Utente 552XXX
Buongiorno.. . é la prima volta che vi scrivo. Sono una donna di 37 anni. Da Maggio di quest'anno ho iniziato a soffrire di disturbi allo stomaco. Dopo una gastroscopia effettuata il 4 luglio mi è stato riscontrato reflusso gastroesofageo che sto curando con il pantaprazolo. In seguito ho cominciato ad avere dei fastidi intestinali. Praticamente dopo un episodio di diarrea notturna le mie feci per qualche giorno sono diventate dure. Per l'eccessivo sforzo ho cominciato a sentire pesantezza all'ano. Per questo circa venti giorni fa ho effettuato una visita proctologica dove il medico non ha riscontrato nulla, solo un edema curato con una crema. Il fastidio è passato. Il fatto è che le mie feci continuano a essere molli e che sento un fastidio al fianco destro. Ho effettuato un eco addome completo negativo. Il mio medico visitandomi dice che ho l'addome trattabile. Mi ha dato solo dei fermenti lattici. Le mie analisi del sangue sono buone. Nel complesso sto bene e ho appetito. Secondo voi devo preoccuparmi? Sono un tipo molto ansioso. Grazie

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Potrebbe anche essere un effetto collaterale del pantoprazolo.
Va bene proseguire conni fermenti lattici.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 552XXX

Grazie Dottore per la sua risposta. Quindi posso stare tranquilla? E il fastidio che provo al fianco destro può dipendere da quello?

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
certamente
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 552XXX

Buongiorno, vi scrivo ancora per chiedere un consulto. Ieri sera dopo dolori addominali ho avuto una scarica di diarrea. Questa mattina nuovamente. Poco fa sono tornata in bagno e ho emesso solo muco e sangue. sono terrorizzata. potrebbe essere qualcosa di brutto. Non sto perdendo peso e ho appetito. Ho solo dolore al fianco destro. Ho fatto un eco addome ma è risultata solo una lieve pielectasia al rene. Cosa può essere?

[#5] dopo  
Utente 552XXX

Buongiorno riapro il consulto per avere un vostro parere aspettando la visita dal gastroenterologo. È da un po' che avverto dolore al fianco destro, e palpando a destra dell'ombelico sento dolore. Ieri dopo un giorno di feci caprine ho avuto dei dolori addominali e sono andata in bagno, ma non diarrea. Era presente del muco. Nel pomeriggio ho avuto febbre a quasi 38. Stamattina in bagno ci sono andata 3 volte dopo dei Leggeri doloretti. Non era diarrea, erano feci morbide con cibo ben visibile. Il dolore a destra c'è ancora. Cosa potrebbe essere? Sono molto spaventata. Mi rendo conto di essere molto ansiosa. Vorrei un vostro gentile parere. Grazie

[#6]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
A distanza e senza visita direi intestino irritabile.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#7] dopo  
Utente 552XXX

Grazie per aver risposto. È possibile che l'intestino irritabile possa portare dolore al fianco destro?

[#8]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Certamente
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#9] dopo  
Utente 552XXX

Grazie mille Dottore. Sono molto spaventata perché è da un po' che ho questi sintomi

[#10] dopo  
Utente 552XXX

Buonasera dottore,mi scuso se la disturbo ancora ma volevo un suo parere. Dopo una cura di patoprazolo da 40 g sono passata a 20. Da oggi, seguendo le indicazioni del medico ho smesso. Purtroppo comincio già a sentire nuovamente i sintomi del reflusso. Come può essere? Dovrò prendere per sempre la protezione che tra l'altro mi dà anche disturbi intestinali.? Settimana prossima andrò dal mio medico. Nel frattempo lei cosa mi consiglia? Grazie

[#11]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Di farsi visitare dal gastroenterologo.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#12] dopo  
Utente 552XXX

Buonasera, approfitto ancora della vostra gentilezza per un parere. Dieci giorni fa ho terminato la cura con pantoprazolo per curare il reflusso. Dopo qualche giorno di ritorno dei sintomi ora sto molto meglio. Purtroppo a causa di ernia lombare dovrei fare delle siringhe di Voltaren e muscoril. Ho il terrore di risvegliare i problemi di stomaco. Vorrei sapere se utilizzando la protezione gastrica posso scongiurare questo fastidio. E soprattutto devo usarla da 20 mg o da 40 mg. Grazie.

[#13]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La può utilizzare iniziando prima degli anti-infiammatori.
Direi da 40.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#14] dopo  
Utente 552XXX

Buongiorno Dottore, approfitto ancora della sua disponibilità per aggiornarla sulla mia situazione. Purtroppo ho commesso una sciocchezza. Per forti dolori alla schiena ho preso venerdì un miorilassante senza aver preso la protezione gastrica. Da quel momento si sono risvegliati i disturbi allo stomaco. Vorrei sapere secondo voi se sono problemi riguardanti il reflusso ( di cui soffro) oppure il miorilassante ha potuto creare un ulcera? Grazie

[#15]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Domanda da un milione di dollari.....
Verosimilmente solo reflusso.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#16] dopo  
Utente 552XXX

Grazie Dottore. So benissimo che sono domande assurde. L'ansia fa brutti scherzi. Siccome stavo abbastanza bene dopo la cura non vorrei che la mia leggerezza mi portasse a stare male. Ecco perché le chiedevo dell'ulcera. Secondo lei a questo punto sarebbe meglio ripetere la cura per il reflusso ?

[#17]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si, può ripeterla.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#18] dopo  
Utente 552XXX

Buonasera sono nuovamente qui per chiedere un consulto. Ormai è da questa estate che ho dolore parte destra dell'addome che si irradia alla schiena. Nel frattempo ho fatto esami sangue occulto nelle feci negativo ed una eco delle anse che rilevato presenza di aria. A questo punto il medico mi ha prescritto il test per intolleranza al lattosio . E' risultata una severa intolleranza. A quel punto mi è stato prescritto il normix per una settimana e per due mesi probiotici. Nonostante tutto il dolore non passa . Noto anche del muco nelle feci. Non so più cosa pensare. Può l'aria provocare questo dolore fino alla schiena? Può essere qualcosa di più grave? Grazie