Utente 374XXX
Buongiorno,
ho 34 anni e in seguito ad un aborto spontaneo (prima gravidanza) mi è stata diagnosticata la presenza di un fibroma SS sulla parete posteriore dell'utero di 10x10x9 cm. Il fibroma è asintomatico non mi ha dato problemi se non senso di gonfiore, stitichezza e in questa occasione con l'inizio della gravidanza. Sono in lista di attesa per una miomectomia laparotomica ma il ginecologo che mi ha visita non ha accennato all'embolizzazione o ultrasuoni come tecniche alternative all'intervento. Quale tecnica è possibile attuare? cosa si consiglia per preservare la possibilità di gravidanze e incorrere nel minor numero di rischi?


[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Un fibromioma delle dimensioni di circa 10 cm , va asportato inprevisione di una gravidanza perchè aumenterebbe di volume sotto l'influenza degli ormoni che gestiscono la gravidanza.
L'embolizzazione è una ottima tecnica non invasiva , in questi casi il collega deve proporre il caso ad un Radiologo che si dedica a questa attività e valutarne la fattibilità, alternativa alla chirurgica.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 374XXX

grazie!