Utente
Buongiorno,
sono una donna di 30 anni vorrei esporre il mio problema.
Nel 2005 mentre eseguivo il papa test, l'ostetrica mi disse che non era possibile farlo, perche a suo avviso il risultato non sarebbe stato valido in quanto presenti una serie di infezioni vaginali.
Premetto che io non avevo particolari sintomi, solo un pò di leucorrea, ma da ignorante in materia e non avendo problemi non mi sono preoccupata + di tanto.
allarmata dall'allarmismo dell'ostetrica mi sono subito rivolta ad un ginecologo, il quale ha rilevato una vaginite e mi ha prescritto una cura a base di ovuli e lavande (Dafgenin se ricordo bene), fatta la cura il problema aumenta, eseguo dei tamponi completi anche cervicale, con risultati stranamente negativi.
Il ginecologo è rimasto meravigliato dall'esito, e mi ha prescritto il Meclon ovuli e lavande vaginali.
Rifatta cura, problema persistente. Le perdite però nel frattempo sono diventate + abbondanti e fastidiose.
Passo successivo profilassi per ristabilire la flora di Lactobacilli all'interno della vagina con Lactofin per tre mesi, fino a dicembre 2005. Problema non risolto. Gennaio 2006 nuovi tamponi, presso un altro Laboratorio, esito negativo. Contemporaneamente ritardo di 3 giorni, scopro di essere incinta.
Durante la gravidanza, la leucorrea è normale, ma il bello è che le perdite sono state di entità minore.
Partorisco a settembre 2006 con taglio cesareo, ritornano le mestruazioni a ottobre 2006, a novembre ciclo di 30 gg, durata 7 giorni, dopo 5 giorni di nuovo mestruazioni. Controllo ginecologico, è tutto a posto, il gine dice potrebbe essere un problema ormonale a seguito della gravidanza. vediamo il prossimo mese. a dicembre tutto normale. Eseguo pap test. Tutto a posto.
Gennaio 2007 ritornano come non mai le perdite.
A detta del mio gine non sono fisiologiche perchè sono dense (scusate i particolari giallognole e ricoprono tutta la parete della vagina.
Nuova cura antibiodico (anche mio marito)e ovuli (flagyl).
Finita cura sembrava tutto Ok? ma dopo 7-10 gg tutto ricomincia da capo.
Nuovi tamponi e finalmente viene fuori la Gardnerella Vaginalis, cura ad ok, bene per 10 gg. poi di nuovo. Agosto 2007 Bassado io e mio marito per 10 gg.
Nuovi tamponi presso un centro specializzato, addirittura l'ostetrica che mi fa il prelievo mi dice "Signora qui c'è qualcosa che non va". Purtropoo il risultato è negativo, ossia non risulta nessun batterio niente di niente.
Il ginecologo mi ha prescritto una cura con tavolette di Normogin per 8 gg per tre mesi dopo il ciclo.
fatto a ottobre novembre e dicembre. Risultato nullo.
nel frattempo Da Agosto 2007 ogni mese mi si presetano problemi di cistite, che solo a gennaio ho scoperto tramite urografia discendente essere problemi derivanti da una molfarmazione congenita del rene (dilatazione della pielve rene destro e sospetta compressione del giunto dall'esterno.
il 21 febbraio, domani ho la scintigrafia renale per capirci qualcosa in +. (non so se possa essere utile, ma lo scrivo per completezza del mio quadro)

So di essere stata prolissa, e spero che qualcuno abbia voglia di leggere e di rispondere per sapere se le cose fatte siano state valide e se posso fare qualcosa per capirci di più.

Ringrazio tutti Voi medici per il servizio reso e per la grande disponibilità ed umanità dimostrata.

Anna

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
"L'esame batteriologico a fresco del secreto vaginale" potrebbe chiarire qualcosa,perchè deduco che la terapia è stata impostata tutte le volte,senza individuare l'agente eziologico.
La coltura dei tamponi vaginali o cervicali deve essere mirata alla ricerca di un batterio,di un micete o di un virus.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
grazie dottore per la risposta.
Io non ricordo bene cosa ci fosse scritto sulla prescrezione del mio ginecologo per l'esecuzione dei tamponi, ma vi era una sfilza di nomi di batteri da ricercare.(clamidia, trichomonas mycoplasma, etc...)
è quello che intende? o altro?
questo esame batteriologico a fresco del secreto vaginale lo eseguono in tutti i laboratori?

grazie ancora

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Tutti i Colleghi dotati di un microscopio a contrasto di fase.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente
Per la prima parte della domanda, ossia per la ricerca di batteri?
appena rientro a casa verifico le ultime analisi fatte prima del Normogin, perchè pensandoci bene ricordo di qualche cosa che ha a che fare con il secreto vaginale, con il responso numerosi leucociti, può essere.
cmq le riporterò esattamente il contenuto del referto.
una curiosità quando ho eseguito presso questo centro (si tro va a Lecce-lab. Pignatelli) mi hanno detto di aver eseguito gli esami per la clamidia e il mycoplasma attraverso una sofisticata tecnica di biologia molecolare, differente da altre metodologie usate in altre laboratori, peraltro molto costose.
Mi dà conferma di questo.

grazie e mi scusi ancora per il disturbo

Anna

[#5]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
OK!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#6] dopo  
Utente
Scusi eh??!!!
che vuol dire ok?

[#7]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Che attendo il contenuto del referto.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#8] dopo  
Utente
e per la quatione dei metodi per l'esecuzione delle analisi che mi dice??

sono una rompi scatole lo so!!
ma grazie tante

[#9] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. Blasi,
di seguito Le riporto il risultato delle ultime analisi eseguite:

VIROLOGIA:
ricerca DNA Clamidia tracom.
Materiale esaminato: Tampone cervicale
Reg.Ampl.:outer membrane prot. esito negativo

BATTERIOLOGICA:

coltura tampone vaginale
ricerca batteri e lieviti: negativa

coltura per neiss.gonorrhoeae
materiale esaminato: secreto vaginale
ricerca negativa

esame microscopico
materiale esaminato: essudato vaginale
numerosi leucociti -flora lattobacillare discreta

esame colturare per mycoplasmi
materiale esaminato: secreto cervicale
ricerca negativa

questo è quanto mi è stato refertato dal laboratorio.
Era questo che intendeva?

la ringrazio anticipatamente per la sua disponibilità.

Anna

[#10] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. Blasi,
ha avuto modo di leggere l'ultima mail inerente i risultati delle ultime analisi fatte.
Ho dimenticato di dirLe che in seguito a questi risultati, il mio gine mi ha prescritto tre cicli di Normogin, per sei giorni dopo il ciclo.

La ringrazio e Le auguro un buon lavoro e un buon inizio settimana.

Anna

[#11]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La terapia è adeguata.
SALUTI!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#12] dopo  
Utente
Il problema Dottore, che nonostante la terapia sia adeguata il problema non si è per niente risolto.

grazie per la sua disponibilità

Anna

[#13]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ha contattato il suo ginecologo per una batteriologia afresco del secreto vaginale ed eventuale determinazione del pH vaginale?
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#14] dopo  
Utente
No vermente no.
Il ph me lo ha misurato in una delle visite efettuate e non vi era alterazione.
Posso farLe una domanda?
Ma da questo esame batteriologico che tipo di responso si ottiene?
ed eventualmente, se c'è qualcosa, questa può aver compremesso qualcosa visto che è ormai due anni che ci sbatto la testa?

sempre grata per le sue risposte

Anna

[#15]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La presenza di flora normale (B. di DODERLEIN),la presenza di infezioni come la MICOSI vaginale,TRICHOMONAS e Gardnerella Vaginalis,Mobiluncus(VAGINOSI batterica).
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#16] dopo  
Utente
Buonasera caro Dott. Blasi,
le analisi per verificare quanto Lei ha scritto le ho eseguite due mesi prima di quelle fatte a settembre, il cui risultato ho riportato sopra. E non vi era nulla.
Non so cosa pensare e soprattutto non so se preoccuparmi, anche se il fatto che le analisi non diano nulla di rilevante mi fa stare "tranquilla", ma allo stesso tempo ho timore che se è c'è qualcosa, questa a lungo andare possa nuocere.

A questo punto che si fa??

Ringraziandola ancora per la sua presenza e professionalità, La saluto

Anna

[#17]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La valutazione la dovrà fare il Collega,sottoponendola ad un controllo clinico.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#18] dopo  
Utente
Ho molta fiducia nel mio ginecologo,e spero che si riesca a trovare una soluzione, per le preoccupazioni di cui le dicevo.
Se lo vorrà la metterò al corrente del proseguio della mia situazione.
Devo inoltre risolvere l'altro problema, di cui scrivevo alla prima mail, dalla scintigrafia renale sequenziale ritarata l'altro giorno, è confermata una dilatazione discontinua alla pelvi del rene dx, e un qualcosa alla vescica (scrivo qualcosa, perchè non ricordo esattamente il termine, da ignorante non vorrei scrivere A per Z. Ho una visita da un Urologo a Bari la settimana prossima e speriamo bene.

Volevo dirLe, e penso non sia superfluo che apprezzo molto la sua professionalità, la disponibilità dimostrata e le risposte strette e coincise, a volte direi telegrafiche (è detto in tono ironico Dottore, non è assolutamnete offensivo).
Ultimamante, non mi era capitato fino ad ora, sto avendo a che fare molto con l'ambiente medico, e con mio rammarico dico che non è semplice trovare medici, e personale medico in generale, disponibile e professionale, per questo sarò ripetitiva dico che Le rinnovo la mia stima (potrà pensare che non sia molto, e avrebbe ragione, ma volevo dirglielo ugualmente).
Ora mi fermo qui, come vede io sono esattamente l'opposto, scrivo molto, troppo direi.

Le auguro una buona giornata e Buon lavoro
Anna

[#19]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Queste parole ci spingono ad andare avanti in un "UNIVERSO"(Ospedaliero)costellato di cose che non vanno bene.
LA RINGRAZIO MOLTISSIMO!!
P.S.: Questa volta non sono stato telegrafico!!
Di nuovo CIAO!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#20] dopo  
Utente
Si figuri per così poco.
La gente è abituata a lamentarsi, a mio avviso quando c'è da apprezzare e lodare va fatto con lo stesso impegno e valore, se non maggiore, proprio per andare avanti con l'ottimismo che le virtù di pochi possano "investire", anzi "travolgere" i molti che non Le hanno.

Spero di darLe buone notizie, sono un pò pessimista ultimamente.

La saluto calorosamente.

Buon Lavoro

Anna

[#21]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nuovo GRAZIE!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#22] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. Blasi,si ricorda di me?
Le riscrivo per metteral al corrente della mia situazione e per avere un suo parere su quanto mi è successo.
Due settimane fa ho preso appuntamento con il mio ginecologo per fare il punto sulla mia situazione e capire un pò il da farsi.
il Dott. mi ha detto che davanti ad analisi ed esami negativi, poteva fare ben poco, che non poteva darmi una cura per un qualcosa che in realtà non è dimostrato ci sia.
Mi ha detto che visto che l'ultimo pap test eseguito era nel 2006, di rifarlo e di fare una colposcopia.
Dall'esame colposcopico è risultato un epitelio bianco sottile dopo l'applicazione dell'a soluzione di acido acetico, confermato poi dall'applicaizone della soluzione a base di iodio.
Il gine mi ha detto di aspettare il risultato del pap test per poi capire cosa fare; mi ha però confermato che si tratta di HPV.
Premetto che io sono sposata da quasi 4 anni, e non ho avuto rapporti se non con mio marito da quando avevo 19 anni.
Ieri ho avuto il risultato del pap test: negativo. Adesso devo fare l'HPV test per capire che tipo di HPV, la carica e capire bene cosa fare dopo.
Posso sapere quale sia il Suo parere Dottore, visto che Lei è un esperto in questo campo. e cosa mi devo aspettare?
inoltre può essere compatibile un pap test negativo con un quadro colposcopico positivo?
Sarebbe bene fare una biopsia?
é il caso di avere rapporti protetti?
questo può inficiare una mia futura gravidanza.
Sono un pò confusa.
Le chiedo di chiarirmi le idee, con una cortesia di non essere troppo stringato.(non in tono polemico naturalmente)

La ringrazio sempre con molto rispetto
Anna

[#23]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Un pap test negativo pressuppone l'assenza di cellule alterate e quindi l'assenza di LESIONI INTRAEPITELIALI di basso e alto grado che quasi sempre sono legate ad infezione da HPV.
La COLPOSCOPIA mette in evidenza delle zone della cervice dove è localizzata l'infezione virale non visibile ad occhio nudo(INFEZIONE sub-clinica).
Se il collega è un COLPOSCOPISTA esperto,probabilmente ha evidenziato una lesione iniziale;Sarà lui a decidere se effettuare un trattamento escissionale o una biopsia mirata!
Sono stato chiaro?
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#24] dopo  
Utente
Chiarissimo,
ma io non avevo messo in dubbio la Sua chiarezza, mi sono espressa male, e Le chiedo scusa se L'ho offesa.
L'hpv test è bene farlo?o sarebbe megio fare direttamente una biopsia?
e sui rapporti e la gravidanza che mi dice?
Può essere L'upv a casuarmi queste perdite?

Sempre grazie per la sua disponibilità e professionalità

Anna

[#25]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La COLPOSCOPIA è importante,e non mi sono offeso.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#26] dopo  
Utente
la Colposcopia è importante vuol dire che ha un valore clinico > del pap test. e che un pap test negativo esclude a priori la presenza di lesioni, e che un hpv positivo potyrebbe darmi alttri problemi?

grazie

Anna

[#27]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La COLPOSCOPIA aumenta la SENSIBILITA' del PAP-test.
HPV test positivo non significa necessriamente infezione,se il VIRUS HPV non siè integrato nel DNA cellulare.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#28] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, come sta?
mi scuso se la "scoccio" e se abuso della sua disponibilità.
sabato ho eseguito l'HPV test ed il mio ginecologo ha detto che il risultato sarà pronto +o- tra 15 gg.
Mi tocca solo aspettare.
Nel caso in cui il VIRUS HPV si sia integrato nel DNA cellulare che vuol dire? che posso avere delle recidive, che mi posso reinfettare.
questa cosa del papilloma virus non mi fa stare per niente tranquilla.

sempre grazie

anna

[#29] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, come sta?
mi scuso se la "scoccio" e se abuso della sua disponibilità.
sabato ho eseguito l'HPV test ed il mio ginecologo ha detto che il risultato sarà pronto +o- tra 15 gg.
Mi tocca solo aspettare.
Nel caso in cui il VIRUS HPV si sia integrato nel DNA cellulare che vuol dire? che posso avere delle recidive, che mi posso reinfettare.
questa cosa del papilloma virus non mi fa stare per niente tranquilla.

sempre grazie

anna

[#30]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se la citologia(Pap-test) risulta alterata è segno evidente che il virus si è integrato creando delle lesioni che sono evidenziate nei risultati come L-Sil (lesione intraepiteliale di basso grado) e H-Sil(lesione intraepiteliale di alto grado).
Chiaro?
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#31] dopo  
Utente
Chiarissimo,come sempre!!!
quindi essendo risultato il pap test negativo, il virus non si è integrato nel DNA, e con l'HPV test dovremmo capire che tipo di virus è, la carica virale e di conseguenza stabilire come procedere, si dice Follow-up??.
Se Le interessa Le farò sapere come i risultati, ci terrei molto a sapere il suo parere, per la profonda stima che ripongo in Lei e per la sempre puntuale e sempre più rara professionalità dei suoi consulti.
Buon Lavoro

[#32]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Mi tenga informato sui prossimi risultati!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#33] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. Blasi,
finalmente ieri ho avuto il risultato del HPV test, negativo.
I risultati me li ha comunicati il gine per telefono, non ho ilrisultato completo a disposizione.
A questo punto mi chiedo, allora il quadro colposcopico venuto fuori "epitelio bianco sottile" che cosa è?
il gine dice una cervicite cronica, uno stato infiammatorio che non si cura.mi ha dato appuntamento a martedì prossimo.
Mi dice cosa ne pensa e se devo fare qualche altro esame.
Sempre grata per la disponibilità e professionalità.
Saluti!
anna

[#34]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
L'epitelo bianco sottile potrebbe essere segno indiretto di una flogosi. Pertanto dobbiamo attendere dopo la terapia.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#35] dopo  
Utente
Grazie per la risposta Dottore.
Cosa è esattamente una flogosi, e che tipo di terapia intende, il ginecologo mi ha fatto intendere che non si può curare.

sempre grata
anna

[#36]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Flogosi= infiammazione
Terapia antiinfiammatoria.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#37] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,
rieccomi qua, dopo l'ultimo incontro con il mio ginecologo le riassumo cosa è venuto fuori:
- essendo riusltato hpv test negativo, mi ha detto che non occorre fare nessuna terapia, solo il controllo tra un anno;
- essendo io però un pò titubante ho chiesto se il mio quadro colposcopico potrebbe avere in qualche modo a che fare con la mia situazione pregressa delle perdite che continuo sempre ad avere; risposta avuta: è possibile che le perdite abbiano dato origine, con il protrarsi nel tempo a quel quadro colposcopico (aceto bianco sottile). conclusione rifacciamo tutti i tamponi e poi ne riparliamo.
questo è in soldoni quello che è venuto fuori, naturalmente descritto da una profana in materia.
Sinceramente, cosa ne pensa???
Attendo fiduciosa la sua risposta.

Grazie
Anna

[#38] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,
rieccomi qua, dopo l'ultimo incontro con il mio ginecologo le riassumo cosa è venuto fuori:
- essendo riusltato hpv test negativo, mi ha detto che non occorre fare nessuna terapia, solo il controllo tra un anno;
- essendo io però un pò titubante ho chiesto se il mio quadro colposcopico potrebbe avere in qualche modo a che fare con la mia situazione pregressa delle perdite che continuo sempre ad avere; risposta avuta: è possibile che le perdite abbiano dato origine, con il protrarsi nel tempo a quel quadro colposcopico (aceto bianco sottile). conclusione rifacciamo tutti i tamponi e poi ne riparliamo.
questo è in soldoni quello che è venuto fuori, naturalmente descritto da una profana in materia.
Sinceramente, cosa ne pensa???
Attendo fiduciosa la sua risposta.

Grazie
Anna

[#39]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il quadro colposcopico di aceto-positività potrebbe essere legato alla cervicite descritta.
SALUTI!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI