Utente cancellato
Gentilissimi dottori,ho 26 anni.Il mio problema inizia 8 giorni fa con dolore(sopportabile),sensazione di calore e fastidio sotto l'ascella dx,all'interno del braccio dx,al muscolo che collega il braccio al seno dx e nel quadrante superiore-esterno dello stesso seno.Ho praticato un'attenta autopalpazione al seno ma non ho riscontrato nulla,niente di isolato.Ho preso degli antinfiammatori ed il fastidio si alleviava parecchio ma senza mai abbandonarmi.Ora,a distanza di 8 gg,il dolore e il fastidio al seno si sono affievoliti,ma persiste il fastidio e il senso di calore nel muscolo fra seno e ascella ed un po' sotto l'ascella.
Non sento linfonodi ingrossati,o meglio,solo delle piccolissime palline mobili sul muscolo sotto la clavicola(le sento anche a sx ma sono meno grosse).Questi sintomi sono più forti al mattino e vanno a scemare durante la giornata,ieri li ho avuti solo appena sveglia,poi più nulla per tutta la giornata,fino a stamane.
Preciso che il seno dx è da sempre molto più grande del sx e questo mi ha sempre procurato fastidi e preoccupazioni,dato che ovviamente lo sento più pesante.La mia domanda è:questi sintomi(sensazione di calore-leggero dolore) sono significativi dal punto di vista oncologico?Altrimenti,quale potrebbe essere la causa di questi miei fastidi dato che quando sono insorti il mio ciclo mestruale di era concluso 3 o 4 gg prima?Aggiungo che non ho parenti con casi du carcinoma al seno.Vi ringrazio per l'attenzione,spero possiate aiutarmi.Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
I sintomi non sono indicativi di patologia oncologica, ma potrebbero essere dovuti a fattori infiammatori (es. depilazione ascellare...).
Come prevenzione per la familiarità e' opportuno eseguire una ecografia mammaria annualmente (ne parli con il suo medico)
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#2] dopo  
Dr. Elisiario Struzziero

24% attività
4% attualità
8% socialità
BENEVENTO (BN)
MONTEMILETTO (AV)
AVELLINO (AV)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Buongiorno,
la sintomatologia descritta orieta più probabilmente per una patologia infiammatoria.
Le diverse diensioni dei due seni sono abbastanza frequenti a riscontrasi e non sono causa di maggiori patologie
Come prevenzione va sicuramente bene una ecografia mammaria annualmente fino ai 38/40 anni.
saluti
Dr. ELISIARIO STRUZZIERO

[#3] dopo  
135770

dal 2014
Gentilissimi Dottori,vi ringrazio entrambi per le vostre esaustive quanto celeri risposte.Ho prenotato proprio ieri una ecografia,ma i tempi della mutua sono lunghissimi,la farò solo a dicembre.Nel frattempo,cosa posso fare per alleviare questo stato di tensione nella zona ascellare?Devo utilizzare degli antinfiammatori o mi consigliate di lasciare che il disturbo regredisca da se?Inoltre vorrei sapere,per il futuro:qual'è il sintomo che maggiormente deve far pensare ad un tumore al seno oltre alla palpazione di un nodulo?Grazie molte per la disponibilità che ci riservate.Saluti.

[#4] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Puo' utilizzare dei comuni antiinfiammatori che il suo medico potrà prescriverle. Per i tumori al seno, la cosa piu' importante e' la PREVENZIONE! (ecografia e mammografia dopo i 40 anni)
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#5] dopo  
135770

dal 2014
Gentili dottori,scrivo per aggiornarvi sulla mia situazione,che mi preoccupa non poco e per sapere se secondo voi dovrei anticipare l'ecografia prevista per dicembre.Nel frattempo è sparito il senso di calore interno all'ascella e al seno,ma è rimasta la sensazione di gonfiore al seno(parte esterna)e all'attaccatura seno-ascella,per farvi capire meglio,è simile alla sensazione che si ha quando si ha la maglietta arruffata sotto l'ascella e bisogna aggiustarla!E' fastidiosissimo perchè sento occupato!!Vorrei sapere se il graduale scemare dei miei sintomi sia segno della regressione del mio disturbo o se questa situazione richiede di anticipare gli esami al seno.Grazie e scusate l'insistenza.

[#6] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Il ridursi dei sintomi e' buon segno. Comunque per stare tranquilla nulla toglie di anticipare il controllo ecografico
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#7] dopo  
135770

dal 2014
Gentili dottori, vorrei chiedervi aiuto per una piccola pallina dura e dolorante che sento sotto l'ascella sinistra. Mi fa parecchio male quando stringo il braccio sul corpo e quando porto il braccio in aria. Non mi depilo da tempo e come deodorante utilizzo una soluzione di acqua,bicarbonato e olio essenziale di lavanda. Ieri sono stata dal mio curante,il quale dopo avermi visitata,mi ha prescritto antibiotico ed antinfiammatorio da prendere per una settimana e se la ghiandolina non dovesse sgonfiarsi, dovrò eseguire una ecografia. Il dottore però non mi ha convinta sulle spiegazioni che mi ha dato riguardo il mio quadro. Mia mamma sta curando un cancro della mammella,quindi sono molto preoccupata. Cosa devo pensare? Può trattarsi di qualcosa di brutto o il fatto che questa ghiandola è dolorosa deve tranquillizzarmi? Ieri il dolore è quasi totalmente passato dopo aver preso il primo Oki e il primo antibiotico, ma oggi è ritornato. Aggiungo che ho eseguito l'ultima eco mammaria ad aprile di quest'anno, con esito negativo. Spero in una vostra risposta,cordiali saluti.

[#8] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Ritengo che non si tratti di nulla di preoccupante, ma solo di una infiammazione ghiandolare, concordo quindi con il suo medico sul da farsi
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#9] dopo  
135770

dal 2014
La ringrazio dottor Sergio, lei è sempre gentilissimo. Porgo cordiali saluti.