Utente 562XXX
Buongiorno gentili Dott,
ho 36 anni e vi scrivo poiché ho una serie di sintomi che si sono palesati da fine giugno e mi stanno iniziando a preoccupare non poco.
Nel 2016 a causa di fenomeni di disfagia e dolore alla schiena mi sono sottoposta ad una gastroscopia che ha rivelato la presenza di un'ernia iatale di considerevoli dimensioni e di reflusso.
Dal 2016 ad oggi non ho avuto poi più fastidi, non ho fatto nessuna cura poiché i sintomi dopo la gastroscopia sono andati scemando.
Ora sono ricominciati in modo massiccio: ho difficoltà nella deglutizione dei cibi, il volo fatica a scendere, forte dolore alla schiena, eruttazioni frequenti, sensazione costante di nodo in gola e da ultimo avverto sapore metallico in bocca e la saliva risulta essere ogni tanto rosata.
Ho fatto le analisi del sangue e sono a posto, tranne la ferritina che è a 38.. . (io sto attualmente allattando e non mangio carne rossa, solo bianca), e ho da molti anni episodi di emorroidi.
Tutti questi sintomi che ho descritto possono essere causati dall'ernia e dal reflusso?
Il sangue da cosa può dipendere?
Mi devo sottoporre ad una nuova gastroscopia?
O fare altri esami?
Ho timore di qualcosa di grave.. .
Non fumo, sono astemia, non mangio cibo spazzatura e sono magra.
Grazie mille per l'attenzione, attendo vostro gentile riscontro.
Arrivederci.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Andrebbe rivalutata. Eventualmente può essere eseguito uno studio radiologico dell'esofago che indirizzerà la successiva strategia: gastroscopia con biopsie in esofago (sospetta esofagite eosinofila) oppure una manometria esofagea (per sospetta patologia funzionale)

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 562XXX

Grazie mille della celere e cortese risposta Dott. Cosentino.
Lei a quanto mi pare di capire, con i limiti del consulto online, propende più per un'esofagite rispetto a qualcosa di brutto...