Utente 381XXX
Gentili Dottori,
scrivo sperando in un consiglio visto che è un po' che soffro di bruciori e perdite vaginali. In realtà di perdite biancastre, mucose, ho sempre sofferto, e quindi i ginecologi me l' hanno sempre data come mia condizione normale. Verso Natale però ho avuto una crisi di forte bruciore e prurito. Visto il periodo particolare mi recai direttamente in farmacia, dove mi consigliarono una crema, se non sbaglio Travocort, che il mio ginecologo telefonicamente approvò. Dopo un po' di tempo la situazione si è normalizzata abbastanza, e siccome ero impegnata in un concorso ho trascurato i bruciori che ogni tanto sentivo. Ultimamente questi si sono fatti più insistenti, oltre a notare perdite più abbondanti del solito. Sono andata dal ginecologo che mi ha trovata positiva al Trichomonas.. la cura iniziale è stata 4.compresse di Trimonase assunte in un'unica soluzione, più degli ovuli, che non hanno dato alcun risultato. Ho richiamato il dottore che allora mi ha dato questa crema: Macmiror complex per 10 gg. La sto applicando già da qualche giorno, ma non noto risultati e sto iniziando ad agitarmi, perché sinceramente il bruciore è fastidioso e non capisco perché non si riesca a debellarlo. Volevo chiedere se c'è qualche aspetto che stiamo trascurando, o se c'è qualche mia abitudine sbagliata. Io utilizzo biancheria di qualunque colore, sto cercando di lavarmi solo la mattina con Isogin schiuma e per il resto della giornata solo con acqua fresca. Porto sempre il salvaslip nonostante molte amiche mi dicano che non dovrei, ma l' ho sempre portato perché come dicevo ho sempre avuto perdite, e comunque per anni non mi ha dato mai fastidio. Ora li sto cambiando spessissimo, come anche gli asciugamani. Dovrei usare qualche tipo di disinfettante?
Attendo consigli.
Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Faccio una premessa importante , non condivido la prescrizione di terapia senza una precisa diagnosi ( "il mio ginecologo telefonicamente approvò...") .
Non mi è chiaro se la diagnosi di TRICHOMONIASI è stata fatta con un esame batteriologico a fresco del fluor vaginale o con una coltura specifica di un tampone vaginale.
Il fastidio esterno (VULVITE) potrebbe essere legato alla infezione (trichomonas?) oppure a una reazione allergica a detergenti , a slip colorati e sintetici, a detergenti aggressivi, o a terapie non specifiche.
Quindi consigliarle qualcosa di specifico è impossibile senza un riscontro clinico , aggraverei la situazione.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 381XXX

Gentile Dottore,
la diagnosi di trichomoniasi mi è stata fatta durante una visita ginecologica nella quale il dottore ha fatto un tampone e rilevato i risultati. Non saprei utilizzare una terminologia più specifica. Il caso cui si riferisce di consulto telefonico (per mia negligenza ) è precedente, risale a Natale. Per quanto riguarda il detergente sono mesi che utilizzo isogin schiuma e saugella. La ringrazio comunque per l' attenzione alla mia richiesta di consulto.