Utente 215XXX
Caro Dottore,
mia moglie (37anni) in seguito ad un aborto interno alla 9° settimana, su consiglio del ginecologo ha eseguito alcune analisi genetici. Da queste è emerso una mutazione mthfr a1298c omozigosi, mentre per gli altri parametri(mthfr c677t, fattore V leiden, ed altri) risultano negativi. Non è stata eseguita una indagine sulla omocisteina. E' da premettere che mia moglie ha gia avuto una buona gravidanza nel 2007, quando ignorava la presenza della mutazione in oggetto e quindi senza alcuna terapia.
All'esito dei risultati, il ginecologo, subito dopo aver scoperto la nuova gravidanza (ora a 10 settimane) le ha prescitto:
deltacortene 5mg (preso da quando abbiamo pianificato la gravidanza e programmato fino alla 12 settimana; cardioaspirina; acido folico (400mcg)in un complesso vitaminico di nutrimamma; clexane 2000 U.I da aumentare a 4000 dalla 12 settimana. secondo lei è giusto questa terapia in merito alla mutazione riscontrata?
grazie per il consulto.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Provi a ripostare anche in area GINECOLOGIA
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com