Utente
Buon pomeriggio dottori, vi ringrazio in anticipo del vostro aiuto.
Vi scrivo riguardo ad un fatto accadutomi poco fa e che mi sta facendo molto preoccupare.
Avevo appena finito di fare i miei bisogni in bagno e dopo essermi pulito noto che il pezzo di carta igienica era colorato anche di rosso, piuttosto chiaro.
Allorché ho guardato la tazza del water e ho notato subito che in mezzo alle feci (morbide, ma non acquose) era presente una discreta quantità di sangue, anche questo di colore piuttosto chiaro.
Essendo per me questa la prima volta nella vita, mi sono impaurito molto, e anche ora sono in ansia.
Ho subito contattato il mio medico curante, il quale mi ha un po’ tranquillizzato dicendomi che se non dovesse più accadere, posso tranquillamente scordarmi dell’accaduto, altrimenti se si dovesse ripetere, mi avrebbe preparato subito la ricetta per fare un’esame delle feci.
Dato che qualche giorno fa, è successo anche a mia madre (di fare sangue nelle feci) e tra l’altro non è stata neanche bene di stomaco/ intestino in questi giorni, la dottoressa sospetta di una forma batterica, oppure un’infezione.
Ha anche nominato la possibilità delle ragadi, escludendo però le emorroidi data la mia giovane età.
Io però ho paura che si tratti di qualcosa di brutto, ad esempio un tumore, per questo sono abbastanza in ansia.
Premetto che sono sempre stato abbastanza regolare nel defecare, e se può essere utile nel 2018 ho subito una colecistectomia in laparoscopia. Sporadicamente ho sintomi quali dolori di stomaco e nausea.
Mi sarebbe molto utile avere anche un parere di voi specialisti... vi ringrazio della disponibilità.

[#1]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Per le caratteristiche della descrizione e per la giovane età sono d'accordo con il suo medico curante.
Se dovesse verificarsi un nuovo episodio, prima di qualsiasi indagine è opportuna la visita medica con ispezione della zona perianale.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente
Dottore, la ringrazio infinitamente della risposta. Quello che non capisco, è se possa realmente trattarsi di patologie benigne di questo come ad esempio ragadi ed emorroidi anche senza dolori? Oppure potrebbe anche trattarsi di un tumore ? Mi scusi ancora del disturbo, le auguro una buona serata.

[#3] dopo  
Utente
In più dottore le vorrei fare presente che sto cominciando ad accusare una sensazione di gola secca e vampare di calore ( come se stesse per salirmi l’ansia febbre)...potrebbero essere sintomi che si ricolleghino al sanguinamento?

[#4]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Nella diagnostica clinica si procede tenendo conto di tutte le variabili esposte ed esprimendo un livello di probabilità il più elevato possibile per evitare da un lato allarmi ingiustificati che portano a medicalizzazione eccessiva, dall'altro semplificazioni ingiustificate che portano a trascurare patologie pericolose.
Quindi, nei limiti di un consulto online e sulla scorta dei dati presentati (giovanissima età, episodio isolato, assenza di altri sintomi orientanti in maniera allarmante...) la probabilità di un tumore è molto, ma molto scarsa.
La certezza ragionevole che si tratti di ragade o emorroidi la si ha andando a vedere direttamente.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#5] dopo  
Utente
Perfetto dottore, la ringrazio infinitamente delle risposto , mi ha tranquillizzato molto.