Utente 570XXX
Salve, ho 26 anni.
Da qualche giorno avverto un continuo stimolo a deglutire (ogni 2-3, 5 min. massimo): deglutizione normale, saliva normale, senza dolore, e senza altri sintomi di contorno ma la cosa snervante è che mi succede anche a riposo e in posizione supina.
Non so se improvvisamente, dalla sera alla mattina, sia aumentata la saliva da ingioiare (non credo) o sia solo una questione mentale legata al fatto che adesso gli sto dando rilevanza.
Quello che posso aggiungere per essere più chiaro possibile è che lo stimolo a deglutire mi parte dal fondo della gola, dove sento una specie di sostanza liquida muoversi ogni tot di minuti, solleticare la gola, e spingermi a buttare giù saliva.. dopo qualche minuto avverto nuovamente il solletico, ri-deglutisco e così via
Non è la prima volta che mi capita una cosa simile; di solito questo fastidio (parlo della ripetitiva deglutizione) è la sentinella di un forte raffreddore in arrivo, visto che quando mi prende parte subito dalla gola!! In un primo momento infatti ho pensato subito a questo e mi ero messo l'animo in pace aspettando anche tutto il resto (naso tappato, tosse, mal di gola e decimi di febbre) e rassegnandomi all'incubo di dover far uscire fuori pian piano tutto il muco.
Ma tre, quattro giorni sono passati, tosse, febbre e mal di gola non sono arrivati e questa deglutizione continua è rimasta ferma lì, con la sensazione di muco, a dare fastidio. Comincio a pensare che non sia muco!
Se fosse raffreddore vorrei che si sfogasse, quel che non vorrei è che fosse una spia di qualcosa di ben più grave (i malacci intendo) risiedente silenziosamente nell'esofago o nello stomaco.
Non ho patologie importanti.. per ora.. non prendo alcun medicinale e dall'ultimo check up generale (ritirato appena 1 settimana fa) tutti i valori sembrano essere nella norma (la dottoressa era scettica anche sul farmele fare perché vedeva la mia ansia di farle piuttosto che l'esigenza).
Poco prima avevo segnalato al mio medico un problema di improvvisa eruttazione frequente, su due piedi mi ha detto: "sospetto reflusso gastro-esofageo".. . senza prendere niente col tempo era passato.. . Le ho accennato anche della deglutizione, e lei mi ha riconfermato il suo giudizio sul sospetto disturbo da reflusso, accentuandomi però che secondo lei c'era una grande dose di ansia..
Io mi ritengo solo leggermente ansioso riguardo la salute, preoccupato più che altro dei disturbi di naso-orecchie e gola (la gola più di tutti!! ) perché sono quelli che maggiormente mi rendono impossibile il sonno, che già di per se è il mio punto debole.. e, tutto al più, ho paura di qualcosa di lieve che, trascurandola, possa degenerare col tempo! Spero non sia questo il caso.. .
Aspetto fiducioso un riscontro da voi esperti gentilissimi, cordiali saluti..
PS: scusate la stesura ingarbugliata!

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La sua dottoressa ha perfettamente interpretato il quadro.
Lieve reflusso più molta ansia.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 570XXX

Grazie mille, super gentilissimi per la risposta..
Ansia.. lo sapevo e lo immaginavo bene, ci sono nato insieme :)
Ora però sono anche sollevato (prendete con le pinze questo termine, non ne trovo altri) x la conferma sul "lieve reflusso", ma preferisco sempre affidare la mia conoscenza limitata e macchiata da ipocondria a quella profonda e obiettiva di un medico, obiettiva ancor di più se questi non mi conosce.
L'ultima cosa che vorrei chiedere., c'è qualcosa (non per forza medicinale, anche a base di erbe ) che si può assumere per alleggerire la sensazione di fastidio sopra descritta? O anche qualcosa (alimento, ecc...) che sarebbe meglio non assumere per non appesantirlo?
Sà, non sapendo è possibile che stia mangiando cose che mi piacciono ma alimentano il reflusso,
e ripeto.. è la notte che la cosa dà veramente fastidio, il giorno si sopporta tranquillamente tutto.
Grazie ancora infinitamente,
e cordialissimi saluti.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Limiti:
Te
Caffè
Cioccolato
Agrumi
Ananas
Pomodori
Alcol
Bevande gassate
Alcol
Spezie
Fumo
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia