Utente 395XXX
Buongiorno Dottori,
sono un uomo di 36 anni e vi contatto per un consulto forse un po' fuori dal comune.
Qualche tempo fa ho scoperto di avere il papilloma virus, che si è manifestato visivamente sull'asta del pene e sulla sua base.
E' del ceppo 18, per cui potenzialmente pericoloso per quanto riguarda il mondo femminile, da quel che mi hanno spiegato.

La mia attuale compagna si è sottoposta a degli esami e non ha nulla, ma il mio pensiero va alla partner precedente. Infatti i primi segnali, da me inizialmente ignorati, della presenza di questo virus erano iniziati già allora.

Il mio dubbio è: devo contattare questa persona ed avvertirla della cosa o, in alternativa, contattare il suo medico per comunicargli queste informazioni?
Può essere utile questa informazione?

Spero di essere stato abbastanza chiaro nel descrivere il mio dubbio.

Grazie a tutti.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sicuramente la sua precedente partner va avvisata , per poter valutare con un HPV test la eventuale presenza di una infezione da HPV 18 , che insieme all'HPV 16 , sono qusi sempre presenti nelle lesioni displastiche e neoplastiche del collo uterino.
Unica perplessità è quella di un HPV 18 in un CONDILOMA (raro !!) che solitamente sono legati a ceppi come HPV 6 e HPV 11 .
Come le hanno diagnosticato la infezione da HPV 18 ???
SALUTI
Nicola blasi , MD
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 395XXX

Grazie dottore, ora resta solo il problema di come fare per avvisare la persona interessata.
Per quel che riguarda me, in realtà si è manifestato in diversi modi in contemporanea: sul frenulo, con delle macchie bianche, esternamente sull'asta del pene, con un rigonfiamento altro forse 1mm e largo 2mm, alla base del pene, ma fuori da quest'ultimo (diciamo in zone che non sono protette con il preservativo) con 2 piccoli rigonfiamenti ed una macchia larga di colore rosa.
La diagnosi è avvenuta tramite tampone ed apposito HPV test presso un suo collega, che per motivi logistici sono ora impossibilitato a incontrare.

Ho fatto diverse sedute con azoto liquido, mettendo poi lo Zovirax.
Ho fatto 3 o 4 applicazioni, poi per motivi di lavoro ho dovuto interrompere.
Sembrava tutto passato ma a distanza di 1 mese sono ricomparse quasi tutte (dico quasi perché 2 dei 3 rigonfiamenti non sembrano essere tornati), identiche.

Sono un po' dubbioso sul da farsi, ma spero non debba preoccuparmi più del dovuto.