Utente 392XXX
Salve gentilissimi dottori, vi scrivo per chiedervi un consulto su una serie di sintomi che si accumulano e mi affliggono da circa due anni a questa parte.Premetto che non ho mai avuto figli/aborti e ho lo stesso partner sessuale da 10 anni.
Elenco sintomi:
-crampi pelvici (occasionali, ma quando capitano durano anche ore) che mi portano anche molta stanchezza;
-esigenza di urinare (sintomi uguali alla cistite, ma che durano poche ore o momenti) solo prendendo Cranberry passa;
-dispareunia da posizione ed ingravescente;
-mestruazioni abbondanti, dolorose e che durano anche 5-6giorni;
-affanno, sensazione di mancanza d'aria e pressione bassa (negli ultimi giorni 82 massima, 53 la minima);
-febbricola inspiegata;
-alveo regolare, a volte stitico;
-pesantezza alle gambe.

Premetto che ho staccato da Maggio 2015 la pillola Estinette dopo un periodo di 4 anni in cui non avevo fatto pause. Ho sempre riscontrato questi sintomi in maniera sporadica o tutti insieme, che i vari ginecologici in cui sono stata hanno interpretato come vaginite e mi hanno curato con ovuli e lavande..ma da quando ho staccato la pillola è come se si fosse riacceso tutto. Nell'ultima visita ginecologica che ho fatto due settimane fa, il dottore mi ha detto che la pillola ha potuto mascherare/nascondere questi sintomi e l'infezione sia salita fino all'utero.
Di seguito gli ultimi esami effettuati:
-PAP test (negativo);
-Esame urine con antibiogramma (negativo);
-Tampone endocervicale per ricerca di Tricomonas.,Clamidia,anaerobi,Gonococco etc... (negativo)

Il dottore ha riferito nel referto: "Genitali esterni ed interni normoconfomati. Vagina normotrofica. Leucorrea fisiologica. Piccole escrescenze parafisiologiche in prossimità della forchetta. Porto da nullipara con giunzione introflessa con endocervice sanguinante al Pap-test. Dolore intenso alla mobilizzazione dell'utero e alla palpazione del fornice posteriore. Parametrio sx teso. Non si apprezzano segni clinici inequivocabili di endometriosi pelvica e profonda retto-vaginale. In atto nulla da segnalare sul piano anatomico funzionale. Forte sospetto di endometrite e/o miometrite con possibile PID".

Il dottore non sa cosa possa avere e mi ha anticipato che il prossimo passo sarebbe sottopormi ad un isteroscopia diagnostica. Io ho paura e non vorrei sottopormi a questo esame... vorrei avere un vostro parere. Vi ringrazio tutti.

[#1] dopo  
Dr. Ario Joghtapour

44% attività
8% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
MONTEVARCHI (AR)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Dal suo racconto potrebbe trattarsi di endometriosi pelvica, a maggior ragione se la sintomatologia è peggiorata dopo la sospensione della pillola. Comunque non è facile fare una valutazione come ha già visto anche visitando. in caso di sospetto endometrite potrebbe fare una biopsia endometriale con cateteri con che è molto più semplice e meno fastidioso. Una Risonanza magnetica potrebbe essere utile al suo caso ed eventuale Laparoscopica diagnostica se le sintomatologie sono importanti, in caso di assenza del desiderio di gravidanza assunzione dei pillola. cordialmente
Dr Ario Joghtapour Spec in Ginecologia Ostetricia Fisiopatologia della Riproduzione Umana. Master Univers Medicina Materno-Fetale -Chirurgia Robotica