Utente 915XXX
Scrivo per illustrare la mia situazione attuale di sintomi correlati alla patologia di reflusso gastroesofageo della quale soffro da moltissimi anni e che attualmente si è aggravata nonostante sia in terapia con ipp e protettori di parete al bisogno. Sono un uomo di 49 anni, di 68 kg di peso , alto 175cm , fumatore e consumatore di vino occasionalmente, che soffre di reflusso fin da ragazzo .. nel tempo ho effettuato numerose EGDS, ph-metria e ph- impedenzometria e manometria esofagea.

Ho convissuto x decenni con la mia patologia ma attualmente ho sintomi molto più accentuati .

nel giugno del 2009 feci una visita da un chirurgo : riporto qui quanto Egli scrisse nel corso di quella visita:

ANAMNESI Da diversi anni lamenta dispepsia, pirosi epigastrica e retrosternale che negli ultimi anni( 2005) si è aggravata. lamenta patologia faringea e sinusite.E' stato studiato con EGDS( negativa), manometria esogagea stazionaria(LES ai limiti superiori di norma e coordinazioner al 100 per cento;Ph metria con riscontro di reflussi acidi specie in periodo notturno e con riscontro di reflussi acidi che giungono all'elettrodo prossimale. In terapia con Lucen 40 mg x 2 con risoluzione di parte dei sintomi.

CONCLUSIONI Verosimile patologia da reflusso gastroesofageo da transient LES relaxations. Consiglio di eseguire PH-impedenzometria sia in terapia massimale antisecretiva sia dopo sopspensione del farmaco. Il paziente andrebeb poi valutato per eventuale terapia con Baclofen versus plastica antireflusso laparoscopica.

Sono passati 10anni , ho convissuto con la mia patologia e i sintomi, assumendo farmaci, ma ultimamente sto molto male accusando dolori toracici e bruciori , e avendo reflussi fino alla gola( accuso anche come un "gorgoglio continuo"-anche a digiuno o lontano dai pasti-, nell'ipofaringe. L'ultima EGDS effettuata risale al marzo 2018 ed era negativa x esofagite,ma presentavo una piccola ernia jatale di 2cm da scivolamento e cardias incontinente. Attualmente sono incura con Lucen da 40mg ma nn sto bene lo stesso!
Desidero sottopoVi alcune domande :
1. condiderati i mei sintomi è il caso che ripeta una nuova EGDS x verificare a distanza di un anno lo stato delle mucose esofago gastriche( considerato anche che nn ho proprio avuto uno stila di vita adeguato fumando e bevendo vino ai pasti)?
2.è necessario ripetere una manometria esofagea, una nuova PH-impedenzometria o magari anche un esofago baritato?
3. nel frattempo , siccome non mi sento bene, che accorgimenti posso avere o quali farmaci assumere ? dei procinetici sarebbero indicati ? degli alginati o i nuovi prodotti a base di acido jaluronico o semplicemente del gaviscon ?
4.nel mio caso sarebbe davvero da prendere in considerazione una FUNDOPLICATIO? ( ho tanti dubbi e paure riguardo a questo tipo di intervento avendo letto che nns empre eè risolutiva o che comunque ci sono degli effetti colalterali anche sgradevoli).

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Faccia (durante la terapia con esomeprazolo ) un prelievo per gastrinemia: il farmaco potrebbe non essere attivo su di lei.
Mi aggiorni se le fa piacere! Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 915XXX

Nel ringraziarLa per la risposta datami , Le rinnovo cortesemente le mie 4 domande nel consulto precedente.....se volesse darmi risposta Le ne sarei molto grato. cordiali saluti

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le domande non hanno senso se prima non fa l'esame che le ho detto.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia