Utente
Sono un ragazzo di appena 28 anni, soffro da quando ne avevo 23/24 di diversi distrubi intestinali.
non faccio una dieta corretta, peso 99 chili, mangio principalmente schifezze, tantissime patatine e spezie.
Ho una dieta scorretta da anni e so che è un problema che devo gestire.
Ho fatto due gastroscopie, di cui una un anno fa, stesso risultato della precedente.
esofagite grado b, dispepsia, reflusso e ernia iatale.
Vado sempre a diarrea, non ho più feci compatte da anni.
Ho acidità cronica e l'unico farmaco che mi aiuta è il farmaco lucen, e lo prendo 3 volte a settiamana, da 5 anni ormai, non sotto consiglio del medico perchè è un tempo lungo, ma è l'unico che mi fa stare bene, altrimenti starei sempre con un fortissimo acido.
Appena bevo del latte o mangio della cioccolata, vado subito a diarrea.
Ho spesso un dolore nella parte destra dell' addome, questo dolore/fastidio mi crea molti disagi perchè mi fa pensare a qualcosa di grave.
Non ho mai il senso dell' appetito, mangio per nervosismo, e spesso ho fitte anali.
le feci cambiano spesso colore anche se sempre a diarrea, giallo, verde, marrone scuro.
Sono andato due-tre volte dallo stesso gastroenterologo, e lui mi prende spesso in giro a causa della mia troppa apprensione, dicendomi che è solo colon irritabile.
ricerca del sangue occulto per due volte durante gli anni, negativa.
Ho provato a fare una colonscopia ma non ci sono riusciti a causa del dolore, con anestesia blanda.
ho paura di fare quella che ti fa dormire totalmente, quindi vorrei evitare.
Sinceramente ricercando i sintomi su internet non esce un qualcosa di buono.
Ho letto che c'è gente della mia età che ha avuto tumori al colon, anche su questo stesso sito ci sono delle testimonianze.
Da 7 mesi, ho iniziato ad accusare una forte prostatite, ancora non si è capito se batterica o non.
trattata con parecchi antibiotici, oggi è ancora presente.
bruciori sotto pelle, i bruciori leggeri sono diffusi agli arti, quelli più pesanti alla gamba destra.
continui mal di testa, e punture di spillo.
Il neurologo mi ha fatto fare una risonanza magnetica, encefalo e midollo in toto, che risulta pulita.
Ho fatto un EMG agli arti, risultata spasmofilia.
fatto tutte le analisi possibili, incluse i marcatori tumorali anche del colon, tutti nella norma.
ho pensato potesse essere una sindrome paraneoplastica, ma ho letto che è rara, o un tumore del colon che preme su qualche nervo della gamba destra (collegandolo al fastidio al lato destro dell' addome), ma in quel caso sarebbe risultato dall' emg giusto?
Una risonanza lombo sacrale, avrebbe comunque visto se una massa dell addome preme su dei nervi giusto?
Ho controllato i polmoni, prostata tramite ecografia, reni tramite cpk ecc, tutto nella norma.
Analisi del sangue non ci sono alterazioni.
ecografia cardiaca anche.
Un reumatologo mi ha detto che potrei essere fibromialgico, ma non c'è diagnosi certa (e principalmente femminile?).
La mia paura del tumore non mi fa dormire bene.
potreste aiutarmi?

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Lei ha bisogno di un supporto psicologico e non del gastroenterologo.
Inizi con il seguire una dieta congrua e si affidi ad un bravo psichiatra.
Cordiali saluti.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
quindi secondo lei posso stare tranquillo sul discorso tumore? i problemi neurologici e quelli del colon non sono collegati secondo lei? Perché dice questo? Mi spieghi dottore, prima di mandarmi da uno psicologo

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
".... Mangio per nervosismo...."
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
dottore, argomenti per favore. mi spiega il motivo per cui lei non pensa che possa essere un tumore al colon? che ho dei disturbi alimentari è chiaro, ma questo è un altro discorso. Mi spieghi i suoi motivi, prima di spedirmi dallo psicologo. In merito alla mia paura del tumore e perchè non ci possa essere un collegamento con i problemi neurologici, secondo lei. Lei non ha mai avuto pazienti della mia età con un tumore al colon?

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non vedo motivi per pensare ad un tumore al colon.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia