Utente 202XXX
Ho 47 anni ed ho avuto sempre un ciclo abbastanza regolare, però il 14 maggio è iniziato ed è durato come mio solito 7-8 giorni però da allora (e nel complesso dall'inizio delle mestruazioni siamo a 22 giorni) ho sempre avuto delle piccole perdite ematiche, anche se vanno gradualmente sparendo.
All'inizio macchioline poco abbondanti rosso vivo con piccoli coaguli, poi rosa chiaro, marroncino, ancora rosa chiaro, sempre in piccolissima quantità fino ad ora che una-due volte al giorno trovo sulla carta igenica una minima strisciolina rosata dopo la minzione. La notte invece non ho mai avuto perdite, anche quando questo spotting (se di questo si tratta) era un pò più intenso nei primi giorni post mestruazioni.
Premetto anche lo scorso anno, ad agosto, ho avuto un problema simile, però queste goccioline di perdita si sono arrestate dopo 15-16 giorni in totale, il ginecologo, sentendolo per telefono, mi disse di prendere il Prontogest, ipotizzando una carenza di progesterone, ma visto che il tutto si era arrestato da solo non ho fatto quelle punture.
Ora ho ovviamente prenotato una visita ginecologica ma intanto cercavo qualche rassicurazione online...
Potrebbe di nuovo dipendere da una carenza di progesterone? Oppure un periodo di particolare stress può essere causa di questi problemi? Ho pensato anche un banale cambio di stagione o sintomi di una pre-menopausa?
Sono molto agitata anche pensando a dei fibromi o delle cisti all'utero, per non parlare di un tumore all'utero... In quel caso i sanguinamenti sarebbero maggiori? Non ho però dolori pelvici ne alla schiena (escludendo un dolore lombare praticamente cronico che però ho da oltre un anno per lombalgia/sciatalgia). E non si tratta di un sanguinamento tra un ciclo e l'altro visto che praticamente dal 14 maggio non mi è mai finito anche se come detto ora è qualcosa di impercettibile che noto solo 1-2 volte al giorno come strisciolina rosa chiaro sulla carta igenica e come detto mi è capitata una cosa simile anche l'anno scorso che poi si è risolta in minor tempo però...
In base ai miei sintomi, considerandolo sempre come un consulto online, cosa potrebbe essere?
Grazie in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Dovrebbe sottoporsi ad una ISTEROSCOPIA DIAGNOSTICA(polipo?endometriopatia?) un PAP-test con esame del collo .
in ultimo valutazione ecografica ed ormonale
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 202XXX

La ringrazio intanto per la tempestiva risposta.
Il ginecologo mi ha parlato dell'ecografia da fare, invece l'isteroscopia è altrettanto necessaria?

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Penso di sì!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente 202XXX

Ok.

Aggiornando la situazione, da ieri sono sparite anche le minime perdite che riscontravo come piccole striature rosate sulla carta igenica.
E' una cosa normale anche in caso di polipi, ecc. o le perdite sarebbero state continue e non come detto gradualmente minori fino a sparire?

[#5] dopo  
Utente 202XXX

Salve, aggiorno questo topic in quanto si tratta di un problema collegato al precedente.

Ebbene, ho avuto altre irregolarità del ciclo, una volta addirittura per 40 giorni di fila ho avuto le mestruazioni con ciclo abbondante, tanto che ho dovuto anche assumere del ferro, così che parlando con il ginecologo, dopo aver sostenuto gli adeguati esami diagnostici, ho iniziato a prendere la pillola ormai da tempo ma il problema in questo caso è inverso, ovvero ci sono periodi in cui non ho proprio le mestruazioni e per dare una "spintarella" il ginecologo mi ha prescritto il Prontogest, una fiala ogni sera.

Avrei due dubbi, Il fatto che non mi vengano le mestruazioni è imputabile anche ad un'ipotetica pre.-menopausa o comunque è normale con la pillola e gli sbalzi ormonali? E soprattutto, visto che me la faccio fare da un'infermiera, è rischioso il fatto che prima dell'iniezione faccia scaldare la fiala nelle vicinanze di un termosifone per diluire il contenuto oleoso? Non è che con il calore il principio attivo viene alterato? Dovrei dirle di scaldarla a lungo con le mani. anzi che usare la "scorciatoia" del calorifero?

Ringrazio chiunque possa rispondere.

[#6] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
L'effetto del progesterone(PRONTOGEST) non bilanciato dagli estrogeni porta ad amenorrea ,per la durata della terapia.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI