al bagno per cercare di evacuare almeno parzielmente o addirittura a vuoto siccome puntualmente ogni singola (prevalentemente) notte e un subire in continuo di dolori vari non sertirsi bene, giramenti improvvisi colpi di a malessere con tanto di ansia/"panico",stanchezza,nausea, confusione e di giorno passere mattinate dalle 9 alle 12 al bagno nella speranza di fare presto ecc...
aggiungo che ho una scoliosi lombare convessa a sinistra lieve ma tutti mi dicono che non c'entra niente anche se ricerche in rete a livello conoscitivo(ovviamente sempre con confronto di un medico per aprofondire) alcuni soffermano che può con annessa spiegazine fisioterapica ma i miei medici hanno sempre negato la corelazione.
in poche parole non "sento" più il mio corpo non lo capisco/riconosco con anessi controlli encafalo ecc tutti negativi, appena provo a rilassarmi sto subito malissimo più di quando non lo sono. Sono compiaciuto che le analisi siano negative ma anche amareggiato che non posso piu avere una vita e a mia impressione sta distruggendo la mia psiche questa situazione.
Mi scuso in anticipo se ho pasticciato nel post cercando di essere più comleto possibile.

[#6]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Mi spiace ma a distanza non posso che confermare la mia prima ipotesi.
Caso troppo complesso per essere gestito via web.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#7] dopo  
Utente
ok, la ringrazio ancora

[#8] dopo  
Utente
Salve Dr. sono di nuovo io a distanza di un mese circa di assunzione di pantropazolo, levobren 25mg e movicol sotituito con casenlax(o simile) per tentativo poichè mi gonfiafa molto creando stanchezza. mi ha relativamente aiutato tutta via non ho risolto nulla senzazione costante di evaquare feci apparentemente sottili e dure e piu evaquo piu sono faticose, ho notato che da impedi ho un normale stimolo evacuativo ma appena mi siedo per evaquare lo stimolo "repulsivo" si ferma ma la senzazione di dover evaquare c'è con fatica a sforzarmi tipo debolezza con una ricerca veloce e possibile che sia un indebolimento pelvico/muscolare? siccome senza quello stimolo non riesco a espellere a quanto noto quasi come se fosse diventata una funzione "manuale" avrei urgenza di trovare soluzione in quanto olto fastidioso e anche eni casi di mal di pancia e una sofferenza espellere anche in casi di diarrea occasionale sono faticose oltre a provocarmi un "reazione vomito" quando invece devo solo evaquare. Ricordo che ho fatto colonscopia e gastroscopia entrambi negative e che magicamente non digerisco frutta in particolare le mele e alcune verdure ecceto fagiolini e pomodori, ed evaquo solo al mattino grazie al caffe senza non riesco che richiede diverse ore al bagno creando problemi col lavoro.

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Deve affidarsi ad un gastroenterologo esperto in problemi evacuativi.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia