Utente 458XXX
E' da piu' di due anni che non ho piu' il ciclo ma verso marzo del 2017 ho avuto una perdita e poi di nuovo una verso 08/09/2017.
Ho eseguito vari esami, che ho trascritto interamente qui sotto, inoltre fatto anche una visita dinecologica e il medico ha detto che non avevo niente (testuali parole) e mi ha detto di effettuare una isteroscopia con biopsia dell'endometrio che ancora non ho fatto.
Vorrei un consulto e consigli sugli esami da eseguire e se ci fossere o no problemi seri.

Esame: ECOGRAFIA ADDOME COMPLETO del 01/03/2017
Referto:
Fegato di dimensioni conservate, struttura parenchimale omogenea, in assenza di lesioni focali in atto.
Colecisti distesa, alitiasica.
Vie biliari e vena porta di calibro conservato.
Milza di dimensioni nella norma, a struttura omogenea.
Reni in sede anatomica, di dimensioni conservate.
Regolare lo spessore corticale.
Vie escretrici non dilatate.
Utero in assse, di dimensioni aumentate.
Struttura miometriale disomogenea conformazioni nodulari ipoecogene (fibromi?) la maggiore delle quali a partenza dalla parete inferiore del corpo, di 67x64 mm
Regolare l'ecopattern endometriale.
Annessi in sede, di dimensioni nella norma.
Assente liquido nel cavo di Douglas


Esame: ISTEROSCOPIA DIAGNOSTICA del 08/05/2017
(U.M 2 ANNI E MEZZO) DUE MESI FA PERDITE EMATICHE
Referto:
Disinfezione dei genitali esterni e della vagina.
Canale cervicale regolare
la cavita' uterina appare di forma e ampiezza regolare.
Endometrio regolare.
Osti tubarici visualizzati

Esame: ECOGRAFIA TRANSVAGINALE del 23/05/2017
Referto:
Utero in sede, di dimensioni aumentate, ad ecostruttura fibrotica con area del fondo di maggiore disomogenita' ecostrutturale con margini mal definibili di circa 5 cm di non univoca interpretazione diagnostica (mioma?)
Regolare spessore dell'endometrio
Evidenza di mmagine anaecogena in sede annessiale destra di circa 13 mm di verosimile natura cistica
Assenza di vermanto nel Douglas.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
il referto ecografico è chiaro si evidenzia fibroma (o mioma ) del fondo uterino che non interessa la cavità come descritto dalla isteroscopia eseguita .
Il problema si pone se la diagnosi di fibroma non è certa , allora si deve escludere una eventuale partenza dall'ovaio , e per questo eseguire una TAC o RMN pelvica.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 458XXX

Grazie per la risposta dott. Nicola Blasi.

Dopo aver eseguito una TAC o RMN pelvica, cosa dovrei fare?
Inoltre e' un problema grave?
Saluti

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Dipende dall'esito della TAC e/o RMN
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente 458XXX

Salve, dottore

sono andato dal medico di base per la ricetta della RMN e mi ha chiesto se era con contrasto o senza.

Quale devo fare prescrivere? Grazie

[#5] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Con contrasto , se non sono presenti allergie
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#6] dopo  
Utente 458XXX

Salve dott.Nicola Blasi
il giorno 10/10/2017 ho effettuato una RM senza contrasto.
Mi consiglia di effettuare un'altra visita ginecologia?

REFERTO:

RM PELVI
Esame eseguito nelle sole condizioni basali con sequenze T2 sui tre piani ortogonali, TSE T2 FS, TSE T, VIBE T1 FS e DWI con mappa di ADC sul piano assiale.

Vescica poco distesa a pareti lievemente ispessite e contenuto omogeneo, senza evidenza di aggetti endolume.
Utero retroverso con isterometria di 63x58x90 mm circa, a struttura marcatamente disomogenea per la presenza, al corpo ed al fondo, di multiple formazioni miometriali di basso segnale in tutte le sequenze di studio, da riferire in prima ipotesi a fibromiomi.
Cicatrice isterotomica sulla parete anteriore del corpo uterino. Subito al di sotto di tale cicatrice, nel contesto della parete anteriore del collo uterino, si osserva formazione cistica ipertintensa in T1 come per contenuto mucinoso e/o ematico, del diametro di circa 16mm.
Endometrio sottile.
Annessi in involuzione. In sede annessiale destra visibilita' di piccola formazione di tipo cistico di circa 7mm di diametro massimo, iperintensa in T1 come per contenuto ematico. Non evidenza di grossolane linfoadenomegalie nelle stazioni pelviche esplorate.
Varicocele pelvico.
I reperti descritti necessitano di videat specialistico e correlazione con gli esami laboratoristici e strumentali gia' effettuati.

[#7] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
L'esame conferma la presenza di piccoli miomi e di una cisti di NABOTH (fisiologica) nel contesto del collo uterino.
Nessuna altra indagine
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#8] dopo  
Utente 458XXX

Quindi, la presenza di piccoli miomi e di una cisti non costituite una fonte di pericolo?
Nessun intervento richiesto?

[#9] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
NESSUN PROBLEMA
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI