Utente 474XXX
Buonasera a tutti,sono una ragazza di 25 anni e sono mamma di due bambine,una di tre anni e una di 18 mesi,entrambe nate con taglio cesareo.
Purtroppo otto mesi ha ho subito un raschiamento dell'utero e dopo una settimana l'estrazione di una tuba in laparoscopia causa gravidanza extra uterina.Il ciclo è arrivato regolarmente un mese dopo l'intervento,invece di durare 5-6 giorni dura 11-12 giorni,ma il problema non è questo;qualche giorno dopo la fine del flusso mestruale vengo colpita mensilmente da un dolore atroce in zona pelvica,talmente forte come lo è stato il giorno in
cui ho avuto l'aborto.Devo urinare molto lentamente,sedermi piano,altrimenti salto dal male e riesco a malapena a sollevare le bambine.Ho eseguito una visita ginecologica,con ecografia pelvica e poi una eco con sonda transvaginale.Risultato tutto OK,solo aderenze.La mia domanda è, premesso che so che la laparoscopia provoca aderenze,ma si fa anche per toglierle,come posso chiedere di essere sottoposta a questo intervento? Il male è davvero insopportabile, confido in una vostra risposta e auguro a tutti un Buon Santo Natale.Grazie per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La valutazione dovrebbe farla l'operatore che eseguirebbe l'intervento , trattandosi comunque di un altro intervento con anestesia.
Importante è essere certi della diagnosi per sottoporla ad un intervento di ADESIOLISI (lisi delle eventuali aderenze) .
mi auguro di aver compreso la domanda e di aver dato una risposta adeguata.
Auguri
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 474XXX

La ringrazio per aver risposto in tempi così brevi,la sua risposta e' stata esaustiva.Mi sono lasciata con il mio compagno da poco e ho cambiato città e di conseguenza ho cambiato anche medico curante e ginecologo.Il mio ex ginecologo era favorevole a toglierle,ora qui nella nuova città ho fatto delle visite in ospedale e anche se le aderenze ci sono,non ho trovato nessuno che mi dicesse di toglierle!Mi hanno liquidata dicendo che le aderenze con un nuovo intervento si ricreano di fare tanti addominali per il momento!Ma non credo di poter convivere a lungo con questo dolore che è insopportabile. Se posso le allego una parte di referto sono sicura che saprà consigli armi.Cordialmente

[#3] dopo  
Utente 474XXX

Utero marcatamente retroversoflesso di dimensioni ai limito superiori (Diametro longitudinale 106 mm,Diametro ante risposte ruote 44 mm Diametro trasverso 58mm),a morfologia regolare,ad ecostruttura miometrale omogenea,esiti di TC.
Endometrio ipercogeba,secretivo,con midline visibile, dello spessore minimo di 10 mm definita la giunzione endometrio/miometrio.
Ovaio destro in sede di 24x13x19mm vol 3.2cc
Ovaio sinistro 28x16x22 vol 5.2cc
Aggiungo di aver sempre saputo di avere l'utero retro verso ma non retroversoflesso..Non so se possa essere collegato ma nell'ultimo mese ho sofferto di dolore nella zona bassa della schiena,fino l'osso sacro.La dottoressa mi ha spiegato che la causa della flessione dell'utero sono le aderenze.Ciclo doloroso,dolore pelvico acuto,(soffro di candida dal primo cesareo),frequenza di minzione e dolore alla schiena.Non voglio una diagnosi,anche perché sono consapevole che non ha tutte le informazioni che le servirebbero,ma tutti questi sintomi possono essere causati dalle aderenze?
Spero in una vostra gentile Risposta,buona serata

[#4] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Le algie pelviche (dolori pelvici ) riconoscono molteplici cause :infezioni, malattia infiammatoria pelvica cronica, endometriosi, ovaie multicistiche , fibromi uterini peduncolati.
Difficile essere precisi nella risposta
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#5] dopo  
Utente 474XXX

Scusi Dottore,ma il fibroma uterino è visibile attraverso l'eco transvaginale? Da quello scritto sopra in una parte del referto,sono spiegabili tutti i miei sintomi? O dovrei fare altri esami?

[#6] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
nella descrizione manca il fibroma
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI