Utente
Gentilissimi, vi contatto per un consulto.

Da ormai due anni soffro di IBS-C problemi di stipsi, gonfiore intestinale, tensione addominale, difficoltà digestive e inappetenza, la cui sintomatologia periodi di alti e bassi.
Nelle ultime settimane però i problemi sono fortemente aumentati e si sono aggiunti nuovi sintomi che prima non avevo.
A seguito di ciò ho contattato il GE presso cui sono in cura e gli ho chiesto se potessi effettuare un breath test per valutare la presenza di SIBO, visto che questa non era mai stata valutata e la diagnosi di IBS-C mi è stata fatta solo sulla base della sintomatologia e di un'eco delle anse.
Tuttavia, causa della recente situazione sanitaria italiana l'esame è stato rimandato a data da destinarsi (non prima di metà Aprile).
Il problema è che da un paio di settimane i sintomi si sono molto aggravati... se prima stavo tollerando abbastanza bene un regime a basso contenuto di FODMAP (ma con un buon quantitativo di carboidrati) all'improvviso ad oggi sembra che di non riuscire più a tollerare proprio alimenti amidacei, tra cui anche il riso che non mi ha mai dato problemi... A seguito di pasti contenenti amido i sintomi aumentano parecchio, soprattutto la sensazione di pienezza intestinale e distensione addominale.

Vi riassumo brevemente i sintomi:
- Gonfiore e tensione addominale con senso di pienezza intestinale, proprio come se ci fossero delle masse
- Totale inappetenza e digestione lenta
- Acidità di stomaco (senza reflusso)
- Meteorismo soprattutto dopo i pasti (nuovo sintomo, in quanto ultimamente non ne soffrivo)
- Eruttazioni, soprattutto dopo i pasti (nuovo sintomo)
- Stipsi (da qualche giorno alternata a feci molli)
- Sensazione di forte peso soprattutto a livello del colon ascendente
- Stanchezza e spossatezza
- Cistite costante ormai da due mesi

A fronte di ciò, il mio GE mi ha risposto in 1 riga di assumere MINTOIL PLUS e ci risentiremo dopo il breath test... Tuttavia i sintomi non migliorano affatto! Questo sta davvero avendo forti ripercussioni sulla mia salute generale in quanto non so davvero più cosa mangiare per non stare male e sto quindi perdendo peso, con conseguenti problemi di dismenorrea a causa di ciò e dello stress psicologico che ne deriva.

Vorrei capire se ci fosse altro che potrei fare mentre aspetto di effettuare il breath test, almeno per migliorare un po' i sintomi e tornare a mangiare in modo normale...

In attesa di un vostro gentile riscontro, cordiali saluti.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Si è spiegata molto bene. Per ora posso suggerirle di aggiungere ( o sostituire ) quel prodotto con dosi abbondanti di simeticone, da prendere dopo ogni pasto, per ridurre la formazione di aria. Dopo di che avrà sicuramente un certo sollievo. Ma sembra di capire che lei ha anche qualche problema a digerire, nel senso di digestione lunga e / o laboriosa.Per questa situazione ci sono dei prodotti, che però devono essere prescritti dal suo medico , se è d' accordo. La consistenza delle feci non conta nulla, l' importante è che l' intestino si svuoti con una certa regolarità ( ma non è obbligatorio che lo faccia tutti i giorni ).
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottor Tittobello, la ringrazio per la risposta! Proverò ad aggiungere questo prodotto a mintoil.
Esattamente, ho frequentemente forti problemi di digestione, anche a seguito di pasti molto leggeri (cotture a vapore, condimenti a crudo...)!
E infatti tutti i sintomi migliorano solo nel momento in cui mi svuoto.. tuttavia, se fino a qualche tempo fa faticavo molto ad andare in bagno, ora spesso vado anche tutti i giorni ma è come se non fosse mai abbastanza.. anche a fronte delle piccole quantità di cibo che sto mangiando, mi sembra di produrre una quantità di feci "esagerata"..
Secondo lei potrebbe essere dovuto alla eventuale presenza di sibo?
Grazie ancora

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Non confondiamo la digestione gastrica dalle funzioni intestinali, che sono altra cosa. Se lo stomaco fà fatica a digerire, ci deve pensare il suo medico, come le ho già detto. Per quanto riguarda l' intestino, lasci stare la sibo : aggiunga dei prodotti a base di fibre ( crusca ) alla dieta normale e faccia qualche ciclo di una dozzina di giorni al mese con uno dei moderni probiotici. Lo stesso farmacista gliene consiglierà uno.
Prof. alberto tittobello