Utente 323XXX
Buonasera
in data odierna ho effettuato la mia prima gastroscopia con biopsia, fatta per confermare una sospetta celiachia. Attendo i risultati in alcune settimane. Nel frattempo però vorrei chiarire alcuni altri sospetti (cioè presenza di reflusso gastroesofageo e gastrite), sottoponendovi il referto che mi è stato consegnato:

"Esofago di aspetto normale. Cardias continente. Stomaco normoconformato facilmente distensibile all'insufflazione. Mucosa gastrica di aspetto ipotrofico. Piloro tonico nulla al bulbo. La seconda porzione duodenale presenta lieve appiattimento delle pliche di Kerckring con mucosa di aspetto granuleggiante. Si effettuano biopsie di controllo nel sospetto di malattia celiaca".

Ringrazio in anticipo per la cortese risposta
cordiali saluti

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Esame normale macroscopicamente,.
Solo l'istologia può dare la risposta.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 323XXX

grazie dott. Bacosi!

[#3] dopo  
Utente 323XXX

Salve, riporto il referto istologico:

"Referto macroscopico: vari frammenti non orientati e non orientabili.
Diagnosi: Frammenti di mucosa duodenale con incremento della quota linfoplasmacellulare del chorion in assenza di significativa linfocitosi intraepiteliale (<25 IEL/100 enterociti). L'architettura dei villi, ove normo-orientati, appare entro i limiti della norma"

Mi pare di capire che non ci sia conferma di celiachia visti i villi nella norma... cosa è opportuno fare in questo caso (che forse è borderline)? Grazie

[#4]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Nessuna celaichia.
Border line?
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#5] dopo  
Utente 323XXX

Ho usato il termine "borderline" perché gli esami del sangue svolti rilevano EMA IgA presenti 1:5 e le antitransglutaminasi tTG IgA a 29,80 UA/ml (queste ultime innalzate da un valore di partenza di 22 qualche mese fa).
Tutti gli altri valori analizzati per la celiachia sono invece negativi.
Manca solo il DNA che dovrei fare a completamento del quadro.
Il gastroenterologo dell'ospedale ha usato il termine di "celiachia potenziale", secondo lui dovrei fare una dieta gluten free per un anno, monitorando poi i valori sierologici e i sintomi (che non ho in modo eclatante eccetto anemia e dispepsia saltuaria a seconda dei periodi). Prevede poi un carico di glutine per 3 mesi con nuovi esami sierologici e nuova gastro con biopsia.
Vorrei un parere da lei con questo quadro più completo, se possibile. Ritiene opportuno svolgere il DNA e iniziare una dieta? Grazie ancora

[#6]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
L'istologia è negativa.
Per me si può fermare qui.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#7] dopo  
Utente 323XXX

Grazie per la disponibilità.
Ma se non sono (ancora) celiaca, come si spiegano gli anticorpi (in crescita) evidenziati negli esami del sangue?
Temo che - se predisposta - continuando a mangiare glutine potrei prima o poi sviluppare la malattia...