Utente 571XXX
Buon giorno, sono un ragazzo di 19 anni.
Il tutto è cominciato un giorno fa dopo un'abbondante pranzo. La sera non avevo più la sensazione di fame (erano passate più di 7ore dal pranzo) e non riuscivo a deglutire, ovvero durante l'atto di "ingoio" il cibo si bloccava nella parte iniziale della faringe, per poi transitare lentamente tutto il tratto fino allo stomaco. Il timore che ho è di soffocare, e adesso mentre mangio ho l'ansia che potrò soffocare.
È già passato un giorno e non si è risolto.. .
Premetto che ho il colon irritabile di tipo nervoso e soffro d'ansia in generale. Mai avuti problemi di altro tipo.
Possibili rimedi?
Grazie per la pazienza!

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Da come descrive si tratta di una "somatizzazione d'ansia"

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 571XXX

Buona sera dottore, grazie per la risposta!
Volevo precisare alcuni sintomi/sensazioni. Mentre bevo acqua è tutto nella norma, invece se ingerisco un liquido denso(yogurt o kefir) sento come appena dopo l'epiglottide, la faringe sia stretta, come se ci fosse un blocco. La stessa sensazione con i cibi solidi. Il tutto accompagnato da distensione addominale.
In passato ho avuto esperienze del genere e il problema si è risolto in breve tempo da se, tutto causato da qualche dolce in più...
Grazie per la pazienza!

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Valuterei nei giorni successivi cosa succede.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 571XXX

Salve dottore.
Oramai sono passati 4 giorni. Il miglioramento è minimo. Adesso ho la sensazione di irritazione della faringe. Ho fatto una diagnosi ipotetica di reflusso gastroesofageo basandomi su quello che ho fatto il giorno che è cominciato tutto. 4 giorni fa, per colazione avevo preso il caffè verso le 11.00. Poi il pranzo alle 13, pasta al sugo di pomodoro(esageratamente piccante), dopo ciò mi ero coricato sul letto. Qui avevo sentito subito bruciore allo stomaco qui si irradiava oltre allo sterno, e il contenuto dello stomaco mi è risalito fino al cavo orale. Da qui poi non sono riuscito più a deglutire...avevo preso un antiacido poco dopo ma senza risultati. Quindi penso che sia un'irritazione dell'esofago tanto da restringersi e quindi il cibo passa lentamente. A distanza di qualche giorno per attenuare l'acidità sto provando aloe vera o liquirizia. Se non passerà dovrò andare dal medico di base per farmi prescrivere qualche terapia.
Grazie e buona giornata!

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il disturbo persiste ? Ha assunto qualche antiacido ?
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 571XXX

Salve dottore, mi sono fatto visitare dal mio medico il quale mi ha prescritto delle compresse masticabili a base di acido ialuronico. Adesso dopo una settimana di trattamento riesco a mangiare tranquillamente. Invece per episodi di acidità allo stomaco, mi ha consigliato una bustina di Gaviscon 1 ora dopo i pasti.
Ringrazio lei per la disponibilità nel rispondermi. Le auguro una buona giornata!

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Mi stia bene.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it