Colon irritabile o altro?

Salve Dottori, ho 26 anni, mai avuto problemi di salute, faccio sport diverse volte a settimana e sono qui per chiedere un vostro parere, purtroppo da quasi un mese questa situazione che sto vivendo è diventata un pensiero quasi fisso...
Parto dall'inizio, un mese fa ho effettuato una visita proctologica a causa di un fastidio che avevo nella zona anale, non proprio un dolore ma un fastidio... Ho effettuato la visita dallo Specialista il quale ha riscontrato la presenza di una piccola ragade e di emorroidi di I grado, (effettuata anoscopia e altri accertamenti durante la visita) a detta dello specialista la situazione era dovuta dal mio sforzarmi nel defecare, visto che ho alternato momenti in cui avevo feci dure/quasi regolari a momenti in cui le feci erano molli ma comunque non acquose come se fosse diarrea... Sempre questo Dottore mi ha fatto alcune domande e ha dedotto che il tutto poteva derivare da diversi fattori quali turni di lavoro con annesso stravolgimento degli orari pasti e di riposo, stress dovuto al periodo che sto vivendo, al dover avere la famiglia lontana causa lavoro e poi ad una predisposizione nell'avere il colon irritabile... Mi ha prescritto l'applicazione della pomata Antrolin da mattere all'interno dell'anno e nel caso di feci dure microclismi e olio di paraffina...
Dopo la visita raggiungo la mia famiglia e sarà perché mi rilasso un pochino mi si regolarizzare l'intestino... Torno a stare lontano dalla mia famiglia, quindi riprendo i turni ecc.
e nuovamente noto una certa irregolarità nelle feci, alcune volte più molli e alcune volti formate/leggermente dure...
Notizio del tutto il mio medico curante, al quale avevo già fatto pervenire una copia de referto dello specialista e gli racconto questi ultimi episodi, anche lui mi dice che si tratta di una forma leggera di colon irritabile visto che non avverto dolori ma ho notato solo questo leggero cambiamento delle feci e un po' di flautolenza in più e mi prescrive il debridat da assumere al mattino, al pomeriggio e alla sera.

La situazione migliora, le feci sono formate e sono regolare, forse solo un pochino dure nella prima parte della defecazione, poi di nuovo il cambiamento l'altro ieri effettuo il vaccino Astrazeneca per il covid poiché sono appartenente alle Forze dell'Ordine e in seguito alla comparsa della febbre prendo la tachipirina 1000 effervescente, questa mattina ho notato che le feci erano nuovamente molli... Secondo voi dipende sempre dal colon che magari si è irritato con la tachipirina oppure è altro?

Infinite grazie anticipatamente a Voi Dottori.
[#1]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 4,1k 199
No, si tolga quel pensiero fisso. Nulla di importante. Prosegua quella cura, che è ottima. Soprattutto l ' olio di paraffina per mantenere le feci morbide e l' antispastico.

Prof. alberto tittobello

[#2]
dopo
Utente
Utente
Perfetto, grazie infinite Dottore!
Cercherò di togliermi questo pensiero e di stare sereno.
[#3]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 4,1k 199
O.K.

Prof. alberto tittobello

[#4]
dopo
Utente
Utente
Buonasera Dottori, perdonatemi se approfitto della vostra bontà e professionalità, volevo farvi presente un episodio che mi è successo oggi... Quando ho defecato, nelle feci ho notato alcuni parti non grandissime di colore bianco abbastanza chiaro e cremose..
Ho avuto modo di rendermene conto "toccando" quella parte di feci con un cotton fioc visto che ormai ho preso l'abitudine di controllare sempre le mie feci a causa del colon irritabile, insomma una sorta di fissazione...
Secondo voi potrebbe essere dovuto a qualche residuo alimentare? Formaggio o qualche latticino che ho mangiato ieri (piadina farcita) oppure a qualche farmaco? (come già scritto sto usando antrolin pomata "interna" e le pilloline di debridat)
Posso stare sereno?
Anticipatamente Vi ringrazio per il prezioso servizio che Voi offrite!
[#5]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 4,1k 199
Lei stesso dice che è una sorta di fissazione. Non le guardi più, le feci.

Prof. alberto tittobello

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa