Trasmissione candida

Salve, il mio problema riguarda una candidosi che ho avuto in aprile, dopo varie peripezie con una prima cura eseguita con meclon lavande e daktarin crema vaginale (lavande il mattino e crema la sera)che non ha portato alla guarigione, poi mi sono sottoposta a una cura prescritta per otto giorni con:
-chemicetina ovuli
-fasigin-n ovuli
-bactroban pomata, per uso esterno
ho effettuato la cura dal 14 al 22 aprile, alternando gli ovuli ogni sera, per un totale di 3 ovuli di chemicetina e 5 ovuli di fasigin-n. al termine della cura la problematica era risolta (o almeno così credevo). in data 7 maggio ho avuto rapporti vaginali e anali con il mio partner, non protetti. oggi il mio partner mi ha riferito l'insorgenza di una macchia bianca a livello del glande con fastidio e prurito. entrambi stiamo pensando ad una candidosi, è possibile che dopo la cura e il tempo trascorso gliela abbia trasmessa comunque? e se si come può curarsi ora e quindi anche io? perchè so che potrebbe diventare un circolo vizioso e che quindi una cura contemporanea per entrambi potrebbe risolvere il problema. premetto anche che per me è stato il primo episodio di candida e pensavo che con la cura il problema fosse risolto, ora che possiamo fare?
in attesa di una vostra risposta vi ringrazio.
buona giornata.
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,6k 1,3k 252
La terapia che ha indicato non mi sembra indicata per una candidosi vaginale perchè la chemicetina e il fasigin hanno una altra indicazione.
Quindi bisogna definire meglio la diagnosi.
Per quanto riguarda la possibile "balanite" del partner ,questa è quasi giustificata dall'inquinamento avvenuto con i rapporti anali.
SALUTI

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2]
dopo
Utente
Utente
Bè dalla visita il ginecologo mi aveva detto che la prima cura aveva portato a dei miglioramenti, ma non alla guarigione e dall'ecografia aveva visto la presenza sia di batteri gram negativi che positivi, dalla visita le secrezioni che non ersano poi così abbondanti e non maleodoranti e quindi di conseguenza mi ha prescritto questa cura che comunque mi ha tolto il problema.
ma per il mio partner quindi che può fare per curarsi?
[#3]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,6k 1,3k 252
Deve consultare un dermatologo,per diagnosticare qual'è la causa.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie infinite della sua disponibilità e dei suoi consigli... Davvero molto gentile.
Le auguro una buona serata.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test