Utente 405XXX
Avendo riscontrato una insolita irregolarità nel mio ciclo mestruale (sin dal menarca ho sempre avuto un ciclo della durata di 28 giorni) che dura da circa 6 mesi mi sono rivolta a una ginecologa che mi ha prescritto una pillola. Avrei dovuto iniziare la sua assunzione verso la fine febbraio.
Ho avuto l'ultima mestruazione in data 22.01 aspettando dunque il seguente ciclo per il giorno 19.02. Fino ad oggi non ho avuto alcuna perdita. Pur ritenendo impossibile una eventuale gravidanza ho effettuato il test casalingo e il test di laboratorio sulle urine entrambi negativi.
Mi consiglia di cominciare ad assumere la pillola nonostante questo ritardo o devo aspettare il primo giorno di mestruazioni? Quali sarebbero eventualmente i problemi dati da un'assunzione "precoce" della pillola?

Grazie

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Assumere la pillola dal primo giorno del flusso è più fisiologico, e l'azione contraccettiva parte immediatamente.
Con l'assunzione senza attesa del flusso , la contraccezione non parte immediatamente e ci potrebbe essere uno sfasamento tra assunzione della pillola e crescita endometriale.

SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI