Utente 282XXX
Buongiorno mi chiamo Silvio ed ho 34 anni, da circa sei mesi combatto con un esofagite da reflusso costante che non passa... mai avuto minimamente nemmeno una lieve acidità di stomaco, e da sei mesi è esploso il tutto... Ho fatto visite, gastroscopia, e cambiato dieta ed abitudini.
Ho smesso di fumare da metà Dicembre, durante le feste non ho bevuto alcolici a parte un brindisi la vigilia ed a capodanno.
Mangio osservando in maniera ferrea una dieta sobria da un mese, e che per me rappresentava già quasi una costante da sempre... Ma nonostante tutto questo ad oggi non riscontro miglioramenti.


SINTOMI: Mancanza di saliva soprattutto al mattino, spesso in maniera costante per tutto il giorno.
Alitosi.
Aria nella pancia ogni mattina.


-Quello che più mi fa paura, è la parola CRONICA che per me vuol dire PER SEMPRE.
Questa parola suona come una condanna... ma davvero sarà per sempre?
significa che per sempre bisogna prendere farmaci ed avere queste abitudini alimentari?

-Perchè è così difficile trovare la terapia corretta da seguire?

-Perchè nonostante questo cambio di abitudini, di dieta, ed i farmaci non riscontro miglioramenti?


-REFERTO:
notizie cliniche: normalità endospcopica per mucosa ed H.
P.
descrizione macroscopica: 2 frammenti 2/1 TI lm diagnosi istopatologica: lembi di mucosa gastrica con lieve flogosi cronica in lamina propria, non attiva.
negativa ricerca Helicobacter Pylori

-GASTROSCOPIA: Esame eseguito per via transnasale destra con strumento sottile.
Introduzione agevole, esofago regolare per decorso e calibro, mucosa rosea, peristalsi coordinata.
Cardias in sede, continente ed agevolmente transitabile, linea z irregolare per erosioni lineari non confluenti inferiori a 5mm come da esofagite A sec Los Angeles.
Agevole tratto in mucosa che presenta mucosa rosea normotrofica esenti da lesioni focali polipoidi o ulcerose, fondo osservato in retroversione nella norma esente da lesioni, piccola curva ad angulus indenni.
Regione antropilorica nella norma.
Si eseguono prelievi atriali per mucosa ed hp.
Piloro centrale, pervio, elastico e ben transitabile, bulbo e II porzione duodenale nella norma con presenza fisiologica di bile nel lume.


-TERAPIA: -Omeprazolo prescrittomi da lei uno al giorno prima di colazione da 28 Dicembre -Pylorex tre volte giorno dopo pasti -Gastroreflu tre volte dopo pasti -Reflumed due volte giorno

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Perché parla di esofagite cronica ?
Lei ha necessità d'impostare meglio la terapia antireflusso ed eseguire eventualmente la titolazione della gastrina (prelievo di sangue sotto terapia) per valutare l'efficacia degli Ipp

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 282XXX

Buongiorno Dottore, grazie per la risposta.

-parlo di cronicità, perchè nel referto si legge
"lieve flogosi cronica in lamina propria"
e nessuno ha avuto la bontà di spiegarmi il significato di queste parole. Quindi io le ho interpretate in questo modo.

-Secondo lei basandosi su un referto ed una diagnosi del genere, si può ragionevolmente pensare di guarire e di tornare a fare una vita normale?

Grazie in anticipo.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Le biopsie sono state fatte nello stomaco e non on in esofago.


Il termine "flogosi cronica " è una definizione aspecifica quasi sempre presente alla sua età per cui non penserei affatto di avere una malattia cronica da curare. Deve solo curare i sintomi.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 282XXX

Grazie davvero Dottore.
Mi ha già tolto il 50% di ansia e paura.

Mi permetta di chiederle altre cose, probabilmente banali e stupide ma per me fondamentali.

E' da un mese che non tocco alcool, fumo, dolci, cibi grassi o fritti, cibi acidi, niente spremute o frutta secca..

Devo continuare così in maniera ferrea per altro tempo? Un altro mese? oppure qualche volta mi posso concedere qualche uscita da questo percorso?
Sarò sincero, cambiare così radicalmente dieta e abitudini alimentari non è stato per niente facile.. ma a questo punto del percorso, gettare tutto alle ortiche per un paio di birre e un paio di sigarette in una sera mi sentirei proprio stupido.

Lei che mi consiglia?
Grazie

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Cosa consiglio ?

Uscire dal percorso con buon senso.

Auguroni
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 282XXX

Grazie Dottore.
Credo di aver inteso la sua risposta sottile..

-Tra sette giorni finisco la cura di 28 giorni con omeprazolo 20mg una pastiglia al giorno al mattino prima di colazione.
-e ormai ho superato il mese di dieta ferrea che le spiegavo precedentemente.

Purtroppo vedo qualche minimissimo beneficio, ma nessun netto miglioramento. Due domande:

-Lo stress, può essere la causa scatenante di questo problema che non riesco a risolvere? il lavoro mi stressa molto, e noto che al venerdì sento i sintomi molto più forte che al Lunedì.

-Finita questa cura conviene rifare una visita?

Grazie per l'infinita pazienza.

[#7] dopo  
Utente 282XXX

Buonasera Dottore,
mi dispiace disturbarla di nuovo, ma purtroppo ho sempre quest'ansia che mi attanaglia.

-Dopo un mese di Omeprazolo uno al giorno prima di colazione dal 28 Dicembre
-Dieta seguita rigidamente come prescritta dal mio medico.
-Materasso alzato la notte / niente attività fisica dopo i pasti /
stare seduto o in posizione eretta dopo i pasti per almeno due ore.

Nessun miglioramento. Ogni santa mattina mi sveglio con mancanza di saliva, bocca secca, aria nella pancia.
Questo ormai a prescindere da tutto.

Cosa posso fare di più? tutto questo è abbastanza demoralizzante..
Più che curare i sintomi con dei medicinali, vorrei capire come guarire da questo problema.
Ma più che seguire la dieta ed aver cambiato radicalmente il mio stile di vita, non sò proprio che fare...

In più ogni giorno che passa senza miglioramenti mi fa pensare che il problema si sia cronicizzato e che non ci sia una via d'uscita.