Utente
per endometriosi sono stata operata a dicembre 2016 per una cisti di 13 cm all'ovaio sinistro da allora prendo in continuo la pillola cerazette senza interruzioni (solo progestinico).
ad inizi marzo ho iniziato ad avvertire dei dolorini al basso ventre e al rene, mi dava fastidio stare seduta nella sedia e nel divano, come quando avevo la cisti ma essendo aanche stitica e in quei giorni avevo preso il movicol pensavo che il colon si fosse irritato quindi non ho fatto caso più di tanto. nei giorni seguenti il dolore è peggiorato l'8 marzo appena andavo in bagno a fare pipì o andavo di corpo avevo dolore forte al rene e all'ovaia sinistra ho fatto anche nottate per il dolore dietro e in tutto il basso ventre. chiamo il mio medico che mi dice che è un dolore di schiena che si irradia al basso ventre. dopo due giorni di dolore stabile che non mi fa stare bene, noto che la pipì non riesco a trattenerla neanche un pò perchè mi fa male il subito il basso ventre che non posso sedermi che mi fa male l'ovaia sinistra che appena faccio pipì i dolori al rene si fanno sentire di più insieme all'ovaia, così chiamo nuovamente il medico che non vuole venire a casa a visitarmi dicendo che non ho niente senza conoscere neppure le evoluzioni del dolore.
Così di mia spontanea volontà visto che ho l'endometriosi faccio una eco a domicilio all'addome: non trovano nulla ai reni e le ovaie non le vede per l'aria, vede solo vescica e utero. A febbraio scorso aveva visto nello stesso periodo le ovaie ma non aveva trovato cisti (almeno da quanto ha visto perchè dice che c'è sempre tanta aria)
Così continuando il dolore, fitte alla vescica e quando faccio pipì i soliti dolori, dopo qualche giorno faccio un'altra eco in un centro privato: lì il rene è sano, la colecisti anche e poi vedono finalmente le ovaie che contengono piccoli follicoli "normali" mi si dice però che c'è un pò di liquido nel douglas.
Ho chiesto se potesse essere lo scoppio di un follicolo ad aver provocato questo dolore e il liquido e l'ecografista mi ha detto che pensava di no ma che in genere ogni mese le donne che hanno ciclo( io non ne ho più per la pillola) hanno questo versamento anche in quantità maggiore quindi anche se fosse stato lo scoppio di un follicolo non era preoccupante.

Sollevata dal non aver un'altra cisti ho però ancora dolore ovaia e rene quando faccio pipì quando vado di corpo e anche quando sono seduta, e ho anche brividi sento freddo internamente. Faccio nottate per il dolore fastidiosissimo. ho fatto analisi di urina ok, analisi del sangue che non evidenziano infezioni ma una attività protrombinica di 68 che il mio medico curante non considera grave e in generale mi ha detto che non c'è in generale nulla di preoccupante, ho la ves un pò altina ma l'ho avuta sempre così e poi so che contribuisce anche la pillola. Prima dei dolori ho fatto esami feci ok. Per il mio medico curante che prima mi aveva detto che era la schiena adesso è lo scoppio di un follicolo.

Chiedo a voi: è possibile che il liquido del douglas sia stato un residuo di un versamento più ampio dei giorni precedenti, che si sta riassorbendo, quando il dolore era più intenso e che con la cerazette presa in continuo da un anno e mezzo quindi senza avere ciclo possa scoppiare un follicolo e che sia così doloroso? E per avere dolore che ancora oggi non passa, quindi da quasi un mese, è possibile che sia riconducibile ad uno scoppio follicolare o di una piccola cisti? Io non ho preso farmaci per il dolore perchè non è fortissimo ma è normale che duri così a lungo fosse un semplice scoppio follicolare? E in caso fosse stato uno scoppio di follicolo, potrebbe essere preoccupante, visto che ho l'endometriosi?

Ho cercato il mio ginecologo ma mi ha dato appuntamento la prossima settimana e non sa ancora nulla. Ho fatto tutto quello che potevo fare tutti mi dicono che non ho nulla di grave ma intanto sto male e non so se quando avevo più dolore e non ho fatto tempestivamente l'eco ci fosse più liquido e quindi una situazione più seria di quando ci sono andata. Non è forte come lo scoppio di una cisti (che ho provato 2 volte e sono stati forti da antidolorifici) ma è come se avessi il ciclo (io prima avevo forti dolori mestruali) il dolore preciclo all'ovaia.

chiedo quindi a voi se potete di far chiarezza perchè non so bene come funziona, so solo che con l'endometriosi sono preoccupata e se è scoppiato un follicolo ho paura che l'endo si espanda oppure che non fosse un follicolo ma una cisti che non hanno visto con la sonda il mese scorso. Non so se con una pillola in continuo è possibile tutto questo. E se è normale avere dolore per un mese praticamente anche se adesso nelle ovaie non c'è nulla e c'è solo un lieve versamento nel douglas. Da che dipende questo dolore?!

poi vorrei sapere se il versamento nel douglas lo può generare anche un problema di colon e stitichezza, magari lo sforzo nell'evacuazione, perchè il dolore stava passando dopo la seconda eco, due giorni dopo, ma siccome non sono andata più di corpo ho fatto una peretta,e dopo essermi sforzata mi è ricominciato il dolore.Poi ho ripreso il movicol. Non so se è perchè la parte è delicata e quindi ogni sollecitazione anche muscolare può infiammare.

Infine il dolore non passa però è altalenante: alcune volte diminuisce altre volte aumenta. Ovviamente quando devo andare di corpo il dolore al basso ventre aumenta. Per finire hanno visitato anche l'appendice manualmente (l'ecografista domicilaire) e non ha trovato nulla.

Vi ringrazio, spero rispondiate.

[#1]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

mi dispiace molto per la sua situazione così complicata.
Sarebbe importante sapere se è stata operata in laparoscopia o in laparotomia e se sono state identificate altre lesioni oltre a quella ovarica. Di solito, una cisti così grande si accompagna anche a molte aderenze e, a volte, a lesioni sulla parete intestinale, che potrebbero spiegare il fatto dei dolori intestinali.

Le consiglierei quindi di farsi vedere in un centro specializzato in endometriosi.

Le segnalo poi: l'associazione https://www.apeonlus.it/ che si occupa di sostegno alle donne affette da endometriosi, ci sono iniziative molto interessanti in tutta Italia e sul sito trova numerose informazioni sulla malattia, compreso anche un forum di discussioni.
Inoltre, se le può interessare, è appena uscito il mio libro sull'endometriosi, di cui parlo nel mio blog medicitalia: https://www.medicitalia.it/blog/ginecologia-e-ostetricia/7556-endometriosi-come-curarsi-con-la-medicina-integrativa.html
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#2] dopo  
Utente
Grazie infinite per la sua gentile risposta e anche per i link importanti che mi ha segnalato.

Quindi se ho capito bene secondo lei i dolori sono riconducibili più a delle aderenze che coinvolgono il colon che ad un eventuale scoppio di follicolo/cisti giusto? Le segnalo che oggi mi è tornato più forte il mal di fianco rene e che in genere si fa sentire quando faccio pipì, ancora adesso. pensavo fosse finito ma è ricominciato e questa sera è più forte. Il ginecologo non si è pronunciato sui dolori perchè andava di fretta ha visto le eco le analisi del sangue e delle urine che ho fatto questo mese e mi ha detto che le analisi vanno bene ma vorrebbe comunque rifarmi le analisi del sangue. Non ha accennato a colon o a utero rene follicoli cisti ecc mi ha detto solo di non preoccuparmi, come dicono tutti in realtà ma io ho ancora dolore e non so perchè.
In ogni caso, preciso che il dolore mi è venuto solo a marzo 2018 a febbraio stavo relativamente bene cioè non ho avvertito questo dolore al fianco destro dall'ovaia fino al rene. Mi è venuto solo a marzo senza una spiegazione e praticamente è ormai un mese che sto così e mi sembra assurdo non trovare una soluzione.

Comunque per lei può succedere che con la cerazette in continuo dal 2016 possa formarsi e scoppiare una cisti o un follicolo tale da provocare questo disturbo per un mese? E può questo follicolo o cisti essere sfuggito all'ecografia? l'ecografista che non mi ha visto le ovaie per l'aria mi ha detto "ma se ci fosse stata una formazione sarebbe subito saltata fuori anche con l'aria, se non si vedono le ovaie vuol dire che probabilmente non c'è nulla. Concorda?

Poi volevo rispondere alla domanda sull'operazione: ho fatto l'intervento in laparoscopia con 4 buchi. nel referto c'è scritto "verosimile cisti endometriosica dell'ovaia sinistra. aderenze ovaro tubariche, ovato uterine. terapia: laparoscopia enucleazione cisti ovarica di sinistra adesiolisi citologia peritoneale." comunque prima dell'operazione dall'eco dicevano che, per la dimensione, la cisti aveva spostato il colon verso destra ma mi hanno detto i medici successivamente che durante l'operazione il colon non è stato toccato, da quel che c'è scritto nel referto dell'operazione, che oltre la cisti non c'era nulla altro e che hanno pulito tutto.
Io poi non capisco nulla di queste cose.

poi ho fatto esame istologico che conferma endometriosi.

Che ne pensa?

Un'altra domanda: può l'intervento far aumentare i livelli di amilasi (non lipasi)? Perchè dopo l'operazione nei mesi successivi e ancora oggi l' ho un pò alta. Prima dell'operazione per un dolore al ps me l'hanno fatta, l'avevo 110 e non ci hanno fatto caso.
Dopo l'operazione invece, mesi dopo, l'avevo 145 poi a novembre 2017 a 171 e nelle ultime analisi è scesa a 134. anche per questo il mio ginecologo vuole rifare le analisi del sangue che farò settimana prossima dopo pasqua.

Grazie ancora per la sua disponibilità, attendo una sua cortese risposta.

[#3]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
La sua situazione, molto complessa, merita di essere gestita in un centro ospedaliero specifico per l'endometriosi. Guardi sul sito di APE onlus, dovrebbe trovare delle informazioni in merito.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi