Utente 365XXX
buonasera dottori,
ho un problema. maggio 2014 ho avuto una gravidanza biochimica, a marzo 2015 un aborto alla decima settimana per assenza di battito.
dopo questo episodio, il ciclo non è tornato per 70 giorni ed ho iniziato una cura con primolut nor affinchè tornasse nuovamente per poter effettuare un'isteroscopia diagnostica su richiesta del mio ginecologo.
dall'isteroscopia è emersa un'infiammazione dell'endometrio, il referto citava così :"lembi polipoidi di endometrio. assenza di plasmacellule". l'endometriocoltura è risultata negativa. in seguito a ciò, effettuo una cura di 5 settimane di deltacortene a scalare, perchè, a detta del mio ginecologo, il cortisone avrebbe sfiammato l'endometrio e aiutato l'attecchimento embrionale. non mi ha fatto effettuare altre indagini. sono tre mesi che ricerchiamo una gravidanza ma ancora non è successo nulla. qualche giorno fa, al sesto giorno post ovulazione, effettuo una ecografia di controllo e il mio endometrio è risultato di 6,5 mm, secretivo ed omogeneo. ora mi chiedo: nel post ovulazione l'endometrio non dovrebbe essere più spesso? inoltre, ho notato che dopo la biochimica la mia fase luteale si è accorciata, solo 10 giorni ma il dosaggio di progesterone risulta adeguato.mio marito a febbraio 2015 ha fatto delle indagini, lo spermiogramma risulta nella norma ma le forme normali sono solo il 10%. dottori,se fosse il mio endometrio a non reggere le gravidanze? perchè prima il ciclo era regolare con fase luteale di 14 giorni ed ora invece di 10? cosa mi suggerite di fare? vi ringrazio tantissimo.
cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Suggerisco di valutare il processo ovulatorio con un monitoraggio ecografico della ovulazione , questo perchè con una mancata ovulazione non si ha la formazione del CORPO LUTEO e conseguente produzione di progesterone, con conseguente riduzione dei cicli ormonali .
Consiglio pertanto anche un dosaggio del progesterone in 22^ e 24 ^ giornata del ciclo, dosaggio della prolattina e valutazione della funzione tiroidea.
In bocca al lupo!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI