Utente
Salve, io e mio marito desideriamo avere un figlio. Abbiamo già provato per tre mesi, ma il bimbo ancora si fa attendere  …è proprio vero il detto che recita…i figli vengono quando Dio li manda!
Detti a parte, avrei una curiosità da chiedervi. Io ho un ciclo piuttosto regolare, (28-30). Le mie penultime mestruazioni risalgono al giorno 4 giugno e le ultime al giorno 3 luglio. Abbiamo avuto i rapporti nei seguenti giorni: 13-6; 15-6;17-6; 18-6; 19-6; 20-6; 22-6; 24-6. Quindi nel probabile giorno dell’ovulazione (19-6) abbiamo avuto un rapporto senza protezione. Premesso che so che prima di parlare di infertilità è necessario avere circa un anno di rapporti non protetti, e premesso che non sono in ansia né preoccupata eccessivamente di non essere ancora riuscita a rimanere incinta, mi chiedo però cosa può essere successo dal punto di vista biologioco-medico. Visto che proprio nel giorno della ovulazione abbiamo avuto un rapporto, per quali cause possibili la fecondazione non è avvenuta? (Naturalmente escludo il caso di problemi di sterilità mia o di mio marito, non perché io sappia che non ne abbiamo, ma perché per adesso - e fino ad un anno - io e mio marito supponiamo che tutto vada bene).
Grazie per l’attenzione.

PS: dovendo fare delle analisi e vivendo a Napoli da solo un anno, potreste consigliarmi un ottimo centro di analisi cliniche in zona centro?

[#1]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Quando si hanno rapporti mirati all'ottenimento di una gravidanza, in genere non si effettua UN SINGOLO rapporto completo.
Individuato il periodo fertile (meglio in assoluto con delle ecografie, di meno attraverso l'utilizzo di sticks urinari), generalmente si dovrebbero avere rapporti completi a distanza di 48 ore l'uno dall'altro (in pratica un giorno sì ed un no) per almeno 4 volte. L'assenza di risultato positivo (gravidanza desiderata) dopo 1 anno di tali tentativi, giustifica l'adozione di esami specifici tesi ad individuare (semmai vi fossero) situazioni ostative all'ottenimento delle finalità prefissate.

Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo dottor Santoro, la ringrazio per la sua risposta.
La cosa che mi chiedo però è la seguente:
noi abbiamo fatto proprio come ha detto lei, o quasi, non abbiamo avuto UN SIGOLO rapporto, ma vari rapporti, e precisamente nei seguenti gironi: 13-6; 15-6;17-6; 18-6; 19-6; 20-6; 22-6; 24-6. Cioè un rapporto un giorno si ed uno no nei giorni precedenti e successivi alla presunta ovulazione, e poi 4 rapporti una volta al giorno nei giorni della presunta ovulazione.Di sicuro quindi abbiamo coperto tutto il periodo fertile. So che non è detto che si rimanga incinte anche se si copre il periodo fertile, ho letto che le donne sopra i 30 anni hanno una certa percentuale di rimanere incinte ad ogni ovulazione (mi pare circa il 20 %), ma quello che mi chiedo è proprio da cosa deriva questa percentuale, cioè perche nel restante 80% dei casi la fecondazione non avviene? (dato sempre per scontato che sia tutto ok, cioè riferendosi ad una coppia senza problemi di fertilità.

[#3]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Le chiedo scusa per non aver compreso, ma mi sembrava dalla Sua mail che i rapporti negli altri giorni fossero stati postati solo per completezza, avendo Lei specificato il solo rapporto nel giorno 19/6 quale rapporto non protetto, pensando io che gli altri fossero, invece, stati effettuati con protezione di barriera; ecco il perchè della mia risposta.
Comunque, in linea di massima, è bene giungere al periodo fertile con un'astinenza di 3 - 5 giorni ed avere, nel periodo fertile stesso, individuato come prima Le dicevo con metodica ecografica o con sticks urinari, i famosi rapporti completi a giorni alterni per 4 volte.
Dopo 1 anno di questi tentativi malauguratamente andati non a buon fine, dovrà essere intrapreso l'iter diagnostico tipico per la coppia non fertile.

Cordialità.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#4] dopo  
Utente
Salve dottor Santoro,
spero che non sia troppo tardi scriverle dopo ben due mesi, ma ho una bellissima notizia da darle, e alcuni consigli da chiederle.

Il 22 settembre ho scoperto di essere incita :-)
Se le faccio una sisntesi della situazione, potrebbe dirmi gentilmente come pensa che la gravidanza procede? (Potrò andare dal ginecologo solo alla settima-ottava settimana, e cioè intorno al 20 ottobre, vivendo per lavoro a molti chilometri di distanza dal suo studio):

- ultima mestruazione 25 agosto (ciclo medio di 29 giorni)
- rapporti avuti a giorni alterni nel periodo fertile (dal 10 al 20 giorno del ciclo)
- prime beta calcolate in data 23 settembre = 87
- seconde beta calcolate in data 29 settembre = 317

Potrebbe dirmi se tutto procede bene secondo lei?
Le beta sono più che raddoppiate in 3 giorni (ho eseguito i prelievi ogni tre giorni, proprio sotto suo consiglio letto in altri consulti), quindi dovrebbe essere tutto ok, ma i valori non le sembrano comunque troppo bassi?

Spero in una sua risposta, grazie per l'attenzione.

[#5]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Dal 23 al 29 Settembra si calcolano 6 giorni e l'incremento delle beta da 87 a 317 è un pò basso.
Non si scoraggi assolutamente.
Continui a dosare le Beta HCG a giorni alterni da oggi 30.09.2008 per altre tre volte e posti i risultati ottenuti.
Quando la quantità dell'ormone sarà giunta almeno ad 800 - 1000 mUI/ml sarà il caso di eseguire un'eco vaginale per togliersi ogni dubbio in proposito.
nel frattempo segua i consigli terapeutici del Suo Curante.

Cordialità ed infiniti auguri.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#6] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr Santoro,
sono molto lieta che mi abbia risposto, anche se il mio consulto iniziale risale a molto tempo addietro. Attendevo con ansia di sapere il suo giudizio, visto che in questi 6 mesi di tentativi di concepimento ho letto molti dei sui consulti dati ad altri utenti che mi sono serviti tantissimo e che ho molto apprezzato. Le esprimo quindi la mia grande stima.
Appena ho letto la sua risposta mi sono stranita, e andando a rivedere il messaggio che le ho inviato, ho notato che ho fatto un errore NELLA DATA DEL SECONDO DOSAGGIO DELLE BETA, mi scuso enormemente!

La situazione esatta è questa:
- ultima mestruazione 25 agosto (ciclo medio di 29 giorni)
- rapporti avuti a giorni alterni nel periodo fertile (dal 10 al 20 giorno del ciclo)
- prime beta calcolate in data 23 settembre = 87
- seconde beta calcolate in data VENERDì 26 SETTEMBRE = 317

Giorno 29 settembre (cioè ieri) ho ritirato le analisi fatte il 26 settembre, ed ho fatto il terzo prelievo, proprio allo scadere di 3 giorni dall'ultimo prelievo, come suo consiglio dato spesso ad altre future mamme.

Oggi avrò il terzo valore. Sarei felice di comunicarglielo per sapere cosa ne pensa.
Ma intanto, sarebbe così gentile da riformularmi un suo parere in luce della scoperta dell'errore che ho commesso?

Il mio timore è che anche se i valori si sono raddoppiati in maniera corretta (due prelievi fatti a distanza di 3 giorni), in totale mi sembra che si mantengano ugualmente bassi in relazione alla data dell'ultima mestruazione. Che ne pensa?

Mi scuso ancora del disguido (sono sempre stata una gran pasticciona)

[#7] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr Santoro,
sono appena tornata dal centro analisi. Ho il quadro completo (e stavolta corretto) della situazione:

- ultima mestruazione 25 agosto (ciclo medio di 29 giorni)
- rapporti avuti a giorni alterni nel periodo fertile (dal giorno 10 al 20 circa del ciclo)
- prime beta calcolate in data 23 settembre = 87
- seconde beta calcolate in data 26 settembre = 317
- terze beta calcolate in data 29 settembre = 1284


Mi pare che procedano bene, che ne pensa? 1284 al 29 settembre con l'ultima mestruazione avuta in data 25 agosto e ciclo piuttosto regolare di 28-30 giorni è un valore che va bene(o è basso)? Il riferimento del centro analisi mi indica che sono alla 3a settimana concezionale (limiti 1a 10-30; 2a 30-200; 3a 200-2000; 4a 5000-10.000 ecc.)

Attendo con ansia un suo giudizio.

Grazie tante per l'attenzione.
Buona giornata

[#8]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Bene: l'incremento è normale.
Visto che si sono superate le 1000 mUI/ml di Beta HCG può eseguire un'eco vaginale.
Si vedrà il sacco gestazionale, il sacco vitellino secondario (l'anellino rotondo all'interno del sacco gestazionale) e, probabilmente, un embrione che misura intorno ai 3 mm (se dovesse eseguire l'eco fra oggi e domani). Molto probabilmente si potrà vedere il battito del cuore embrionale se l'eco sarà eseguita fra Giovedì e Venerdì di questa settimana.
Con l'ecografia, inoltre, se correttamente eseguita, si potranno avere informazioni molto precise anche sulle settimane di gestazione alle quali realmente si trova, risalendo, così, all'ultima mestruazione ideale, al periodo fertile, alla data del parto ecc.ecc. con un'attendibilità molto elevata (possibilità di errore di 3 - 5 giorni al massimo).
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#9] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr Santoro,
grazie per la precisione ed il dettaglio del suo messaggio.
Purtroppo la visita la farò il 20 Ottobre. Io e mio marito infatti lavoriamo in una regione diversa da quella in cui siamo nati e cresciuti. Il ginecologo che mi ha seguito fino ad oggi e che farà nascere il mio bambino si trova nella nostra regione di nascita. Abbiamo quindi stabilito che andremo da lui il 20 ottobre, entro l'ottava settimana.

In questi giorni "interminabili" che mi separano da tale data dovrò cercare di stare tranquilla e pazientare, anche se in realtà "bramo" per sapere se tutto va bene e per vedere come sta il mio bambino :-)

Ha qualche consiglio da darmi per questi giorni?
Penso di rifare le beta giorno 10 ottobre, per verificare che la crescita prosegua bene.

Le faccio sapere gli sviluppi successivi.

Grazie mille,
Buona giornata.

[#10]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
OK per il dosaggio.
Assuma un preparato multivitaminico per la gravidanza. Non posso fare nomi commerciali, ma basta recarsi in Farmacia per farsene consigliare uno.

Attendo notizie.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#11] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr Santoro,
spero sia in linea in questo momento.
Oggi, dopo la mattinata trascorsa a scuola (insegno in una scuola media) sono tormata a casa con un forte senso di stanchezza. Mi sono riposata nel pomeriggio e verso le 18,00 ho sentito pesantezza al basso ventre e qualche dolorino nella parte bassa della schiena. Alle 21.00, dopo essere stata in bagno, ho notato, asciugandomi, delle striscioline rosate sulla carta igienica, presenti però in quantità molto limitata. Devo preoccuparmi? Crede che debba andare al pronto soccorso?

Spero in una sua risposta, o in una risposta di un suo collega.

[#12]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Credo opportuna un'ecografia vaginale urgente.
Da quanto riferito non credo ci sia nulla di cui preoccuparsi, però è bene fare subito un controllo.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#13] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr Santoro,
non avendo ricevuto sue notizie e avendo constatato che il fenomeno delle perdite è stato limitato ad un solo episodio, non più ripetutosi, e riflettendo sul fatto che quelle stesse perdite erano veramente esigue, leggerissime, e manifestatesi solamente alla prima asciugatura con la cartaigienica (gia alla seconda asciugatura non si evidenziava più nulla), mi sono tranquillizzata e non ho fatto alcun controllo.

Adesso, leggendo che era necessaria una immediata ecografia sono entrata nel pallone.

Crede che anche se il fenomeno non si è più ripresentato io debba ugualmente fare un controllo, oppure posso attendere la visita ginecologica fissata per il 20 ottobre?

Domani potrei rifare le beta, per vedere se tutto procede bene .Che ne pensa?

PS: Dottore mi scusi se le faccio un'altra domanda, ma lei crede che io, con ultima mestruazione avuta il 25 Agosto, stia attendendo troppo per la prima visita ginecologica? Questo benedetto giorno 20 mi sembra non arrivare mai ed ho paura che sia troppo tardi per una prima visita, ma intanto non me la sento di andare a visita da un ginecologo che non conosco o in struttura pubblica, e del resto mi sembra che vada tutto bene, non ho sintomi particolari, tranne quella breve esperienza che le ho detto, un forte dolore ai seni e a volte dolorini sparsi al basso ventre, ma molto rari e poco dolorosi.
Sono molto combattuta.

[#14]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Si tranquillizzi. Se le perdite sono già scomparse, dovrebbe essere tutto a posto, ormai.
Attenda la data prefissata.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#15] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr Santoro,
se rileggo il suo messaggio, così ricco di particolari, di dettagli, così sicuro e chiaro...tale da dipanare ogni dubbio ed ogni incertezza, da ripulire la mente e farla brillare!!!!! Mi viene il cuore!!! (come si suol dire)

Oggi invece la mia mente è confusa, piena di nebbia. Sono tante le cose che mi sono successe, e mi pento tanto di non essere corsa da un ginecologo prima, come lei stesso mi aveva suggerito. Cercherò di riassumerle gli eventi.

Lunedì sera, giorno 6 ottobre, dopo una giornata TERRIBILE a scuola (con sospensione fatta a due ragazzi che si sono presi a colpo di libri davanti a me, successivo incontro con i genitori, legnate date al figlio sempre davanti a me) sono tornata a casa in condizioni poco serene piena di ansia, di nervosismo e di tensione. La sera purtroppo ho avuto una seconda perdita, un pò più consistente rispetto a quella avuta tre sere addietro, ma sempre rosata e presente solo sulla carta igienica. L'indomani chiamo il ginecologo del mio paese (molto distante dal paese in cui mi trovo adesso e dove lavoro) che mi dice di andare a fare il prelievo delle beta.
Risultato:
beta hcg di giorno 7/10 = 16450
le riepilogo i vecchi dati
- ultima mestruazione 25/08 (ciclo medio di 29 giorni)
- prime beta calcolate in data 23/09 = 87
- seconde beta calcolate in data 26/09 = 317
- terze beta calcolate in data 29/09 = 1284

A questo punto mi tranquillizzo un pò, e anche il mio medico mi dice che è tutto ok. Alle 20,00 però ho dolori più forti, anche se non fortissimi, e una perdita molto forte di sangue rosso vivo.

Scappo per il pronto soccorso, ma un ginecologo poco gentile mi visita e mi dice che ho l'utero un pò aperto e che lui non può far niente per dirmi cosa è successo perchè ancora è troppo presto e con una ecografia non si vedrebbe nulla. “RIPOSO” mi dice, ed “attenda che si compia il suo destino”.
Così torno a casa e trascorro la notte.
Stamattina vado ad un altro pronto soccorso per vedere se riesco ad avere notizie più certe circa il MIO DESTINO, premetto che per fortuna le perdite si sono bloccate e stamattina l'assorbente che ho messo per la notte risulta pulito. Al secondo pronto soccorso riescono finalmente a farmi una ecografia...MA ESTERNA..il medico mi dice che è ancora presto per poter dire qualcosa, che però la camera gestazionale è presente, "è bella grande",dice, però non si vede nient'altro perchè è presto. “RIPOSI! e Torni tra una settimana per un'altra eco”. A questo punto mi sono azzardata a chiedere se era possibile fare una ecografia interna, lui mi ha detto che se volevo potevo farla, che forse si sarebbe visto qualcosa in più, ma che non sarebbe servito a nulla, se non a calmare la mia ansia (E TI PARE POCO? GLI AVREI VOLUTO URLARE), ma mi prospetta un iter piuttosto lungo..."prenotazione, attesa, appuntamento, ecc”). Capita l'antifona, lo saluto e vado a casa a mettermi a letto, posto in cui sono adesso e dal quale le sto scrivendo. MI hanno prescritto punture di progesterone e spasmex per i dolori. Oggi stesso ho fatto un secondo prelievo di beta, alle 16,00 avrò il risultato.

Adesso, affranta e confusa, sono a casa ad attendere che il ginecologo del paese in cui sto adesso rientri da un convegno, in modo da andare a visita da lui e da farmi dire qualcosa di più certo e nel frattempo sono a letto, immobile ad aspettare che il mio destino si compia.

Lei che ne pensa? Che suggerimenti mi da? Ho ancora speranze secondo lei? Stare immobile potrebbe servire?

So che il valore delle beta potrebbe dirmi molto, appena ritiro le analisi glielo invio.

Grazie tante per l'attenzione

[#16] dopo  
Utente
Dr Santoro,
mi scusi, la aggiorno sull'ultimo dosaggio delle beta:

8/10 beta hcg = 21400

e quindi le riepilogo tutti i dati:

- ultima mestruazione 25/08 (ciclo medio di 29 giorni)
- in data 23/09 = 87
- in data 26/09 = 317
- in data 29/09 = 1284
- in data 7/10 = 16450
- in data 8/10 = 21400 (valore ad un solo giorno di distanza da quello precedente e successivo alla perdita di sangue rosso vivo)

Che ne pensa?

[#17]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Che sarebbe il caso di fare un'eco vaginale.
L'incremento delle beta è buono.
Dovrebbe potersi vedere anche l'embrioncino col suo battito cardiaco.
Il riposo è importante.
La terapia mi trova parzialmente d'accordo.
Mi dia le buone notizie che aspetto!
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#18] dopo  
Utente
Grazie mille Dr Santoro,
io prego ogni giorno, e spero veramente di poterle dare buone notizie.

Lunedì faccio le altre beta, e spero che entro martedì io possa fare una ecografia, prima purtroppo non credo di riuscirci, perchè a quanto pare gli ospedali napoletani non sono molto propensi a tale analisi! E il ginecologo da me contattato mi ha detto di chiamarlo lunedì per comuncargli le beta e stabilire l'appuntamento.

Io intanto non ho più avuto perdite, ma purtroppo ogni giorno mi sveglio con qualcosa di nuovo, ieri fortissimo mal di schiena dovuto alla posizione supina, oggi forte dolore alla gamba sinistra, dolore che parte dal fianco, prende il basso addome di sinistra e procede fino alla caviglia. Spero non c'entri nulla con la minaccia d'aborto.

Grazie ancora di cuore!

[#19]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Per il dolore: non c'è nessuna connessione con la minaccia d'aborto.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#20] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr Santoro,
ho appena ritirato le analisi,
il valore è 47500,
che ne pensa? A me sembra basso!
Alle 16,30 devo chiamare il ginecologo e spero che oggi stesso mi faccia l'ecografia, ma come le pare il risultato?

Le faccio il riepilogo:

- ultima mestruazione 25/08 (ciclo medio di 29 giorni)
- in data 23/09 = 87
- in data 26/09 = 317
- in data 29/09 = 1284
- in data 7/10 = 16450
- in data 8/10 = 21400 (valore ad un solo giorno di distanza da quello precedente e successivo alla perdita di sangue rosso vivo)
- in data 13/10 = 47500


[#21]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Un calo nella velocità della crescita delle beta è fisiologico alla sua epoca gestazionale.

Attendo l'eco che, sono certo, darà buone nuove!!!
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#22] dopo  
Utente
Grazie Dr Santoro,
non so come farei senza di lei!
Alle 9,30 ho l'ecografia...spero di non deluderla :-)

[#23] dopo  
Utente
Salve Dr Santoro,
sono appena rientrara, sono molto felice e allo stesso tempo confusa e preoccupata. Intanto le copio i risultati dell'ecografia:

Numero di feti: 1 Reattività: NORMALE
C. Gestazionale: 20x15 mm CRL: 7mm
Attività cardiaca: Regolare
Frequenza 115 b/m
Placenta: Corion Diffuso
Settimana ultrasonica: 6+3gg
Settimana anamnestica: 7

Note: area di distacco al polo superiore. lieve discrepanza tra epoca gestazionale ultrasonica ed anamnestica (-3 gg). Utile controllo fra 7-10 gg.

L'ecografo mi ha detto che secondo lui il battito è un pò debole.
Il ginecologo mi ha detto che ci sono poche possibilità. Mi ha inoltre assegnato questa cura:
Lentogest fiale, 1 ogni 3 giorni
Amplital compresse ogni 12 ore per 6gg.

Mi ha detto che si sarebbe potuto anche evitare la terapia, perchè le possibilità sono poche, ma visto che si è rilevato l'embrioncino ed il battito, si deve fare per forza la cura.

Io sono al settimo cielo, perchè ho visto il curicino di mio figlio battere, ma molto sconfortata per le ipotesi nere che mi hanno fatto.

Mi hanno prescritto riposo e ripere eco la prossima settimana.

[#24]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Sulla discrepanza fra epoca calcolata ecografica ed epoca anamnestica (basata cioè sull'ultimo flusso mestruale), nessuna paura.
Non c'è nulla di cui preoccuparsi.
Davvero.
L'unico dato "stonato" è quello relativo alla frequenza cardiaca embrionale, piuttosto bassa per l'epoca.
Non si dia per vinta.
Esegua la pterapia prescrittaLe e ripeta l'eco.
A volte una lieve bradicardia embrionale non si associa ad alcun esito infausto.

Mi tenga informato se crede.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#25] dopo  
Utente
Comincio seriamente a demoralizzarmi, beta basse, distacco, problemi di frequenza cardiaca, ma perchè tutte queste complicazioni? Aspettavo una gravidanza da tanto tempo, e la attendevo come momento più bello della mia vita, ed invece si sta trasformando tutto in un incubo!

Cercherò di affrontare i problemi uno alla volta:
1) le beta credo che non sia pià il caso di ripeterle, visto che ho fatto l'eco

2)per ciò che riguarda il distacco vorrei chiederle quanto segue,
- in base alla sua esperienza, quante volte tali disctacchi si rimarginano? Ho speranze? Se si, quante? se sto immobile e non ho più perdite nè dolorini vari, posso sperare di aver superato il problema?
-tale distacco, mentre è presente, crea sofferenza all'embrione?
-ci sono delle posizioni a letto che non devo assumere? Tipo sdraiata a pancia sotto?

3) per ciò che riguarda la frequenza cardiaca, se fosse corretta l'indicazione dell'ecografo, e cioè se l'epoca gestazionale fosse a 6+3 e non a 7, la frequenza di 115 bm sarebbe pure "stonata" o andrebbe bene? Tale "stonatura" può essere indice di malformazioni? La gravidanza potrebbe andare avanti comunque e generare un bambino malato?

Scusi Dr Santoro se le ho fatto mille domande, ma ho tanti di quei pensieri, e lei è così gentile, disponibile, competente.

Grazie ancora

[#26]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Cara amica, posto le Sue domande:

1) le beta credo che non sia pià il caso di ripeterle, visto che ho fatto l'eco

La penso esattamente come Lei.

2)per ciò che riguarda il distacco vorrei chiederle quanto segue,
- in base alla sua esperienza, quante volte tali disctacchi si rimarginano? Ho speranze? Se si, quante?

Tantissime. I distacchi si osservano frequentissimamente sulla totalità delle gravidanza. Distacco non vuol dire automaticamente ABORTO!!!


se sto immobile e non ho più perdite nè dolorini vari, posso sperare di aver superato il problema?

Il distacco si...cura da solo e col riposo nella maggior parte dei casi. I farmaci sono di supporto!

-tale distacco, mentre è presente, crea sofferenza all'embrione?

Assolutissimamente NO.
-ci sono delle posizioni a letto che non devo assumere? Tipo sdraiata a pancia sotto?

Si metta come vuole e desidera. Non c'è alcuna differenza!

3) per ciò che riguarda la frequenza cardiaca, se fosse corretta l'indicazione dell'ecografo, e cioè se l'epoca gestazionale fosse a 6+3 e non a 7, la frequenza di 115 bm sarebbe pure "stonata" o andrebbe bene?

No ci sarebbe una bradicardia comunque.


Tale "stonatura" può essere indice di malformazioni?

Per la gran parte dei casi: NO.

La gravidanza potrebbe andare avanti comunque e generare un bambino malato?
Alla prima parte della domanda, la risposta è SI'; per la seconda parte della domanda, Le dico che non è assolutamente automatica l'equazione: bradicardia = malattia.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#27] dopo  
Utente
***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.

[#28] dopo  
Utente
Salve gentilissimo Dottor Santoro,
mi scuso per aver ripreso questo vecchio messaggio ma è da una settimana che provo a scriverne uno nuovo e non riesco mai a trovare la linea.
Due anni addietro lei mi fu di grande aiuto con i suoi consigli, ad un certo punto non scrissi più per problemi personali.La mia prima gravidanza andò a lieto fine ed ebbi un bellissimo bimbo che adesso ha due anni.

Eccomi di nuovo a richiedere il suo parere sulla mia seconda e tanto desiderata gravidanza. Ad Ottobre 2010 (dopo 4 tentativi mirati) sono rimasta incinta per la seconda volta ma purtroppo la gravidanza è terminata il 20 Dicembre con aborto spontaneo. Dopo quel disgraziato Dicembre le mestruazioni mi sono tornate al 37imo giorno. Abbiamo riprovato il mese seguente (dopo un solo mese di interruzione) a cercare la gravidanza ma con scarsi risultati. Inoltre, il ciclo da allora si è modificato. Mentre nel passato ho sempre avuto cicli regolari di 28-30 giorni, dall’aborto i miei cicli si sono spostati a 35-36 giorni.
L’ultimo ciclo è arrivato il 6 giugno 2011 (35esimo giorno). Le scrivo le date dei miei cicli post aborto:

20 dicembre aborto
25 gennaio ciclo di 37 giorni
23 febbraio (30)
29 marzo (35)
3 maggio (36)
6 giugno (35)

Giorno 13 giugno ho fatto una visita di controllo dal ginecologo per verificare se tutto era apposto e per chiedere spiegazioni di questi cicli così lunghi. Il Dottore mi ha detto (dopo visita ed ecografia) che è tutto normale. Mi ha detto di lasciare trascorrere l’estate con serenità avendo rapporti nel periodo fertile e se non dovessero esserci novità di tornare a Settembre <per fare qualche controllo. Sostiene che se abbiamo avuto 2 gravidanze(una conclusa ed un aborto) non dovrebbero esserci motivi di preoccupazione di sterilità.
Dalla eco è risultata la presenza di un follicolo nell’ovaia dx di 8 mm (un po’ piccolino per l’ottavo pm, sostiene lui). Utero nei limiti della norma, ovaia sx nei limiti della norma.

Lei cosa ne pensa? Il follicolo così piccolo all’ottavo post mestruazione potrebbe essere indice di qualche problema?
Questi cicli che non si regolarizzano più sul 28-30esimo giorno ma che rimangono così lunghi (35-36) potrebbero essere indice di qualche problema?
Io non ho nessun disturbo particolare e il flusso è identico a quello dei miei anni passati (come numero di giorni, dolori e quantità).
Mi consiglia di fare qualche accertamento particolare o crede, da quello che le ho scritto, che sia tutto nella norma?
PS: un'ultima cosa, non sono molto ferrara su questo argomento, ma mi chiedevo, il fatto che il ginecologo mi ha detto della presenza di un solo follicolo può essere indice id qualche problema? Cioè, quanti dovrebbero essere i follicoli ad ogni ciclo? Più di uno?

Grazie per l’ascolto. Spero in una sua risposta.
Mi permetto di scrivere un nuovo messaggio se non risponderà a questo perchè troppo vecchio, appena dovessi trovare la linea libera.