Perdite vaginali giallognole

Buongiorno a tutti, avrei bisogno di un Vs consulto e Vi ringrazio in anticipo. E' da mesi che mi sono accorta che almeno una settimana prima del ciclo ho delle perdite vaginali. Vi spiego meglio Le ho nel momento in qui, scusate non è molto carino dirlo, ma mentre sono in bagno e mi sforzo a volte x defecare, quando vado per pulirmi ho queste perdite tipo chiara d'uovo molto + dense e di colore giallo opaco. Ultimamente però sono diventate non dico quotidiane ma quasi sempre in fase di sforzo.. Ho pensato inizialmente che fosse legato al ciclo ma ormai non lo è più. Ho sempre sofferto di colite. ultimamente però stò meglio. L'anno scorso ho avuto una infezione alle vie urinarie dove ho dovuto assumere parecchi antibiotici (escherichia coly) Gli antibiotici mi scatenano la diarrea che a sua volta mi portava problemi alle vie urinarie, quindi cistiti, infezioni vie urinarie, ecc.. Non so se questo possa centrare ma l'urologo mi diceva che se non sistemavo l'intestino avrei sempre avuto questi problemi. Vi dico questo perché sono stata dal mio medico e secondo lui è candida e potrebbe essere causata oltre che dagli indumenti che metto, sempre pantaloni , sia dall''intestino. Ho prenotato una visita ginecologica completa, ma questo sarà tra un mese. Nel frattempo sono in pensiero, secondo il medico dovrei prendere degli antibiotici, ma prenderli senza sapere con certezza cosa ho non me la sento forse questo è dovuto alla mia sensibilità agli antibiotici e dal fatto che non avverto sintomi particolari se non quello che Vi ho appena accennato. Questo mese ho avuto anche due giorni di forti perdite bianche con prurito che si è risolto senza prendere nulla. in fase di visita dovrò fare anche il paptest. Ultimo eseguito l'anno scorso ed era negativo. Non so cosa pensare. Vi ringrazio e Vi saluto.
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,6k 1,3k 252
Si potrebbe pensare ad una infezione del collo uterino (cervice) e cioè una cervicite, in questi casi potrebbe essere utile una coltura di tampone cervicale per Clamidia,Gonococco e Micoplasmi.
Altra possibilità potrebbe essere la presenza di un Ectropion del collo uterino (noto come "piaghetta") .
Queste ipotesi diagnostiche vanno confermate con la visita ginecologica.
SALUTI

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio dottore aspetto di fare la visita con i relativi tamponi.
Cordiali saluti.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimi grazie ancora per la risposta, vorrei farVi ancora una domanda in quanto sono molto preoccupata. Come sapete sono in attesa di fare la visita e nel frattempo ieri mi è arrivato il ciclo. Di solito ho sempre avuto cicli molto abbondanti ma senza dolori. Ultimamente invece mi può capitare di dover prendere un antidolorifico almeno il primo giorno. Questa volta invece i 2 giorni prima del ciclo ho avuto episodi di diarrea e dolori al basso ventre (utero? poco sopra al pube) come dei pungiglioni continui e stessa cosa quando mi sono arrivate questo dolore era fisso (o meglio fitte precise al centro del basso ventre) che neanche l'antidolorifico mi ha fatto passare.
Anni indietro mi era capitato di sentire dei dolori simili ma avevo solo delle perdite e facendo il test di gravidanza era risultato positivo, Poi ho avuto un aborto spontaneo dopo qualche settimana, Oggi che sono al secondo giorno il ciclo non è abbondante come al solito ma un ciclo normale, ogni tanto sento ancora questo dolore. Non penso di dover fare il test per come vedo il flusso. Poi consigliatemi Voi ma per lo più invece penso a quanto mi avete accennato re con queste fitte sono preoccupata per qualche infezione magari avanzata che mi possa portare a questi sintomi (adesso li sento molto meno) Purtroppo la visita è fissata per la prossima settimana e nel frattempo non sono tranquilla.
Grazie ancora per l'attenzione e Vi saluto.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test