Utente
Buonasera, intanto ringrazio anticipatamente per le risposte che riceverò, ho da poco scoperto questo sito ed avrei bisogno di un consulto per la mia patologia da poco scoperta.
Soffro di coliche addominali da quando ero molto piccola, sono stata ricoverata svariate volte per le coliche ma non sono mai andati fino in fondo per capire il problema.
Nel 2015 ho effettuato una colonscopia dopo aver riscontrato la calprotectina a 587.
Esito della colonscopia, viscere tortuoso, contorto e molto lungo con infiammazione cronica aspecifica (dolicocolon e colon irritabile) nonostante la pessima pulizia.

Dopo due gravidanze con parto cesareo sono peggiorata, ho effettuato tanti esami, e ho scoperto di non avere l’enzima della lattasi dall’esame del DNA.

Ho fatto varie ecografie delle anse intestinali, dell’addome completo e hanno riscontrato la milza al limite della sua grandezza, tantissimi aria e del liquido la milza e il fegato.
Premesso che qualche settimana fa durante la notte mi sono svegliata con dei forti dolori lancinanti alla pancia che mi hanno fatto rimettere da quanto mi facevano male.
Ho un senso di svenimento, sudo freddo, mi manca l’aria e mi sento morire ogni volta che mi viene un attacco così, però capita che non riesco a scaricarmi e ho come la sensazione di avere un tappo, e quando mi scarico mi esce anche il muco.
Il dottore mi ha prescritto una serie di altri esami da fare come sangue occulto, calprotectina, parassiti intestinali, esami vari del sangue, e va tutto bene.
Dovrò sicuramente rifare la colonscopia visto che non l’ho più fatta.
Sono tre settimane che seguo la dieta FODMAP in modo molto rigido suggerita dal mio dottore, ma sto comunque male.
Spesso si gonfia la pancia all’improvviso e ho dolori ovunque e spesso alla schiena, mi sento debole e stanca, nonostante abbia eliminato il glutine mi sento sempre appesantita.
Ho sempre questo dolore alla pancia, sia nel lato sinistro che nel basso ventre, ho sempre paura ad uscire di casa quando mi sento un po’ così.
Premesso che ho fatto tanti esami anche del DNA ma non sono celiaca. In più quando sono sdraiata sento come delle palle che si muovo nella pancia, dure che io faccio rientrare con le dita. Ed alterno da tanti anni periodi di stitichezza anche di 13 giorni a momenti di coliche con diarrea cronica
Cosa può essere?
Sono 30 anni che vado avanti così.
Ora ho qualche riposta in più ma non è così semplice avere una risposta effettiva ed esaustiva al mio problema.

Spero di essere stata chiara e di avere un vostro riscontro.

Grazie in anticipo.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Una spiegazione può essere questa : il suo colon è più lungo del normale, quindi necessariamente ha delle curve ad angolo molto acuto, che possono essere causa di dolori quando deve passare la peristalsi. I parti cesarei potrebbero avere lasciato delle aderenze, che complicherebbero questa situazione. Anche l' eccesso di aria ( meteorismo ) contribuisce sicuramente ad accentuare i dolori, perché distende le pareti. Non credo che siano necessarie troppe limitazioni dietetiche, se non quelle per evitare il meteorismo ( legumi, eccesso di verdure e di frutta, ecc ). A questo proposito è utile iniziare a prendere adeguate dosi di prodotti a base di simeticone ( anche 2 compresse insieme da 120 mg dopo ogni pasto ), oltre a blandi prodotti con azione antispastica, senza " fermare " l' intestino. Non è certo facile curare la sua situazione, ci risentiremo.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dottore la ringrazio per il suo riscontro.
Nonostante i miei problemi nessuno mi ha approfondito l’eventuale problema di aderenze. C’è qualche esame specifico per capire se eventualmente ho le aderenze e magari possono essere anche quelle causa del mio malessere?
Poi non le nego che escludendo il glutine non ho più quel senso di pesantezza, anche se non è semplice trovare tanti alimenti che non abbiamo né glutine e ne lattosio.
In tal caso nonostante la dieta che sto facendo ho dei dolori nella parte sinistra.
La ringrazio

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Certo, se uno è intollerante al glutine, questo può essere causa di meteorismo. Continui così.
Prof. alberto tittobello

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno dottore ma ringrazio per la sua risposta ma non sono intollerante al glutine ne celiaca. Ho fatto anche il test del DNA ma tutto negativo.

[#5]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Si può essere intolleranti senza essere celiaci.
Prof. alberto tittobello