Utente
Faccio appello al Prof Felice Cosentino perché in un consulto del 9-4-2019 si era parlato con lui di: REFLUSSO ESOFAGEO IPP O ANTIACIDI?
Purtroppo non mi e' consentito riaprire tale discussione perché ormai e' scaduto il tempo, ma con la data e il titolo credo sia facilmente rintracciabile.
Ma veniamo al punto.
Dopo una reflusso esofageo da ernia iatale che dura da piu' di 40 anni senza danno all'esofago secondo gastroscopia di circa un anno e mezzo fa, l'ecografia biliare consigliata dal gastroenterologo che aveva rilevato un importante reflusso biliare, ha evidenziato solo un po' di sabbia biliare alla colicisti.
Effettuata la terapia con Deursil 450 mg per 3 mesi la situazione e' rimasta abbastanza stazionaria richiedendo cicli di omeprazolo come nel passato.
Secondo i consigli del prof Cosentino ho provato il ranidil che ho preso in quantità irrisoria (75 mg, quindi mezza compressa) e che ha dato ottimi risultati.
Nella scorsa estate la vendita del ranidil e' stata sospesa perché alcune partite erano a rischio e successivamente (orrore! orrore!) e' stata bloccata la licenza del farmaco a livello mondiale togliendo una validissima alternativa agli IPP e praticamente togliendo dal mercato l'unico antagonista h2 esistente.

Nessuno sa il perché veramente: accordi scandalosi di cartello?
?
Ci dica la sua prof Cosentino (dato che ne era utilizzatore) , o altri specialisti che mi leggono, del perche' di tale blocco del farmaco e su cosa ora rimane da prendere in alternativa agli IPP.

Nel mio caso questo agosto ho forse insistito troppo a non prendere omeprazolo ed ho cominciato ad avvertire oltre al bruciore anche pressione e un pò di dolore retrosternale, e forse per la prima volta dopo tutti questi anni ho reflusso anche se mangio una minestrina.

Ho ovviamente ripreso omeprazen da 10 mg che da subito ha effetti benefici e che ora dopo 2 settimane ho paura ad interrompere.
Che si fa in questo caso, nel quale ci hanno tolto l'unica alternativa agli IPP?
Si prende omeprazolo a vita (sperando continuino a bastare i soli 10 mg)?
E' il caso di rieffettuare una ecografia biliare per capire se la situazione e peggiorata al fine della secrezione biliare?
Saluto e ringrazio.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non è vero che la ranitidina sia l'unico H2 antagonista.
Provi la famotidina.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio dott per la sua rapida risposta : conosco la famotidina ( era il famodil 40 anni fa ) . Quando la ho chiesta ai farmacisti mi hanno quasi riso in faccia perche' era come chiedere una locomotiva a vapore e mi hanno detto che ne vendono 2 all'anno. Conferma la validità di tale molecola dopo mezzo secolo ? Sarebbe una buona notizia per tutti : compresse da 20 mg la dose piu' piccola : si potrebbe provare anche con mezza compressa ?
Come mai non ne parla piu' nessuno?
grazie e saluti

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ai miei pazienti la prescrivo ed i farmacisti non ridono.
Per la dose ne parli, ovviamente, con il suo curante.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio : le raccontavo cosa mi era successo. Quindi per terapie lunghe la consiglierebbe ovviamente al posto degli ipp? La nizatidina e' migliore per gli effetti collaterali nelle terapie a lungo termine? Grazie

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Avendo lei reflusso biliare, più che un ntiacido (inutile in caso di reflusso biliare) utilizzerei un procinetico.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
del tipo ? Per caso anche il deursil e' un procinetico?

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
No, il deursil serve a rendere la bile meno "aggressiva".
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente
La ringrazio e approfondirò senz'altro dato che non mi hanno mai parlato di procinetici , ma che ho reflusso biliare e' una cosa venuta fuori di recente. Resta il fatto che con 10 mg di omeprazolo , direi anche a giorni alterni, sto bene. Ho chiesto ad un altro farmacista e loro hanno la famotidina 40 MG ( il generico ) : nel mio caso quindi , dato che ormai non posso stare più senza niente, consiglierebbe per terapia a vita riopan almeno pranzo e cena e prima di coricarsi , oppure omeprazolo in quelle dosi minime, oppure famotidina ( magari provare mezza compressa , dato che con 75 mg di ranidil stavo bene) ?

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ne deve parlare con il curante.
Io non la conosco.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente
La mia domanda era generica : effetti collaterali tra 4 riopan al giorno , dose minima famotidina , dose minima omeprazolo , quali sono i peggiori?
grazie