Utente 232XXX
Gentili medici,

Sono un ragazzo di 32 anni, scrivo in attesa di visita gastroenterologica in seguito ad un episodio di sangue rosso vivo nelle feci in corso di gastroenterite (mi era già capitato in passato ma avevo sottovalutato il sintomo dal momento che soffro, sporadicamente, di emorroidi), sintomo ripetuto in altro episodio ad una settimana circa dalla guarigione. Soffro da molto di disturbi digestivi (imputati al riflusso gastrico) ed in gran parte controllati seguendo un'alimentazione povera di grassi e perlopiu proteica, seguita per ragioni sportive oltre che per tenere sotto controllo il reflusso. Ho da sempre avuto un intestino più che regolare (vado in bagno tra le 2 e le 4 volte al giorno), da sempre ho avuto qualche crampetto con conseguente diarrea, reputandolo però normale. Ultimamente queste piccole crisi si sono però fatte sempre più frequenti, specialmente dopo la gastroenterite (3 giorni do diarrea continua con febbre per sole 24 ore). Questo, unito all'episodio sopra citato, mi ha spinto, su consiglio medico, a fare degli approfondimenti diagnostici.
Da visota proctologica con anoscopia è emersa una proctite, mi è quindi stata prescritta terapia con pentacol 500 gel rettale.
L'infiammazione sembra migliorata, il resto dei sintomi no (sensazione di gonfiire, attacchi di diarrea e crampi addominali sporadici).

Nel frattempo ho fatto gli esami del sangue (emocromo, formula leucocitaria, proteina c reattiva, ves); tutto nella norma.
Ho fatto l'esame per la calprotectina fecale, risultato: >1000.

La mia domanda è: in attesa di una diagnosi e di ulteriori accertamenti (immagino, avendo dei valori così alti di calprotectina), come posso modificare l'alimentazione per poter mantenere un corretto apporto di nutrienti (privilegiando cibi proteici) evitando cibi che possano accentuare lo stato infiammatorio.

Grazie in anticipo,

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Ecco uno schema, la dieta FODMAP, che potrebbe aiutarla:

https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1858-pancia-gonfia-colon-irritabile-dieta-fodmap-essere.html

Cordialmente




-
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 232XXX

Grazie mille per la celere risposta, potrei inoltre chiederl quali approfondimenti diagnostici consiglierebbe nel mio caso e se i valori riscontrati negli esami segnalano una situazione infiammatoria proccupante o comunque cosa stanno a significare?

Grazie mille

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La calprotectina alta sta ad indicare uno stato infiammatorio del colon. Da valutare con il gastroenterologo.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it