Utente
Salve,

vorrei porre ai medici qui un quesito, forse potrebbe essere una domanda retorica ma vorrei sapere cosa ne pensate.

Sono un uomo affetto da colon irritabile, cosa di cui ho sofferto probabilmente tutta la vita ma che noto di più negli ultimi anni.
Ho fatto impazzire il gastroenterologo dell'ospedale della mia zona che ha sempre confermato la diagnosi anche dopo vari esami (ora non lo vedo da inizio anno, pre covid).
Il mio colon irritabile mi da come sintomi cose tipo dover riandare in bagno dopo esserci già andato al mattino oppure andarci per la terza volta dopo cena.
Fortunatamente non sono cose che mi succedono così spesso e quindi quando mi succede vado in allarme e cerco di indagare.
Ho passato alcuni mesi di pace grazie ai fermenti lattici e ciò mi ha portato a "inventare" forse troppo nella mia dieta.
Una delle cose che sto facendo è mangiare moltissimi hamburger vegetali o cotolette vegetali, mentre prima andavo avanti a pollo e carne (come fonti proteiche intendo).
All'inizio tutto bene, negli ultimi giorni sono tornati problemi.
Due volte negli ultimi 4 giorni sono andato in bagno una terza volta (di solito vado due) e una volta sono andato due volte la mattina.

Stasera ad esempio: ho cominciato ad aver molta aria e crampetti addominali prima di cena, poi dopo cena sono andato al bagno con feci abbastanza normali, a parte un po' chiare.
A pranzo avevo mangiato burger vegetali.
Ho letto gli ingredienti: cipolle piselli e chi più ne ha pi ne metta, cose che normalmente evito.


Pensate che sia possibile che questo cambio nella dieta abbia portato, con il passare dei giorni, a questa situazione?
Se la risposta è sì, perché secondo voi questi cibi mi fanno questo effetto?
Grazie

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Molto verosimile.
Aumentando la quota di vegetali aumenta, di conseguenza, la motilità intestinale con aumento del numero delle evacuazioni.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore, vedrò di evitare certi cibi per un po'.

Un'ultima cosa : ho avuto un sintomo strano, una piccola sensazione di contrazione, di indolenzimento rettale questa notte, durata qualche minuto.

(Premetto che non ho mai defecato né ho avuto stimolo a defecare di notte e che a inizio anno il gastroenterologo ha fatto un'esplorazione rettale senza trovare nulla di rilevante)


è un sintomo riconducibile al benedetto colon irritabile che si è risvegliato dopo qualche mese di tregua?

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non credo
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Bene, sono già entrato nel panico allora! Cosa può essere ?

[#5] dopo  
Utente
Io ho sofferto di prostatiti e avevo sentito parlare di sindrome dell'elevatore... Possibile vero? Perché la zona di fastidio è quella ma è leggermente diverso dalla prostatite

[#6]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Lei va nel panico per una singola contrazione?
Non le sembra eccessivo?
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia