Utente 385XXX
Buona sera dottore.
Ho 43 anni.
È qualche mese che ho disturbi (ciclo irregolare e lungo) con perdite anche fuori ciclo. La presenza di dolori, la perdita di peso (7 kg in 5 mesi ca.) senza cambiare abitudini, mi hanno spinta ad approfondire. Le analisi del sangue sono nella norma, mentre le analisi delle urine presentavano infezione batterica curata con Mylan. Oggi ho eseguito un controllo ecografico: “utero normoflesso di dimensioni e consistenza aumentate con tumefazione teso elastica a sx dolente alla palpazione di ca 6 cm. Oltre a questo è presente un fibroma di 8 mm.” Il ginecologo che mi ha visitata ha consigliato, nonostante dichiaratosi in genere contrario, di effettuare quanto prima intervento. La cosa per me è stata repentina e nell’insieme non ho capito molto. La prego di esporre un parere. Grazie.

[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Se ha correttamente riportato le misure del fibroma (8mm), questo non ha necessità di una rimozione a meno che non sia localizzato nella cavità uterina (fibroma intracavitario). La tumefazione di 6 cm è di pertinenza ovarica (probabilmente), ma non si può dir molto di più dato che non se ne specificano tipologia di contenuto, presenza di setti, di vegetazioni interne, di flussi intralesionali od altre caratteristiche che ne favorirebbero almeno una diagnosi di orientamento pre-chirurgico.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente 385XXX

Grazie per la Sua risposta, di preciso nel referto sta scritto:
Utero:
Lunghezza 2.28
Larghezza 5.92
Altezza 1.83
Volume 12933 cm3
Spessore endo 6.27
Utero normoflesso di dimensioni e consistenza aumentate ed ecostruttura miometriale disomogenea per fibrosi (formazione di 8 mm vascolarizzata) e aree di adenomiosi.Ovaie destro non visualizzato per in cono d'ombra
Ovaio sinistro nella norma
Assenza di versamento nel Douglas
Le anticipo che ho 44 anni, ho avuto due bambini, di cui un parto naturale, operazione per levare un fibroma e poi il secondo parto, questa volta cesareo.
Lei che ne pensa, è giustificato consiglio di fare l'intervento chirurgico?
Grazie

[#3] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
E la tumefazione di 6 cm?
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#4] dopo  
Utente 385XXX

Buon giorno.
Si, 6 cm.
Ieri ho effettuato visita con dottoressa oncologa/ginecologa che mi ha prescritto mammografia, tracciatori cea, ca125 ecc. e Ecoflussimetria Pelvica.
A domanda: ho il cancro?
Ha risposto: credo di no, ma dobbiamo approfondire.

[#5] dopo  
Utente 385XXX

Buona sera, ho le risposte dei marcatori.
Ca 15-3, Ca 19-9,CEA sono nei parametri, invece CA 125 è 49,17.
Lei che pensa dottore?
Grazie

[#6] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Continuo a non trovare traccia della tumefazione di 6 cm di cui parla nel referto da lei riportato. Può controllare?
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#7] dopo  
Utente 385XXX

Buongiorno,
integro quanto già in precedenza riportato,scrivendo nuovamente l'intero referto:
"Vagina regolare.
Utero normoflesso di dimensioni e consistenza aumentate con tumefazione teso elastica a sinistra dolente alla palpazione di ca. 6 cm.
Ecografia utero normoflesso di dimensioni aumentate e ecostruttura miometriale disomogenea per fibrosi (formazione di mm 8 vascolarizzata) e aree di adenomiosi.
Endometrio di tipo polifrelativo in accordo con la fase del ciclo.
Ovaio destro non visualizzato per cono d'ombra.
Ovaio sinistro nella norma.
Assenza di versamento nel Douglas."

Grazie

[#8] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
La prima parte del referto è relativa alla visita ginecologica; dalla parola "ecografia", invece, si riporta la risultanza di questo esame.
Ritorno a non vedere traccia della tumefazione teso-elastica a sinistra dolente di circa 6 cm all'ecografia.
Abbaglio del Collega?
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#9] dopo  
Utente 385XXX

Buona sera,
per quanto riguarda il precedente esame che ho avuto con il primo ginecologo non so cosa dire.
Oggi ho eseguito ecoflussimetria pelvica con il seguente risultato:
(strumentazione - medison)
Corpo uterino
CF: 90 mm
AP: 57 mm
LL: 64 mm
Altro: corpo normoversoflesso, mediano, globoso, di dimensioni aumentate e contorni irregolari, ad ecostruttura disomogenea.
In particolare in corrispondenza della parete-laterale sx si evidenzia formazione ipoecogena, di mm 51x38x43, IM, SM, ad ecostruttura disomogenea, con aree vacuolari al suo interno, con strie a raggiera, scarsamente vascolizzata al color doppler, non ben delimitata da capsula, riferibile in prima ipotesi ad adenomiosi.
Endometrio
Spessore massimo 9mm
Altro: echopattern endometriale secretivo
Ovaio Destro
Dimensioni 28x11x21 mm
Nella norma per dimensioni sede ecostruttura
Ovaio Sinistro
Dimensioni 28x20x26 mm
Nella norma per dimensioni sede ecostruttura

Note:
non falde fluide endopelviche.
Tecnica di esecuzione tv.

Gentile Professore, Le chiedo quale sia, nel mio caso specifico, la cura che lei ritiene migliore.
Ho visto su internet che si può intervenire con pillola, facendo insorgere in modo anticipato la menopausa o con intervento chirurgico fino all'asportazione dell'utero.

Mi permetto di chiederlo perché la dottoressa che mi ha seguito di recente è, per motivi personali, assente per una/due settimane.

Grazie anticipatamente per la sua risposta.

[#10] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Personalmente opterei per una terapia medica semestrale con farmaci induttori della menopausa, valutando ogni 2 mesi le dimensioni del nodulo. In caso lo stesso rispondesse poco o niente alle terapia, non avrei difficoltà a consigliarle l'Isterectomia.

Saluti
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli